Lazio-Fiorentina 1-1

Il Var ferma la Lazio: con la Fiorentina è un pareggio che sa di beffa

stampa articolo Scarica pdf

Il VAR ferma la Lazio. I biancocelesti pareggiano 1-1 con la Fiorentina e vedono sfumare all'ultimo una vittoria che sarebbe stata preziosissima, sia per la classifica che per il morale.

Un episodio che fa e farà molto discutere, per il presunto fallo di Caicedo sul viola Pezzella. Rivedendo le immagini è netto il contatto dell'attaccante laziale con il pallone: una decisione difficile da comprendere, con il VAR chiamato quasi due minuti più tardi dell'intervento. La scelta finale di Massa lascia molti dubbi.

La Lazio lascia sul campo dell'Olimpico due punti che le avrebbero permesso di superare la Roma e volare a quota 31, ma soprattutto per reagire e archiviare la sconfitta del derby.

Se i biancocelesti hanno una colpa, la si può indicare nel non aver chiuso la partita, soprattutto nel primo tempo, quando le occasioni fioccavano ma la mira continuava ad essere imprecisa.

[La gioia di de Vrij per la terza rete stagionale sembra indirizzare la partita sul binario giusto: i viola spaventano  Strakosha nei primi minuti, ma il portiere albanese aveva chiuso la saracinesca. Poi il gol dell'olandese appunto, gran stacco di testa a scavalcare Sportiello.

Luis Alberto e  Immobile duettano spesso e creano diverse occasioni pericolose, ma manca il guizzo decisivo.

Nella ripresa la Fiorentina crea molto di più e soprattutto nel finale sfiora più volte il gol. Strepitoso ancora Strakosha, bravo a bloccare ogni tiro dei toscani, e superlativo sulla sforbiciata di Pezzella, prima del fischio del VAR. 

Grande occasione prima del pareggio viola per Parolo e Luis Alberto, ma un doppio miracolo di Sportiello nega la gioia del raddoppio. Appuntamento a domenica prossima per un match delicatissimo, a Genova in casa della Samp. La Lazio dovrà riscattare questa delusione che pesa molto.



Le parole di Simone Inzaghi in conferenza stampa: "Fabbri avrebbe dovuto richiamare Massa anche nel primo tempo quando è stato atterrato Parolo. Come lo ha chiamato per Caicedo, avrebbe dovuto farlo nell’episodio precedente. Con l’utilizzo del Var bisogna progredire, dobbiamo abituarci noi allenatori e gli arbitri, sbagliamo tutti. A Cagliari l’altra sera c’è stata qualche inesattezza. Dispiace pareggiare così al novantunesimo. Da giorni mi fanno rivedere il rigore di Bastos nel derby, è un intervento scomposto, ma il contatto con Kolarov ancora non riesco a vederlo. Mi dispiace, è la seconda volta che succede in sette giorni, ma devo pensare al campo. I miei avevano tirato fuori tutto.La Fiorentina è un’ottima squadra, ha giocato bene, farà soffrire tutti e migliorerà la classifca. Peccato perché ormai avevamo quasi finito la partita. Se Parolo di testa avesse segnato il gol del raddoppio non ci sarebbe stata alcuna discussione



Lazio-Fiorentina 1-1


Marcatori: 25' de Vrij (L), 93' rig. Babacar (F)



LAZIO (3-5-2): Straskosha; Bastos, de Vrij, Radu; Marusic (76' Basta), Parolo, Leiva, Milinkovic, Lulic (62' Lukaku); Luis Alberto (88' Caicedo), Immobile.


A disp. Vargic, Guerrieri, Wallace, Patric, Luiz Felipe, Murgia, Neto, Palombi.


All. Simone Inzaghi


FIORENTINA (4-3-3): Sportiello; Laurini (65' Vitor Hugo), Pezzella, Astori, Biraghi; Benassi (77' Saponara), Badelj, Veretout; Chiesa, Simeone, Thereau (60' Babacar). 


A disp. Dragowski, Cerofolini, Gaspar, Milenkovic, Olivera, Sanchez, Cristoforo, Dias, Eysseric, Lo Faso. 


All. Stefano Pioli


ARBITRO: Massa (sez. Imperia). Ass: Schenone-Tasso. IV: Ghersini. VAR: Fabbro. AVAR: Longo.


NOTE. Ammoniti: 11' Astori (F), 49' Laurini (F), 87' Radu (L)


Recupero: 1' pt; 5' st

Fabio Pochesci 

© Riproduzione riservata