Giulio Adriano

"Attimi" il primo singolo

stampa articolo Scarica pdf

“ATTIMI” il primo singolo di Giulio Adriano  Giulio Adriano è il nome d'arte di Adriano Giuliani. Nato e cresciuto a L'Aquila, Adriano sviluppa sin da bambino l'amore per la musica. A 5 anni, infatti, inizia a suonare il violino ed  a 10 viene ammesso al Conservatorio. Una carriera in ascesa la sua, che a 13 anni entra nell'Orchestra Internazionale giovanile della città di Lanciano. Il violino, cosi, diventa il suo compagno di viaggio, finché il tremore della terra scuote  in lui un nuovo sentimento. Dopo il violento sisma che nel 2009 colpi la città dell’Aquila, Giulio Adriano prese la decisione di intraprendere una carriera nel mondo del “canto Leggero” perché avendo vissuto quei terribili momenti che strapparono le vite dei suoi amici e parenti , ebbe la necessità di trasmettere qualcosa di immediato, e questa immediatezza L’ha trovata nel cantautorato. Nasce così il suo primo brano.
Il titolo presenta il significato dell’intero testo, dove l’autore vuole descrivere i diversi stati che si susseguono periodicamente all'interno dell’animo delle persone . Il pensiero ossessivo per noi stessi e l’incapacità di immedesimarsi nel prossimo, porta l’animo umano ad una sorta di auto-compiacimento, e se non cerchiamo di uscirne, risulta difficile anche vivere. Anche nella musica troviamo questi diversi stati d’animo che si susseguono; cambi di tempo negli incisi, e i due soli: il primo del violino ( suonato dallo stesso Adriano) che trasmette insicurezza e timidezza, accostato al solo di una chitarra elettrica dallo stile forte e incisivo metafora di un animo fiero e virile. La conclusione non del tutto scontata, la risoluzione che rimane sulla dominante e non risolve sulla tonica dopo l’inciso : “ stanchi di muoversi prendono forma i pensieri più grandi che ognuno porta con se, in fondo all'anima ci sei tu”; sintetizza tutto ciò che l’autore ha voluto esprimere all'interno della canzone.

© Riproduzione riservata