Roma Empoli Match Report

IL PESSIMISMO DELLA RAGIONE, L'OTTIMISMO DELLA VOLONTA'. (Antonio Gramsci)

1100
stampa articolo Scarica pdf

IL PESSIMISMO DELLA RAGIONE, L'OTTIMISMO DELLA VOLONTA'. (Antonio Gramsci)

 ROMA: (4-3-3): De Sanctis – Maicon, Manolas, Yanga Mbiwa, Cholevas – Pjanic, Keita, Nainggolan – Ljajic, Totti, Iturbe.

EMPOLI: (4-3-1-2): Sepe – Hysaj, Barba, Rugani, Mario Rui – Vecino, Valdifiori, Croce – Saponara – Maccarone, Pucciarelli.

ARBITRO: Russo, coadiuvato dai guardalinee Preti e Paganessi. Quarto uomo Longo. Addizionali di porta Tagliavento e Merchiori.

Eppure Roma - Empoli sembrava fosse una partita già giocata...ma in realtà era Roma-Empoli match di campionato e non di Tim Cup... la sensazione però era la stessa, ed anche il match non si è discostato molto da quella partita giocata più di una settimana fa, l'unico inconveniente è che in questo caso non sono arrivati i tempi supplementari a supporto di una Roma che stentiamo a riconoscere. L'Empoli parte irruenta, pur trovando una Roma piuttosto composta, anzi il possesso palla nei primi dieci minuti di gioco sembra appartenere alla Roma che si fa trovare pronta anche sulle iniziative prima di Saponara e sulla percussione di Pucciarelli poi. Anche Keità ci prova ma la sua conclusione è di poco alta. Al 12' la Roma ci prova con un calcio d'angolo, che però non si realizza in un'azione pericolosa e permette all'Empoli di allungarsi verso l'area giallorossa, un attento Manolas evita l'azione, ma un errore di Nainggolan, poi ripresosi su Hysaj fa tremare la difesa. Solo al 18' un affondo di Iturbe impensierisce l'area dell'Empoli, la Roma incalza e conquista un calcio di punizione sulla trequarti battuto da Ljajic direttamente nell'area avversaria Yanga-Mbiwa colpisce di testa ma si fa trovare in fuorigioco. Al 21' in piena azione Iturbe si gira su se stesso cadendo a terra, dovrà essere sostituito con Florenzi per una distorsione all'arto ed alla caviglia. 27' di gioco, Valdifiori verticalizza in area verso Maccarone che si fa trovare impreparato e permette a De Sanctis di bloccare la palla con sicurezza. Nonostante la Roma ci provi, anche con un buon Florenzi, l'Empoli tiene campo e appare sempre in superiorità numerica sulle ripartenze della Roma o nelle sue apparizioni in area, mettendo in difficoltà i giallorossi in più di un'occasione, squadra compatta in difesa e aggressiva in fase offensiva, Keità ai microfoni durante un'intervista dirà di aver trovato una Roma “impaurita”, appannata senza la sua solita sicurezza, ed è effettivamente sono diverse partite che questa sensazione tocca tutto il mondo giallorosso...e non, compresi i nostri avversari. Al 38' Saponara si spinge nell'area di De Sanctis, Manolas chiude commettendo fallo, espulsione per il difensore e calcio di rigore assegnato all'Empoli che un freddo Maccarone insacca sul lato destro di De Sanctis Roma 0 Empoli 1. Al 40' dentro Astori fuori Totti. Al 42' ammonizione di Saponara, che dopo 5 minuti in pieno recupero cerca di controllare palla con l'uso del braccio in area di rigore, giallo, la somma di ammonizioni riporta le squadre in parità numerica. Secondo tempo, primi minuti di gioco ben tenuti dalla Roma, che si affaccia con Ljajic e Nainggolan, al 12' con un'assist di Pjanic per Maicon arriva il pareggio, Roma 1 Empoli 1. Fuori Maccarone entra Zielinski. La Roma sembra aver ritrovato un po' di smalto ed anche Astori tenta la realizzazione, ma trova la traversa. Al 63' Yanga-Mbiwa sventa l'iniziativa di Pucciarelli ed al 71' Valdifiori viene ammonito per fallo su Nainggolan. Al 79' Florenzi ci prova dai 25mt, ma la palla va di poco fuori. Esce Maicon ed entra Verde, per l'Empoli esce Valdifiori ed entra Signorelli. Arriveranno anche l'ammonizione di Astori e Nainggolan, la Roma negli ultimi minuti proverà in più di un'occasione a violare la porta avversaria ma l'Empoli si conferma squadra ostica ed intelligente. Finisce 1-1 con una Roma nuovamente coperta dalle polemiche...

Laura Tarani

© Riproduzione riservata