Per Strada: Debutto Romano Del Regista Raphael T.Vogel

Per Strada: Debutto Romano Del Regista Raphael T.Vogel

All'OFFOFF Theatre arrivano Adriana Asti, Nancy Brilli, Vladimir Luxuria. Si vede anche Nanni Moretti. Tanti gli applausi per il testo di Francesco Brandi, prodotto dal Teatro Franco Parenti di Milano, in scena a Roma fino al 22 Aprile.

stampa articolo Scarica pdf

Sono sospesi come neve leggera sul palco del teatro di Via Giulia, Jack e Paul, i giovani protagonisti di Per Strada, due trentenni così diversi e così uguali tra loro, bloccati da una tormenta che li mette a confronto.

La prima regia di Raphael Tobia Vogel, figlio d'arte della grande Andrée Ruth Shammah, racconta la storia di una generazione che, da qualsivoglia prospettiva la si osservi, risulta inevitabilmente sull'orlo del baratro si, ma col sorriso. Il pregevole testo di un giovanissimo Francesco Brandi all’OFF/OFF Theatre insieme a Francesco Sferrazza Papa, è messo in scena da Tobia Vogel con una spontaneità che ha disarmato il pubblico, rapito per oltre un'ora da un linguaggio leggero e cambi di scena semplici ed efficaci. I due attori di talento su cui è il Teatro Franco Parenti di Milano a investire, recitano una piéce che, partita da Milano, ha già fatto tappa a Napoli raccogliendo applausi e grandi critiche e rimarrà a Roma fino al prossimo 22 Aprile. Tra le prime file del luminoso teatro, accolti dal direttore artistico Silvano Spada e dalla direttrice organizzativa Carmen Pignataro, arrivano liberandosi in applausi fragorosi al termine della pièce: Nancy Brilli, Vladimir Luxuria, Pino Strabioli, Adriana Asti con il marito Giorgio Ferrara, Ennio Coltorti, il giornalista RAI Giovanni Anversa, Daniela Piperno, Sergio Bustric, gli affascinanti Paolo Mazzarelli e Serena Iansiti, quest'ultima insieme agli amici Sergio Sozzo direttore di Sentieriselvaggi.it e all'attrice Laura Sinceri. E poi ancora il direttore artistico dei teatri Alessandro Longobardi, le attrici Valentina De Giovanni, Cristina Golotta e Rocco Castel insieme a Enzo Garramone, Achille Occhetto con la moglie Aureliana Alberici, l’artista dei chiodi Giorgia Botticelli, tutti pronti a festeggiare la compagnia e il suo regista, che oltre al successo per lo spettacolo appena andato in scena, brinda al suo trentesimo compleanno di fianco a sua madre Andrée. Nella seconda in programma a Via Giulia, è arrivato anche Nanni Moretti, la cui intelligente ironia è sicuramente stata fonte d'ispirazione per il brillante Francesco Brandi, che con il suo testo vince e convince proprio tutti.

Articolo di Roberta Savona Foto a cura di Cosimo Sinforini

 

© Riproduzione riservata