Lazio-Torino 1-3

Lazio-Torino 1-3

Lazio, ancora danneggiata: Giacomelli e il VAR fermano la corsa Champions

stampa articolo Scarica pdf

E' successo ancora. Ancora una volta il VAR compromette il cammino Champions della Lazio. Una partita falsata, compromessa dall'arbitro Giacomelli. Un'altra volta si assiste a scelte arbitrali inspiegabili, ai danni dei biancocelesti che per l'ennesima occasione devono recriminare.Ci sono pochi dubbi ormai: non può essere più un caso, la Lazio è danneggiata e vittima di un qualcosa che va oltre il singolo errore arbitrale. Dal fallo di Bastos su Kolarov, passando per la gara con la Fiorentina a quella di Marassi:  L'episodio che indirizza il match è sul finire del primo tempo: il rigore a dir poco netto non concesso per fallo di mano di Iago Falque e la conseguente espulsione di Immobile per condotta “violenta” ai danni di Burdisso. Giacomelli, seppure a pochi metri non vede, il VAR viene chiamato in causa ma solamente per espellere l'attaccante laziale. Difficile commentare quello che è successo questa sera: evidentemente questa squadra inizia a dar fastidio. Con l'utilizzo della tecnologia, è la quarta volta consecutiva che gli episodi girano a sfavore della squadra di Inzaghi. Con una giornata di campionato che aveva visto solamente pareggi per le prime delle classe, l'occasione di accorciare in classifica era davvero ghiotta: una beffa pesantissima per la Lazio che vede stopparsi ancora una volta la corsa per i piani alti.  Nel secondo tempo poi, con l'uomo in più, per il Torino è tutto più facile: i gol di Berenguer e Rincon annullano le possibilità dei biancocelesti, e il bel gol di Luis Alberto, è l'unica immagine positiva di una serata da incubo. Il terzo gol di Edera chiude poi definitivamente l'incontro. 

La Lazio dovrà essere ora brava a ripartire e provare a lasciarsi alle spalle tutti questi episodi, concentrarsi per la gara di Coppa Italia e soprattutto perla trasferta di domenica a Bergamo.

Ecco le parole di Simone Inzaghi in conferenza stampa: "La terna ci ha fatto perdere la partita. Alla fine del primo tempo, dopo 4 domeniche di fila, non ce l’ho fatta a non dire al quarto uomo quale scandalo fosse stato consumato. Siamo tutti scossi, ci sentiamo derubati. Non è possibile così.Con Massa, Giacomelli, Fabbri sono successe troppe cose e ora io sono il primo a farsi domande. Figuriamoci come possa dare risposte ai miei giocatori. Se avessimo vinto saremmo in zona Champions, invece ora dobbiamo guardarci le spalle dalle inseguitrici e sarà difficile dimenticare quello che è successo. La situazione diventa sempre più pesante, nella ripresa la Lazio aveva perso la testa in campo, è impossibile ragionare dopo tutti questi errori. Dovremo tornare lucidi già giovedì in Coppa Italia". Poi su Immobile: "Il giudice sportivo vedrà le immagini, non c’è nulla. Sarebbero una beffa due giornate di squalifica. Burdisso mi ha detto personalmente che Ciro non lo aveva toccato".

Il tabellino


Lazio-Torino 1-3


Marcatori: 54' Berenguer (T), 64' Rincon (T), 69' Luis Alberto (L), 73' Edera (T)


LAZIO (3-5-2): Strakosha; Bastos (55' Basta), de Vrij, Radu; Marusic (55' Felipe Anderson), Parolo, Leiva (58' Caicedo), Milinkovic, Lulic; Luis Alberto; Immobile. A disp. Vargic, Guerrieri, Patric, Wallace, Luiz Felipe, Murgia, Lukaku, Jordao, Palombi. All. Simone Inzaghi

TORINO (4-3-3): Sirigu; De Silvestri, N'Koulou, Burdisso, Molinaro; Rincon (85' Acquah), Valdifiori, Baselli (75' Obi); Iago Falque (70' Edera), Belotti, Berenguer.

A disp. V. Milinkovic, Ichazo, Lyanco, Moretti, Barreca, Fiordaliso, Kone, Boye, De Luca. All. Sinisa Mihajlovic

ARBITRO: Giacomelli (sez. Trieste). Ass: Passeri-Crispo. IV: Chiffi. VAR: Di Bello. AVAR: Carbone.

NOTE. Ammoniti: 41' N'Koulou (T), 68' Milinkovic (L)

Espulsi: 45'+1' Immobile (L)

Fabio Pochesci 

© Riproduzione riservata