Il Nullafacente

Teatro Biblioteca Quarticciolo 17 febbraio ore 21.00 e 18 febbraio ore 18.00

370
stampa articolo Scarica pdf

“Il Nullafacente” di Michele Santeramo con la regia di Roberto Bacci per la prima volta a Roma al Teatro Biblioteca Quarticciolo, 17 febbraio ore 21.00 e 18 febbraio ore 18.00 
Il Nullafacente di Michele Santeramo con la regia di Roberto Bacci è una riflessione universale sull’esistenza, sul modo di assaporare e vivere il tempo in un’epoca in cui non è concesso farlo, è un paradosso sulla ricerca della felicità. Michele Santeramo, vincitore del premio Hystrio 2014, racconta cosa non si deve fare per essere felici, cosa bisogna fare per saper esistere. 

Il Nullafacente è una grande storia d’amore nel suo confrontarsi con la fine, con il limite con l’interpretazione di Vittorio Continelli, Savino Paparella, Silvia Pasello, Francesco Puleo, Tazio Torrini, una produzione Fondazione Teatro della Toscana.

Il Nullafacente per la prima volta a Roma al Teatro Biblioteca Quarticciolo il 17 febbraio alle ore 21.00 e il 18 febbraio alle ore 18.00.


In un tempo che richiede presenza, prestanza, efficienza, lavoro, programmazione, qui il protagonista è uno, il Nullafacente (Michele Santeramo) che non fa niente. E non è facile perché anche il far niente ha bisogno di metodo, applicazione, pazienza, determinazione.

Ha una Moglie malata terminale (Silvia Pasello) e forse per fortuna, perché essendo incurabile, non bisogna far nulla per provare a guarirla. Sarebbero felici se il mondo attorno a loro li lasciasse in pace anziché accanirsi ognuno con le proprie regole e la propria morale. Il Fratello (Francesco Puleo), il Medico (Tazio Torrini), il Proprietario (Vittorio Continelli) sono una sfaccettatura di quel mondo dal quale il Nullafacente ha deciso di star fuori, tipologie umane facilmente riconoscibili, che non sono necessariamente esempi negativi ma solo un altro modo di intendere la vita, opposto a quella del Nullafacente. 



Crediti Il Nullafacente di Michele Santeramo con Vittorio Conticelli, Silvia Pasello, Francesco Puleo, Michele Santeramo, Tazio Torrini musiche Ares Tavolazzi | luci Valeria Foti, Stefano Franzoni | assistente alla regia Silvia Tufano | assistente ai costumi Benedetta Orsoli | allestimento Sergio Zagaglia, Leonardo Bonechi | immagine Cristina Gardumi | foto di scena Guido Mencari regia e spazio scenico Roberto Bacci produzione Fondazione Teatro della Toscana


© Riproduzione riservata