Juventus-Bologna 2-0

Ai bianconeri basta un tempo: decidono Dybala e Matuidi.

387
stampa articolo Scarica pdf

Impegno casalingo per la Juventus che affronta all’Allianz Stadium il Bologna dell’ex Filippo Inzaghi reduce dalla sorprendente vittoria contro la Roma.

FORMAZIONI UFFICIALI:

JUVENTUS (3-5-2): Perin; Barzagli, Bonucci, Benatia; Cuadrado, Bentancur, Pjanic, Matuidi, Cancelo; Dybala, Ronaldo. All. Allegri

BOLOGNA (3-5-2): Skorupski; Calabresi, Larangeira, Paz; Mbaye, Dzemaili, Nagy, Krejci, Dijks; Destro, Falcinelli. All. F.Inzaghi

LA PARTITA:

Fin dai primi istanti di gioco appare evidente la volontà dei bianconeri di imprimere un ritmo elevatissimo alla partita. La prima occasione arriva infatti dopo appena due minuti di gioco ed è un’iniziativa personale di João Cancelo ad impensierire per la prima volta Skorupski ma la traiettoria disegnata dal portoghese termina alta. La pressione offensiva dei bianconeri si fa subito fortissima ed al 10º minuto sugli sviluppi di un lancio verticale dalle retrovie Dybala tocca il pallone di testa per Matuidi che calcia verso la porta e trova la respinta centrale di Skorupski, dunque l’argentino può avventarsi sul pallone vagante e calciare verso la porta. La conclusione dell’attaccante non lascia scampo al portiere rossoblù e la Juventus passa subito in vantaggio con la prima rete stagionale dell’ex giocatore del Palermo. Passano pochi minuti ed i bianconeri riescono immediatamente a raddoppiare sugli sviluppi di un’azione personale di Cristiano Ronaldo che dopo essersi allargato sull’esterno mette in mezzo un pallone rasoterra che attraversa tutta l’area di rigore e viene convertito in rete da un tocco ravvicinato di Matuidi. Con questa situazione di punteggio diventa tutto più semplice per la squadra di Allegri che continua a proporre un calcio decisamente gradevole creando diverse occasioni da gol. Al 26º tocca a Ronaldo superare il suo avversario diretto e calciare in porta; in questo caso però la risposta di Skorupski è efficace e l’occasione svanisce. L’unica iniziativa offensiva importante del Bologna arriva al 35º minuto quando l’attaccante Falcinelli approfitta dello sbilanciamento offensivo dei bianconeri per partire in contropiede sfuma la conclusione dell’ex attaccante della Fiorentina termina di pochissimo a lato. Si chiude dunque così il primo tempo di una gara senza storia che ha visto un netto predominio territoriale dei bianconeri.

La ripresa comincia su ritmi decisamente più bassi anche per via del risultato ormai avviato verso una comoda vittoria dei padroni di casa. La prima occasione importante arriva al 50º ed è una conclusione piuttosto pericolosa di Cancelo che soltanto un grande intervento di Skorupski riesce a neutralizzare in calcio d’angolo. Tocca poi al Bologna rendersi pericoloso con una punizione dal limite calciata da Krejci su cui però Mattia Perin si fa trovare pronto sventando il pericolo. Le ultime occasioni da gol sono ormai negli ultimi minuti di partita ed ancora da parte dei bianconeri che provano a far segnare Cristiano Ronaldo. È una combinazione tra Cancelo, Ronaldo ed Emre Can a mandare pericolosamente al tiro prima l’ex Real Madrid e poi il centrocampista di origini turche ma ancora una volta Skorupski si conferma il migliore in campo della formazione emiliana ed evita il gol dei bianconeri.

Per la formazione di Allegri arriva dunque la sesta vittoria consecutiva che mantiene i bianconeri a punteggio pieno al termine di una partita che ha mostrato troppo divario tra le formazioni in campo per poter rappresentare un banco di prova significativo.

Federico Ceste 

© Riproduzione riservata