Enzo Pietropaoli Yatra Quartet

20 luglio ore 21.30

stampa articolo Scarica pdf

Parco delle Terme di Roma
Via Tiburtina Valeria, km 22,700 - Tivoli Terme (RM)
Ingresso: € 5


È l’anno 2011 e, alla soglia dei primi quaranta anni di vita musicale in giro per il pianeta jazz, e non solo, a fianco di prestigiosi musicisti, Enzo Pietropaoli decide di inaugurare una nuova stagione artistica, potremmo dire una seconda giovinezza, proponendosi nel ruolo di “band leader”.
Le  precedenti esperienze a capo di propri gruppi sono state fugaci, ma questa volta Pietropaoli si pone con l’atteggiamento di chi guarda lontano e intraprende un percorso ambizioso, non transitorio.
L’occasione è data da una richiesta di portare un gruppo in India per due concerti, e così Pietropaoli raduna tre eccezionali giovani, Fulvio Sigurtà, Julian Mazzariello e Alessandro Paternesi.
L’esperienza indiana suggella la coesione musicale e umana tra i componenti del gruppo, Yatra in urdu hindustani significa appunto “viaggio”.
Ed ecco il nuovo quartetto dove il filo conduttore è un clima riconducibile a un colore tendente al blu, che non è il blues, ma qualcosa di più, una sua dilatazione emotiva.
La linea artistica è data da una certa sobrietà formale attraverso la quale comunicare emozioni comprensibili ma mai superficiali, quella che poi è, da sempre, la vocazione di Pietropaoli come strumentista e come compositore.
Ritenendo che il jazz, forma d’arte tra le più importanti del 900, abbia già espresso praticamente tutto e il suo contrario, Pietropaoli rinuncia a perseguire l’originalità a tutti costi coltivando le piccole significative differenze, evitando l’autocompiacimento solistico, cercando di mettere in pratica la lezione dei grandi maestri: “ piazzare le note al posto giusto . . .”  dove spesso il non fare conta più del fare, dove le pause pesano più delle note.
La costante del repertorio del gruppo è un mix di composizioni originali e brani presi in prestito da mondi lontani da quello del jazz, un’usanza assai in voga recentemente ma praticata da Pietropaoli fin dai suoi lontanissimi esordi e dunque “da tempi non sospetti”.
A maggio del 2011 è uscito il primo lavoro discografico “Yatra” registrato per la VVJ in collaborazione con Jando Music, sono seguiti “Yatra vol. 2” nel 2013 e “Yatra vol. 3” nel 2015.
Il primo Yatra  ha conseguito il riconoscimento “Migliore Cd Italiano del 2011” nei Jazzit Awards 
Lo Yatra Quartet, nel “Top Jazz” della rivista Musica Jazz viene votato come “Migliore Gruppo Italiano del 2013”



Compongono il gruppo :

FULVIO SIGURTA’  un trombettista a suo agio con la tradizione ma curioso del presente in senso totale, vive a Londra, con lui Pietropaoli ha condiviso la bellissima esperienza di “Frescobaldi Per Noi” un progetto di Gianni Coscia con Dino Piana, due “giovani” che amiamo.
JULIAN MAZZARIELLO  pianista nel cui bagaglio artistico coesistono un lirismo innocente e una tecnica straordinaria, mezzo anglosassone e mezzo mediterraneo, ha la fortuna di godere di ambedue i pregi di queste culture. 
ALESSANDRO PATERNESI  giovane promessa, ormai ampiamente mantenuta, della batteria, dotato di una raffinata musicalità che va oltre il ruolo del suo strumento dove vivacità ed equilibrio convivono coerentemente.

ENZO PIETROPAOLI  
Nasce a Genova il 29 settembre 1955. 
Dal ‘61 vive a Roma, dove debutta professionalmente con il “Trio Di Roma” (Danilo Rea e Roberto Gatto) nel 1975.  
Ha collaborato con molti gruppi italiani tra i quali: lo “Space Jazz Trio” di Enrico Pieranunzi  
(miglior gruppo italiano del Top Jazz ‘88 e ‘89 ), il gruppo “Lingomania” (miglior gruppo italiano del Top Jazz ‘87 ), “Doctor 3” (miglior gruppo italiano del Top Jazz ’99, 2001 e 2003, 
miglior disco italiano del Top Jazz ’98 con “The Tales Of Doctor 3”, miglior disco italiano per “Musica & Dischi”del ’99 con “The Songs Remain The Same”).
Partecipa a vari progetti di Enrico Rava tra cui il quintetto Rava/Fresu “Shades Of Chet” (miglior disco italiano del Top Jazz ‘99 ).
E’  “Contrabbassista dell’anno” del Top Jazz 2011.
Il Jazz Awards 2011, referendum popolare della rivista Jazzit, proclama “Yatra” Miglior cd dell’anno”.
“Enzo Pietropaoli Yatra Quartet” è “Miglior gruppo Italiano dell’anno” del Top Jazz 2013.
Il Jazz Awards 2013, lo proclama “Miglior contrabbassista dell’anno”
Ha suonato e inciso al fianco di molti musicisti significativi come
Chet Baker, Lester Bowie, Art Farmer, Paolo Fresu, Kenny Wheeler, Bob Berg, Michael Brecker, Lee Konitz, Archie Shepp, Phil Woods, Gianluigi Trovesi, Toots Thielemans, Richard Galliano, Brian Auger, Stefano Bollani, John Taylor, Norma Winstone, Bobby Hutcherson, John Abercrombie, Pat Metheny, Joe Pass, John Scofield, Kenny Clarke, Ginger Baker, Billy Cobham, Jeff Ballard e moltissimi altri.
Ha preso parte a molte manifestazioni internazionali in Italia, Germania, Francia, Svizzera, Austria, Spagna, Gran Bretagna, Danimarca, Olanda, Belgio, Lussemburgo, Liechtenstein, Russia, Serbia, Canada, U.S.A, Brasile, Senegal, Etiopia, Kenia, Algeria, Marocco, Tunisia, Egitto, Israele, Siria, Cina, India, Nuova Caledonia.  
Come “session-man solista” ha partecipato alla incisione di numerose colonne sonore tra le quali: 

C’era Una Volta In America (S.Leone/ E.Morricone)
Piccolo Diavolo, Johnny Stecchino, Il Mostro (R.Benigni / E.Lurie)
Verso Sera, Il Grande Cocomero, Con Gli Occhi Chiusi, L’Albero Delle Pere, Domani
(F.Archibugi /B.Lena)
Ferie d’Agosto, Ovo Sodo (P.Virzì / B.Lena)
Gente Di Roma (E.Scola/A.Trovajoli)
La Rivincita di Natale (P.Avati/R.Ortolani)
Go go Tales (A.Ferrara /F.Cuipers)
Piano Solo (R.Milani/L.Marchitelli) 
Aspettando Il Sole (A.Panini/N.Tescari)
Basilicata Coast To Coast (R.Papaleo/R.Marcotulli)
La Grande Bellezza (P.Sorrentino/L.Marchitelli) e molti altri.
Nel 2012 scrive la colonna per il film “Appartamento Ad Atene” per la regia di Ruggero Dipaola.
Il film riceve i seguenti riconoscimenti:
Globi d’Oro - Miglior opera prima 
Festival Internazionale del Film di Roma – Primo Premio “Vetrina giovani cineasti”
Phoenix Film Festival - Miglior Film 
Newport Beach Film Festival - Miglior Film 
La sua discografia comprende più di 100 incisioni. 
Come leader ha realizzato nove CD : 
“ORANGE PARK” gala record  1989 (con Paolo Fresu - Maurizio Giammarco - Enrico Pieranunzi - Danilo Rea - Umberto Fiorentino - Roberto Gatto)
 “TO…” sentemo 1992 (con Enrico Rava e il Quartetto d'archi "Insieme Strumentale di Roma")
 “STOLEN SONGS” splasc(h) 1995 (con Maria Pia De Vito - Battista Lena - Glauco Venier - Roberto Dani)
 “URBAN WALTZ” V.V.J.  2000 (con Gabriele Mirabassi - Marcello Sirignano e Marcello 
Di Leonardo)  
 “NOTA DI BASSO” SLJC 2008, contrabbasso solo e loop machine.
 “YATRA”  Jandomusic - VVJ  2011
Enzo Pietropaoli Quartet
con Fulvio Sigurtà – Julian Mazzariello – Alessandro Paternesi
 “YATRA Vol. 2”  Jando Music - VVJ  2013
Enzo Pietropaoli Quartet
con Fulvio Sigurtà – Julian Mazzariello – Alessandro Paternesi
 “SOLO”  Fonè  2015
contrabbasso solo
 “YATRA Vol. 3 ”  
JandoMusic - VVJ  2015
Enzo Pietropaoli Quartet
with Fulvio Sigurtà – Julian Mazzariello – Alessandro Paternesi


Hanno scritto del progetto:
Pietropaoli ha il pregio di saper convogliare un puzzle di stili in un unico, sapiente gramelot, in ogni anfratto tematico si incuneano improvvisazioni concepite per esaltarne la poetica bellezza.
Audio Review

Un disco in cui è presente tutta la sensibilità di un musicista esperto che riesce a infondere originalità e delicatezza allo stesso tempo. 
In Yatra tutto diventa semplice, le melodie non vengono appesantite e si respira un’atmosfera di piacevole sintonia fra tutti i musicisti che vi prendono parte. 
Jazz Agenda


… con Yatra coltiva invece le piccole differenze, mette in pratica la lezione dei grandi.
E con riletture e composizioni di rara freschezza, così oneste da apparire sorprendenti.
L’Unità

Fra i tanti concerti, particolarmente ispirato quello di Pietropaoli.
Musica Jazz

… ma il quartetto non si è lasciato disorientare ed è stato premiato da un afflusso sempre maggiore di gente, attratta probabilmente proprio da quei suoni morbidi ma anche vibranti: tanto che al termine di questo bellissimo concerto c'è stata una vera e propria ressa per accaparrarsi i cd in vendita (che non sono bastati). 
Jazz Italia

La nuova “vita” musicale di Enzo Pietropaoli da band leader  si sta rivelando uno dei fatti più sorprendenti della nostra più recente musica jazz e di improvvisazione.
La Repubblica

Il quartetto funziona a meraviglia ben coordinato da Pietropaoli che non ingabbia nessuno nel ventaglio di melodie proposte, dando agio ai sodali di costruire personali dinamiche.
Musica Jazz

Enzo Pietropaoli torna con il quartetto che ha dato alle stampe uno degli album più belli, gustosi dello scorso anno, “Yatra”.
Corriere Della Sera

Questo quartetto può diventare un punto fermo del moderno jazz italiano ed entrare nella classicità.
Mucchio Selvaggio

Yatra vol. 2 prende per mano e con delicatezza arriva dritta allo stomaco per poi esplodere in tutta la sua dirompente e tranquilla vitalità senza eccessi.
L’Unità

Disco complesso, ricco di sfumature, profondo ed estremamente godibile, “Yatra vol. 2” conferma Enzo Pietropaoli come musicista tra i più raffinati, sensibili e intelligenti del nostro jazz.
Audio Review

Quando Pietropaoli si diverte a citare (pop, classica ecc. ) è un piccolo fresco capolavoro di equilibrio.
Il Manifesto

…musica che non urla, rilassata ma intensa, che si apprezza per la calma sensualità.
Jazzit 

È piuttosto raro trovare un gruppo così convincente sia su disco che dal vivo.
Jazzitalia

… un album che lascia senza fiato per cinquantaquattro minuti … un disco intimo da ascoltare a occhi chiusi a qualsiasi ora del giorno e della notte.
Musica Jazz


Along came Jazz è una manifestazione realizzata grazie al sostegno della Società Acque Albule Spa e alla collaborazione con il Comune di Tivoli, nell'ambito della manifestazione Tivoli chiama.

© Riproduzione riservata