MY ZIZI JEWELS BY MICHELA VALLOTTO

MY ZIZI JEWELS BY MICHELA VALLOTTO

Il brand “My ZiZi Jewels” è una linea di gioielli artigianali realizzati a mano dalla designer italiana di Michela Vallotto.

1063
stampa articolo Scarica pdf

Talvolta per stravolgere il nostro outfit e cambiarne completamente lo stile basta poco. Ad esempio i gioielli. Da un paio di orecchini a un collier. Dal bracciale minimalista a quello pieno di charms. Non possiamo infatti chiamarli semplicemente accessori. I gioielli ci vestono tanto quanto gli abiti. Caratterizzano le mode del momento e definiscono il nostro “mood”.

Il brand “My ZiZi Jewels” di Michela Vallotto è una linea di gioielli artigianali realizzati a mano. Designer italiana Michela, dopo aver lavorato per anni in altri settori, decide di dare ascolto alle sue passioni per seguire un percorso di arte e creatività che la porta a diventare una artigiana nel meraviglioso mondo della gioielleria. La sua è una linea di pezzi unici o proposti come “capsule collection” in edizione limitata. Le sue tecniche lavorative combinano la lavorazione tradizionale della gioielleria a concetti contemporanei del design in una ricerca di stile moderno e contemporaneo ma comunque molto femminile. Ogni gioiello è realizzato a mano singolarmente.

Lei stessa ci racconta:

Sono da sempre innamorata dei metalli, l'ottone in modo particolare. Come un'alchimista cerco di mescolare ingegno, esperienza, creatività e passione, dando vita a gioielli che vivano di un'anima propria, pronta a fondersi e ad amplificare quella di chi li indossa.

Conosciamola meglio.

Michela, cosa significa oggi per te femminilità?

Essere femminile per me è essere "tres charmant". Non occorre essere belle, alte, vestirsi con tacchi o con vestiti che fanno intravedere il corpo, è qualcosa di innato, è un modo di porsi, piccole sfumature che rendono la donna femminile.

Credi alla nuova figura dell’imprenditore designer o per te questo rappresenta solo il lato artistico della moda?

Chi vuol fare moda ora deve essere anche imprenditore, le due cose sono parallele non possono scindersi.

Quale fenomeno “moda” non ti piace, per esempio zeppe, leggings, vita bassa?

Il fenomeno moda non mi è mai piaciuto, anzi ho sempre cercato di distinguermi con originalità e unicità. Quello che non mi piace proprio sono i lustrini le cose troppo appariscenti.

Pensi che gli stilisti abbiano qualche responsabilità a proposito di anoressia?

Si, gli stilisti hanno delle responsabilità a proposito di anoressia. Modelle troppo troppo magre che vengono emulate. Adoro per esempio un brand che fa sfilare le donne comuni, donne che hanno superato malattie terribili come il cancro, donne vere, donne uniche, donne forti.

Qual’ è il particolare nell’abbigliamento che fa la differenza?

Il particolare nell''abbigliamento che fa la differenza è l'unicità, qualcosa che hai solo tu, basta anche solo una spilla, una collana creata con il cuore e chi la indossa sa che è solo sua.

Cosa consideri volgare?

Volgare per me è chi vuole ostentare, quando è troppo, sia nell'abbigliamento sia nel modo di porsi agli altri

Amore, successo, denaro: qual’ è la tua classifica personale?

La mia classifica sarebbe: amore successo e soldi ma purtroppo non sempre vanno di pari passo

Hai mai pensato :<< E adesso mollo tutto>>?

Si l'ho pensato, adesso mollo tutto! Ma non il mio lavoro, perché lo adoro. Quando l'ho pensato era solo per migliorare e trovare nuovi stimoli e nuove cose.

Con le sue creazioni ha partecipato a numerose manifestazioni espositive in Italia. Attualmente la possiamo trovare all’interno del “Bookshop di Bottega Strozzi” a Palazzo Strozzi di Firenze. Il Bookshop Bottega Strozzi non è una semplice libreria ma anche galleria per mostre ed esposizioni. Un luogo dinamico aperto alla frequentazione dei visitatori internazionali e degli appassionati di arte. Al suo interno infatti le diverse espressioni della produzione contemporanea trovano ospitalità in un dialogo inedito tra artigiani, designer e nuovi interpreti del fare.

Francesca Maria Matteucci




© Riproduzione riservata