Lazio-Udinese 1-0

Vittoria preziosissima per la Lazio: Immobile su rigore piega l'Udinese

stampa articolo Scarica pdf

La Lazio piega 1-0 l’Udinese e inizia nel migliore dei modi la settimana che porterà al derby di andata di Coppa Italia. Contro i friulani decide dunque il rigore del numero 17,  autore del quattordicesimo sigillo in campionato e al termine di una partita difficile e bloccata sin dall’inizio

.Nel complesso Inzaghi può ritenersi soddisfatto dei tre punti conquistati, ma non della prova in generale della squadra: una Lazio mai veramente pericolosa, incapace di creare vere occasioni da gol. E come spesso accade nel calcio, partite così vengono risolte da un episodio, e in questa circostanza, dal presunto fallo di mano di Ali Adnan che dà il là al rigore di Immobile. Una vittoria pesantissima sia per come è arrivata sia per la classifica, i biancocelesti salgono a quota 50 punti e rimangono in scia dell’Atalanta, riducendo il gap con il terzo posto occupato dal Napoli a solo quattro lunghezze.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

LA CRONACA - Inzaghi opta dal primo minuto per Murgia, lasciando in panchina Milinkovic in vista del derby. La partita regala più sbadigli che azioni, e sono i friulani ad andare vicino al gol con un’imponente sgroppata di Zapata, sul quale Strakosha è attento e devìa in angolo. Il primo tempo scivola via senza nessuna vera occasione da rete: la Lazio cerca di spingere sulla destra, l’asse Patric-Anderson tenta di sfondare ma l’attenta retroguardia bianconera non si lascia sorprendere.

Nelle prime battute della ripresa, i padroni di casa alzano il ritmo alla ricerca del vantaggio, facendo girare maggiormente il pallone, ma le occasioni continuano a latitare. La svolta del match arriva al 70′, quando il bianconero Ali Adnan colpisce il pallone con il braccio. Sull’episodio in realtà nutrono molti dubbi, l’arbitro Pairetto ammonisce l’iracheno per proteste e dagli 11 metri Immobile fa il suo, spiazzando Karnezis. La partita finisce sostanzialmente qua, negli ultimi minuti i biancocelesti sono attenti a non subire il gol del pareggio, e Strakosha e tutta la difesa fanno buona guardia.Ora la testa va al derby di mercoledì. Una partita che potrebbe valere tutta la stagione: servirà una Lazio diversa da quella vista oggi.

Le parole di Simone Inzaghi in conferenza stampa: "La settimana si annuncia lunghissima. Ora prepareremo bene il derby, vogliamo giocarci al meglio la gara di andata e quella di ritorno per arrivare in finale. Dovremo fare una buona partita così come lo è stata quella disputata a dicembre in campionato, persa per errori individuali. Ci abbiamo messo molto impegno per arrivare in semifinale, vogliamo continuare l’avventura in Coppa Italia. Nel derby dovremo fare meglio, contro l’Udinese ci è mancato qualche giocatore importante, avevamo abituato tutti ad un gioco diverso. Dobbiamo recuperare le energie e preparare la sfida contro la Roma nel migliore dei modi. Rispetto agli ottavi con il Genoa e ai quarti con l’Inter in semifinale ci sarà un doppio confronto, dobbiamo considerare anche questo fattore". Mercoledì, innanzitutto, non si dovranno beccare gol. La Lazio, da calendario, giocherà in casa. 

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});  


Il tabellino
LAZIO (4-3-3): Strakosha; Patric (14′ st Milinkovic), de Vrij, Hoedt (14′ st Basta), Radu (34′ st Wallace); Murgia, Parolo, Lulic; Felipe Anderson, Immobile, Keita. A disp. Vargic, Adamonis, Bastos, Lukaku, Crecco, Mohamed, Lombardi, Luis Alberto, Djordjevic. All.Inzaghi.
UDINESE (4-3-3): Karnezis; Widmer, Danilo, Felipe, Samir; Badu, Kums (21’st Adnan), Jankto; Matos (29′ st Perica), Zapata, Thereau (14′ st Fofana). A disp. Perisan, Scuffet,Angella, Gabriel Silva, Heurtaux, Balic, Ewandro,  All. Delneri.
Arbitro: Pairetto (sez. Nichelino). Ass: Di Vuolo-Schenone. IV Uomo: Preti. Add: Banti-Saia.

Note: ammoniti de Vrij, Adnan, Danilo.

Fabio Pochesci 

© Riproduzione riservata