L'ho Scritto Io

L'ho Scritto Io

L'album di Mauro Pina recensito da Valerio Mirata

stampa articolo Scarica pdf

Mauro Pina esce con il disco “L’ho Scritto Io” che ha come special guest Rosalinda Celentano.

Mauro Pina è un cantautore, polistrumentista e paroliere italiano. Il suo genere musicale spazia tra pop, rock & roll e soft rock.

Compone interamente le sue canzoni suonando personalmente tutti gli strumenti (percussioni, basso, chitarra, pianoforte, armonica, voce).

Il disco trasmette da subito tutta l’energia che l’artista possiede e che ha messo per produrlo.

I testi, in italiano e inglese, sono di facile lettura e comprensione,la voce ,molto potente e squillante, si adatta alla perfezione con lo stile adottato nell’album.

I mentori di questo artista sono i Beatles e in alcune canzoni si può ritrovare qualche melodia che li ricorda alla perfezione.

Le 14 tracce presenti nel disco hanno tutte una storia da raccontare con uno stile “diverso” che però non si distacca mai dal progetto iniziale.

Sei fantastico: feat. Rosalinda Celentano. La canzone autobiografica dal ritmo trascinante e solare del musicista pop-rock.

La risposta: in stile prog; il clavicembalo che offre un ’aura "medievale".

Credi in te: vuole essere un pezzo che incoraggia ad avere fiducia nell’avvenire.

Momenti: ripercorre tre fasi di una vita: l’abbandono, la solitudine e la sorpresa finale.

Ora basta: è un pezzo d’impatto emotivo dal sapore anni ‘50. Gradevole, nella musica e nel testo.

L’uragano: ha come riferimento la ritmica incalzante del funky alla doobie brothers ed il testo è una dedica ad una persona lontana.

Inconfondibile: il pianoforte la fa da padrone. Suonato in modo molto honky e di per sé un altro pezzo molto malinconico a livello testuale.

What can I do: è una ballad in lingua inglese, in modo semplice ma arriva immediatamente.

Can be really so: è l’animo rock'n'roll di Mauro Pina.

My path: è la canzone più ermetica ma al contempo ballabile di tutto il lavoro.

Difficile trovare le tracce migliori, perché come detto e descritto prima ognuna ha una storia e uno stile molto bello, forse le due canzoni con Rosalinda Celentano, senza sminuire le altre, hanno quello tocco in più per la presenza della voce femminile.

Album consigliato per tutti gli amanti del genere e della musica in generale, l’artista è di grande valore e fa valere le sue qualità durante tutta la durata del disco.

Mauro Pina può ritenersi soddisfatto, il disco è di alto livello, l’impegno premia sempre e senz’altro sarà apprezzato da tutti.

Questo album si può definire senza ombra di dubbio un capolavoro e a livello personale potrà regalare molte soddisfazioni al cantautore comasco.

Speriamo, ma siamo più che sicuri, che in futuro potrà regalarci ancora emozioni con un altro disco capolavoro.

Valerio Mirata

© Riproduzione riservata