Stag E Paola Pessot: ApeRiver Tra Musica E Amore

Stag E Paola Pessot: ApeRiver Tra Musica E Amore

Tutti gli ospiti del 29 Marzo da Marmo.

stampa articolo Scarica pdf

Il giovedì prima delle feste è di per se già una festa ed il nascosto giardino sanlorenzino nei pressi del Verano, curato dai fratelli Marazzotti e Pizzolorusso, è rifiorito col primo sole primaverile, svegliandosi dal lungo letargo in cui l'inverno lo aveva addormentato. E il risveglio è dei più dolci, grazie alle note soavi degli STAG, ospiti principali di ApeRIVER, che ha offerto al numeroso pubblico giunto una data quasi sanremese per la mole di musica e artisti visti sul palco. Il leader Marco Guazzone e i suoi, tengono banco con alcuni dei pezzi che più li hanno resi noti alla folla dei fans arrivati ad applaudirli, a cui la band romana accolta dal frontman padovano Giusva, si è donata raccontando gli ultimi successi che li ha visti protagonisti, tra una nomination ai David2018 e prestigiose collaborazioni con nomi del calibro di Andrea Bocelli e Ed Sheeran. In apertura è toccato all'attrice Paola Pessot inaugurare il palco, con un'intervista in cui ha raccontato del prossimo spettacolo L'Amore è una Sostanza Stupefacente, che sarà in scena al CometaOFF il prossimo 6 e 7 Aprile. Con lei anche il co-protagonista Alessandro Parrello, insieme al regista e co-autore Alessandro Bardani, che in questo momento sta lavorando alla sceneggiatura del prossimo film in uscita a Dicembre 2018, che vedrà il ritorno di Christian De Sica alla regia, oltre che protagonista. Ad aprire il palco ci hanno pensato i giovani talenti del compositore Lorenzo Botteghello, i cantautori Elia e Domenico Imperato e la band pescarese Vanesia. In chiusura spazio anche al rap e al trap di Cesco e del collettivo Spleen78, seguito da un copioso gruppo di fans che hanno ballato forsennatamente le rime dei rapper romani. Tra gli applausi anche quelli dello chef Stefano Crialesi e di Giorgia Botticelli l'Artista dei Chiodi, accompagnata dal collezionista e amatore d'auto d'epoca Alessandro Conti giunti al locale s'una fiammante Cadillac Devill del '63.

Roberta Savona
Foto Marco Portanova 

© Riproduzione riservata