Michael Rodgers

Penso che il teatro obblighi il pubblico a pensare e a rivalutare alcuni aspetti della vita

stampa articolo Scarica pdf

Al teatro dei Conciatori dal 2 al 14 maggio sta andando in scena “Old Times”- Vecchi tempi, opera scritta da Harold Pinter, e diretta da Michael Rodgers. Attore, regista e insegnante scozzese, che ha lavorato con tanti artisti noti come Jack Lemmon, Matthew Broderick, Angelina Jolie, Mel Gibson, Heath Ledger, Alan Rickman, Timothy Hutton, Alec Baldwin, Peter Fonda, Willem Dafoe, Giancarlo Giannini, Roland Emmerich, Paul Schrader, Michael Christofer, Bryan Singer, Dean Devline, per citare alcuni degli attori e dei registi incontrati nel corso della sua carriera. Rodgers ha iniziato da giovane come attore, formandosi nella scuola di Larry Moss e lavorando poi in giro per il mondo tra gli Stati Uniti, l'Inghilterra e l'Italia. Quindi di tutto questo, dello spettacolo e di tanto altro il regista di “Old Times” ha parlato durante l’intervista fatta per UnfoldingRoma.

La prima domanda è su "Old Times", l’opera che sta andando in scena al teatro dei
Conciatori. Che tipo di rappresentazione teatrale
è?

Siamo onesti Mr Pinter non ci dà risposte. Ci obbliga a crescere e a pensare da soli. Non di seguire ma di sviluppare il nostro punto di vista. Io penso che questa fosse la sua missione segreta: di fare degli uomini dei giovani ragazzi. Pinter dice che le sue commedie sono reali ma non realistiche. Quando consideri i tradimenti per esempio. Una commedia che è stata scritta all'opposto (cioè la fine della commedia è l'inizio, l'inizio della commedia è la fine dei fatti), tu capisci molto in fretta che Pinter stava esplorando, inventando lo stile del teatro. Il suo stile molto specifico. Perciò io cerco di lasciare che la commedia parli da sè, sebbene ci siano state molte scelte basate sul mio istinto personale riguardo quel genere di mondo che Mr Pinter intendeva rappresentare.

Lets be honest Mr. Pinter does not give us answers. He forces us to grow up and think on our own. Not to follow but to develop our own points of view. I think this was his secret mission-to make men out of little boys. Pinter says his plays are real but they are not realistic. When you consider Betrayal for example, a play that is written in reverse (meaning the end of the play is the beginning), you understand very quickly that Pinter was exploring and re-inventing the style of the theater. His very specific style. Therefore I tend to leave the play to speak for itself, although there have been many choices made based on my instinct about what kind of world Mr. Pinter intended to represent.

Nel preparare questo lavoro, su cosa ha cercato di fare leva principalmente e
cosa si aspetta possa arrivare al pubblico?

Penso che il grande teatro obblighi il pubblico a pensare e, si spera, a rivalutare alcuni aspetti della loro vita…. come viviamo le nostre vite e, per questa commedia, per chi noi davvero stiamo vivendo quella vita. Per cui io spero che il pubblico esca dal teatro ponendosi domande, domande che riguardano le loro vite e la possibilità di cambiarle.

I always think great theater forces audiences to think and, hopefully, reevaluate certain aspects of their life....how we live our lives and for this play, for whom we are actually living that life. Therefore I hope that the audience leaves asking questions, questions that pertain to their lives and possibly to change.

Perché ha scelto di proporre come opera "Old Times"? Che cosa l’ha colpita?

Mi fu chiesto di aiutare gli attori nella parte iniziale della preparazione del pezzo prima che ne fossi il regista. Durante questo tempo sono rimasto affascinato dalla qualità evasiva di OLD TIMES e da quella dei personaggi (in particolare di Kate). Questo mi ha frustrato e allo stesso tempo intrigato in un modo che era difficile per me lasciarlo andare via dalla mia testa. Così quando mi è stato chiesto di dirigerlo è stato un onore e una sfida incredibile continuare a esplorare la commedia, in particolare l’aspetto della definizione e re-definizione del passato.

I was asked to come in and help the actors in the preliminary stages of the play before asked to direct.
During this time, I became fascinated by the evasive quality of OLD TIMES and of the characters (particularly Kate). This frustrated and intrigued me in a way that was difficult for me to let it out of my mind. So when I was asked to direct it became an honour and an incredible challenge to continue to explore the play in particular the aspect of the definition and re-difintion of the past.

Dal suo punto di vista, interno alla rappresentazione teatrale, come spiega la frase di Pinter il passato è ciò che tu ricordi, che immagini di ricordare, che ti convinci di ricordare, oppure fingi di ricordare”?

Questo è difficile in quanto Pinter ci lascia sempre senza risposte definitive. Penso che quello che voleva dire è che non abbiamo veramente nessuna sicurezza di nulla in modo particolare, di nulla che abbia a che fare con il passato, qualcosa che per alcuni di noi è liberatorio e per altri è catastrofico… e fissarsi su questo, o peggio insistere nella nostra interpretazione di questo, porta a rivalità non necessarie. Potrei andare avanti ma Proust ha già esplorato questo argomento per cui delego lui.

Thats tough as Pinter always left us hanging with no definitive answers. I think what he was saying is, we don’t really have any certainty of anything specifically anything that has to do with the past, which for some of us is liberating and for others catastrophic..and to fixate on this, or worse, to insist on our interpretation of this, leads to unnecessary rivalry. I could go on but Proust already explored that topic therefore I defer to him.

Ha una lunga carriera nel mondo della recitazione, prima da attore, poi come insegnante e infine anche come regista. Tre modi diversi di interpretare la recitazione. A quale si sente più vicino e di ognuno che definizione darebbe rispetto al suo modo di svolgere questi tre ruoli?

Un attore vive il suo ruolo attraverso la sua tecnica e attraverso la propria esperienza, la memoria del sangue, etc. etc. in circostanze immaginarie. Un insegnante aiuta gli attori a capire questi elementi e un regista usa le capacità degli attori per orchestrare la sua visione del pezzo teatrale. Io penso che il fatto di essere un attore e poi un insegnante mi ha permesso di combinare la mia conoscenza. Quello si combina con la mia conoscenza di aiutare l'attore ad accedere al suo potenziale, mi aiuta come regista a guardare oltre le performance individuali e a ritrovare la spina dorsale del pezzo. L’intento dell'autore.

An actor lives the role through his technique and through his own life experience, blood memory etc, in the imaginary circumstances. A teacher helps the actors understand these elements and a director uses the capabilities of the actors to orchestrate his vision of the play. I think the fact I was an actor, and then a teacher enabled me to combine my knowledge. What worked for me, or what did not work for me as an actor combined with my knowledge of helping the actor access their potential helps me as a director to look beyond the individual performances and find the spine of the play. The intent of the playwright.

Come mai e quando ha scelto di fare l’attore?

Ho imparato molto presto nella vita che qui abbiamo poco tempo, e l'unico modo per creare una sorta di espansione di quell’inevitabile limite era diventare un attore e vivere diverse vite per quanto immaginarie.

I knew very early on in life that we have a very brief time here, and the only way to create some kind of expansion of that inevitable limit was to become and actor and live various lives albeit imaginary.

E come ha iniziato?

Ai tempi della scuola ero davvero un ragazzo timido. Questo mi infastidì così, quando iniziarono a fare recite scolastiche, trovai il modo di partecipare, che mi permise di esprimere le cose che non ero in grado di dire o di fare.

I was very shy when I was socialized at school . This bothered me so, when they began to do plays at school, I found a way to participate that enabled me to express the things we were not allowed to say or do.

Che ricordo ha del periodo in cui ha studiato nella scuola di Larry Moss?

Davvero tanti. Potrei parlare di Larry per ore. Grande Maestro. Grande uomo. Incredibilmente empatico. Larry è sempre stato un mentore per me e mi ha insegnato, come insegnò a lui la grande Stella Adler, che siamo al servizio dello scrittore. Che non possiamo abbassare la pièce al nostro livello, ma dobbiamo innalzarla al livello dello scrittore.

Questa è la sfida dell'attore. Trovare in noi stessi la magnificenza dello scrittore.

So many. I could talk about Larry for hours. Great teacher. Great man. Incredibly empathetic. Larry has always been a mentor to me and taught me, as was taught to him by the great Stella Adler, that we are in service of the writer. That we cannot bring the play down to our level but have to rise to the writer. That is the challenge of the actor. To find the greatness of the writer in ourselves.

Quando insegna cosa consiglia e su cosa punta per formare l’attore di domani?

Diventare così bravo affinché loro debbano assumerti. Non aspettare di essere scelto. Non smettere di studiare. Non riguarda mai te, riguarda sempre lo scrittore.

Become so good that they have to hire you. Don’t wait to be picked. Don’t stop studying. It’s never about you is always about the writer.

Che ne pensa del cinema di oggi?

Credo che il cinema sia completamente diviso. Ci sono film che creano denaro e film che creano sostanza. Non farmi parlare di questo argomento.

I think Cinema is completely divided. Films that make money and films that matter. Dont get me started on this.

Che ne pensa del teatro di oggi?

Credo che, come in ogni altro tempo della storia, il teatro sia in evoluzione. Se consideri il Musical Hamilton in America, puoi notare che, anche se è una pièce storica, è stata designata e creata in modo che faccia appello al periodo della “young generation”. Davvero simile a ciò che fece Osbourne negli anni 50. Trovo questo così eccitante e pieno di speranza per i giovani affinché reinvestano nella magia del ‘live theatre’.

I think, like any other time in history that theater is evolving . If you consider the Musical Hamilton in America, you can see that, even though it is a historic piece it was designed and created in a way that appealed to the beat of the young generation. Very similar to what Osbourne did in the 50s. I find this sooo exciting and full of hope for the youth of today to reinvest in the magic of live theater.

C’è un film di questo periodo che l’ha colpita?

Ho amato molto MOONLIGHT… ho pensato che fosse semplicemente meraviglioso, musica splendida e la regia innovativa ed incredibilmente umana.

I loved MOONLIGHT...thought that the performances were simply marvellous, music gorgeous and the direction fresh and incredibly human.

Ha lavorato tra l’Inghilterra e gli Stati Uniti e adesso anche l’Italia. Di questi tre paesi cosa pensa in merito al cinema e al teatro?

Questa è una lunga discussione. In Inghilterra si studia voce, Shakespeare, scherma e dizione per anni... la tradizione è antica. Rispettata. Onorata. Hanno appena finito una produzione di Hedda Gabler con solo una lattina di fagioli in scena ed era sold out... nessun biglietto rimasto. L'America è un mix di molte tradizioni, dove il successo viene applaudito e il duro lavoro è la ricompensa per gli artisti.

L'Italia è un Paese difficile per l'artista. Credo che la bellezza sia considerata più importante del duro lavoro e del talento. ‘Political strategy’ ad esempio conoscere la ‘gente giusta’ è un talento che promuove di più della propria conoscenza. Questa è una vera preoccupazione per gli studenti a cui insegno e una tragedia per un paese costruito sulla grandezza della propria cultura e il contributo artistico alla storia dell’umanità. Prego affinché questo possa cambiare.

This is a long discussion. In England they study voice, Shakespeare, fencing and diction for years ...the tradition is ancient. Respected. Honoured. They have just finished a production of Hedda Gabler with only a can of Beans on stage and it was sold out...not one ticket left.

America is a mix of multiple traditions, where success is applauded and hard work reward for the artist.
Italy is a tough country for the artist. I fell beauty is considered more important than hard work and talent. Political strategy i.e. knowing the right people is a talent that is promoted more than one’s knowledge. This is a genuine concern of the students I teach and for me a tragedy for a county built upon the greatness of its culture and artistic contributions to the history of mankind. I pray this will change.

Lasciando per un momento il suo lavoro, che cosa le piace e cosa no dell’Italia?

Credo che l'Italia sia uno dei Paesi più belli al mondo. Il cibo è eccellente. Il mare e le spiagge sono spettacolari e i paesaggi di campagna tolgono il fiato.

Gente appassionata che sfortunatamente sta cercando una nuova strada.

I think Italy is one of the most beautiful countries in the world. Food is excellent. The seas are spectacular the countryside breathtaking. Passionate people who unfortunately are looking for a new way.

Con quale attore o regista vorrebbe lavorare. O se c’è una storia, un tema in particolare, che tramite il suo lavoro vorrebbe raccontare al cinema o in teatro?
Dopo "Old Times" quali sono i suoi progetti futuri?

Sono sempre alla ricerca di qualcosa di nuovo che parli di che cosa accade oggi, in particolare alla gioventù che sento che sta crescendo in uno dei momenti più terrificanti della storia. Il problema è che sento che vi è una scarsità di scrittori a cui è stata data l’opportunità di dare voce alla verità attuale. Una storia che dura da lungo tempo. Ibsen, Strindberg, Shaw, Williams furono tutti censurati per aver scritto riguardo a cose che il mondo non era pronto ad ascoltare, ma nonostante questo essi hanno continuato e perseverato. Incoraggio questo. Comunque io sono in minoranza. Mi è stato anche chiesto di mettere in scena al teatro Franco Parenti the Fall con Susanna Beltrami che ha la scuola di danza milanese DANSE HAUS, riconosciuta a livello internazionale e di questa richiesta sono entusiasta.

I am always looking for something fresh something that speaks about what is happening now, particularly to the youth who I feel are growing up in one of the most terrifying moments in history. Problem is that I feel there is a shortage of writers who are given the opportunity to voice the actual truth. An age old story. Ibsen, Strinberg, Shaw, Williams were all censored for writing about issues that the world was not prepared to hear however they persevered. I encourage that. However I am in the minority. I have also been asked to do a play at the Franco Parenti in the Fall with Susanna Beltrami who has the world recognized dance school in Milan DANSE HAUS which I am very excited about.

Perché le persone secondo lei dovrebbero venire a vedere "Old Times"?

È un’opera d'arte. Prodotta davvero raramente. Unica e provocante. È Pinter. Uno dei più grandi. Non più su questa terra, eppure le sue opere continuano a vivere. È abbastanza?

It’s a piece of art. Done very rarely. Unique and thought provoking. It is Pinter. One of the greats. No longer here yet his plays will live on. That enough?

Sabrina Redi 

© Riproduzione riservata