OSEI BUDEI FRADEI

Venerdì 22 luglio - Libbiano

stampa articolo Scarica pdf

Venerdì 22 luglio

LIBBIANO piazza h 21.30 (ingresso € 8.00)

 

OSEI BUDEI FRADEI


di e con Enrico Bonavera

Continua la rassegna  FRA TERRA E CIELO, ideata e organizzata da Officine Papage con la direzione artistica di Marco Pasquinucci, che porta nel cuore dell'area geotermica toscana - comuni di Pomarance e Castelnuovo (PI) - il meglio del teatro contemporaneo, fra novità e repertorio. 

A Libbiano (22 luglio h. 21.30), è di scena Enrico Bonavera, allievo di bottega di Ferruccio Soleri e ora primo Arlecchino d'Italia, con lo spettacolo Osei Budei Fradei. Protagoniste, insieme a lui, le maschere realizzate da Donato Sartori, Renzo Antonello, Ferdinando Falossi, Stefano Perocco Cesare Guidotti. 

In un piccolo cimitero di campagna, dimenticato nella pianura, riposano idealmente i molti parenti dello sheakespeariano Yorick. Qui, tra ricordi di piatti mantovani, sogni culinari da Paese di Cuccagna e profumi di sugo e polenta, alcuni Arlecchini vengono chiamati a raccontare la propria morte. Morti trasfigurate e paradossali: chi per troppo cibo, chi per fame, chi per paura, chi in piena attività amorosa, chi ancora annegato su un barcone sul Po, mentre era diretto a Venezia.

Accompagnano questo viaggio tragicomico le poesie in dialetto di Cesare Zavattini.  “O vést an funeral acsé puvrét c' an ghéra gnanc' al mort dentr' in dla cassa...”. Così recitano i suoi versi. Un modo per scoprire, al di là delle farse della Commedia dell'Arte e del teatro goldoniano, se Arlecchino ha ancora qualcosa da raccontare al pubblico del terzo millenio. 

FRA TERRA E CIELO prosegue fino al 24 agosto, all'insegna della parola d'ordine "Il Teatro è Energia". In programma nelle prossime settimane, la Compagnia della Fortezza di Armando Punzo (30/07 h 21.30 a Larderello con Dopo la Tempesta), la prima assoluta (08/8 nel "borgo operaio" di Larderello) del nuovo spettacolo targato Officine Papage, La valle del diavolo di Silvia Elena Montagnini, protagonista accanto a Marco Pasquinucci. Attraverso i linguaggi del teatro e del documento, rivive il racconto delle molte rivoluzioni portate dallo sfruttamento energetico in Val di Cecina, fin dall'arrivo nel 1818 dell'Ingegner De Larderel, un Olivetti ante litteram che in pieno 800 riuscì a fare della sua azienda un'isola felice di welfare e benessere per i lavoratori. Segue Antonella Questa (11/08 h 21.30 a Castelnuovo con Svergognata, e il Circo Extra_Ordinario dei MagdaClan (26/08 h 21.30, ingresso libero) proprio all'interno della Centrale di Larderello, luogo nevralgico della geotermia.


Teatro, musica, circo e soprattutto incontri, con degustazioni allestite dai migliori ristoratori della zona e la proposta BlaBlaTheater: serve un passaggio? (Info 058862089). Occasioni per condivisione, buoni pensieri e divertimento. Nelle serate dell'8 e 26 agosto a Larderello, dalle 19.30 in poi il pubblico può gustare, biglietto alla mano, le specialità della Comunità del Cibo a Energie Rinnovabili della Toscana, la prima comunità nel mondo a operare nel settore agroalimentare per il cibo ad energia pulita. 


FRA TERRA E CIELO è una manifestazione realizzata con il sostegno dei Comuni di Pomarance e Castelnuovo Val di Cecina, della Fondazione Cassa di Risparmio di Volterra e di Enel Green Power.

© Riproduzione riservata