Udinese-Roma 0-2

Under trascina la Roma: terza vittoria consecutiva per i giallorossi

391
stampa articolo Scarica pdf

Terza vittoria consecutiva per la Roma che sbanca Udine grazie a un colpo da maestro del gioiello del momento: Cengiz Under. Una stoccata da grande giocatore, talento letteralmente scoppiato nelle ultime settimane. In zona Cesarini chiude Perotti: al Friuli finisce 0-2. 

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});

CRONACA

Partita molto equilibrata nelle fasi iniziali. Udinese come sempre messa molto bene in campo grazie alla sapienza tattica del suo mentore, Massimo Oddo. Intelligente Di Francesco, che rilancia De Rossi ma che soprattutto riconsegna ai suoi quel 4-2-3-1 con cui perfettamente si espressero fino alla scorsa estate: Nainggolan incursore offensivo sembra tornato ai vecchi fasti. Primo tempo molto equilibrato: buona Udinese, non male la Roma che prova a colpire coi suoi uomini più in forma, El Shaarawy e Under. Proprio il turco è l’elemento più brillante, quello che sembra poter dar la sensazione di poter sbloccare la gara con le sue giocate. Bizzarri risponde a Under, il faraone sbaglia da ottima posizione: il primo tempo si chiude a reti inviolate.

La seconda frazione chiama la Roma: i giallorossi devono cercare il colpo esterno, per trovare la terza vittoria consecutiva. L’Udinese regge e contrattacca, spinta dal calore della curva bianconera. Roma pericolosa in più di un’occasione, trascinata da Edin Dzeko, perfetto nei movimenti offensivi. Perica salta Fazio ma non riesce a superare un lucidissimo Alisson, perfetto come nelle ultime apparizioni. Alla Roma serve qualcuno che tiri fuori il coniglio dal cilindro: ci pensa Under, l’uomo del momento, con un colpo da biliardo, una vera e propria stoccata. Sinistro secco all’angolino dalla trequarti offensiva di destra, classica meraviglia che può offrire un giocatore con le sue caratteristiche: tiro imparabile, Bizzarri battuto. L’Udinese prova a replicare: Alisson respinge un diagonale di De Paul, entra Maxi Lopez per aumentare il carico offensivo. I friuliani si scoprono, la Roma resiste nonostante i 4 minuti di recupero decretati dalla direzioni di gara, e in contropiede trova anche il raddoppio che chiude definitivamente la contesa: transizione condotta da Nainggolan, filtrante per Perotti che d’esterno beffa ancora Bizzarri e porta in paradiso il settore ospiti capitolino.La Roma torna da Udine con un 2-0 pesantissimo: terza vittoria consecutiva per Di Francesco, Champions più vicina.

(adsbygoogle = window.adsbygoogle || []).push({});  

BILANCIO 

Bene la Roma, una grande squadra ritrovata e convinta dei propri mezzi. Bene sopratutto nella ripresa, abile a ribattere colpo su colpo aspettando la mossa giusta per vincere la battaglia friulana. 9 punti che restituiscono gioia e serenità ad un ambiente in crisi dopo i deludenti risultati invernali, 9 punti che rilanciano i giallorossi verso una primavera in cui si giocheranno molto. Di Francesco e la sua cultura del lavoro sembrano aver ripreso in mano uno spogliatoio in difficoltà dopo tante chiacchiere e polemiche, dopo voci di mercato quantomeno destabilizzanti. Dzeko è rimasto, il gruppo è saldo, lo Shaktar è avvisato. Adesso il tecnico abruzzese avrà qualche giorno per preparare al meglio la trasferta ucraina: i quarti di finale di Champions sembrano alla portata, questa Roma può ambire a tornare tra le prime otto d’Europa. Il calcio è questo, tutto può cambiare nel giro di qualche settimana. Quello che solo qualche settimana fa sembra un ambiente depresso, adesso può tornare a sognare.

© Riproduzione riservata