Oltheatre

Un teatro come non l'avete mai visto | gli appuntamenti imperdibili al De Sica di Peschiera Borromeo

stampa articolo Scarica pdf

Un teatro come non l'avete mai visto | gli appuntamenti imperdibili di Oltheatre al De Sica di Peschiera Borromeo
Oltheatre al De Sica è il nome che l’associazione Oltre Spettacoli ha scelto per il progetto di gestione che vede al centro il Teatro Cinema Comunale De Sica di Peschiera Borromeo, ridente cittadina vicinissima a Milano, la cui storia è fortemente connotata dalla vocazione agricola.
La stagione sì è aperta con L'uomo bianco nella foto, primo appuntamento della rassegna Fatti di storia, il 28 di ottobre scorso, ed è proseguita il 31 con una pièce meravigliosa, Spectraculum, risultato della co-produzione tra LiberiDi, Physical Theatre e Oltheatre De Sica.
SPECTRACULUM:
Spectraculum si è rivelato uno show perfettamente aderente alla festa di Halloween, acrobatico ed esplosivo; una sorta di viaggio multi-sensoriale che lascia lo spettatore immerso in uno scenario spaventoso e denso di coupe de théàtre. Sul palco, sette ballerini acrobati - incredibilmente dotati e capaci - si sono avvicendati, contribuendo a creare le coreografie mozzafiato che ne sono il fulcro, frutto anche delle videoproiezioni immersive di Oltheatre al De Sica. Il mélange sortisce effetti davvero sbalorditivi, come ha testimoniato l'ampio consenso di pubblico e degli addetti ai lavori. Al termine, infatti, tutti applaudivano esterrefatti dall'esperienza visiva ed emotiva realmente densa e coinvolgente, da annoverarsi quale scopo primario di questo stipo di teatro condito da musica, funambolismi e, per contro, assai poche parole.
Lo show, replicato in data odierna, si apre con le urla di una giovane donna rapita, perse nel buio di una notte tenebrosa. La nebbia fitta fitta rivela parzialmente ciò che si cela dietro le lapidi di un cimitero in rovina. Un alone di mistero e paura circonda e cadenza le vicende evocate, le quali si intrecciano attorno alla sfortunata vittima imprigionata in una vischiosa tela di ragno e senza alcuna possibilità di fuga, sotto le grinfie di grottesche e curiose creature. Queste ultime, sono riportate in vita da una temibile strega con poteri demoniaci e un appeal a dir poco stupefacente. Lo spettacolo, svoltosi in un un unico atto, prevede una durata di 1 h e 15 minuti circa, quanto è bastato per tenerci tutti col fiato sospeso e gli occhi colmi di bellezza, sostantivo e significante di difficile reperibilità ormai, non fosse per la vastità di proposte e possibilità offerte agli affezionati al teatro. 
IL PROGETTO OLTHEATRE DE SICA:
Obiettivo del progetto Olthetatre al De Sica è rendere questo luogo, tanto caro agli abitanti di Peschiera Borromeo, uno spazio privilegiato di incontro, di scambio, di scoperta e di divertimento con una stagione che comprende teatro, musica, cinema e molto altro. A titolo esemplificativo per quanto concerne l'appetibilità e la varietà della proposta cito l'appuntamento con Rehab, show dedicato ad Amy Winehouse, in programma per sabato 16 febbraio 2019.
LABORATORI:
Oltheatre al De Sica è anche il progetto de La Bottega Oltheatre: laboratori teatrali per bambini, adolescenti e adulti durante i quali per tutti c’è la possibilità di mettersi alla prova e di scoprire come nasce uno spettacolo teatrale. Grandi e piccoli lavorano con la compagnia Oltheatre, costruendo, insieme e in tutti i suoi aspetti (dalle luci alla regia, dalla recitazione sul palco alla realizzazione dei costumi) uno spettacolo musicale.
IL CONTRIBUTO DI CARIPLO:
Il progetto, nella stagione 2018/2019, viene realizzato anche grazie a un contributo erogato da Fondazione Cariplo, nell’ambito dei Progetti Territoriali.
In particolare, grazie al sostegno della Fondazione, si prevedono, oltre alle attività di rafforzamento dell’Associazione e di potenziamento della comunicazione, interventi strutturali per far sì che lo spazio sia adatto a ospitare compagnie professionali, attività culturali e artistiche. attività di coinvolgimento e collaborazione con le associazioni del territorio per coprogettare una proposta culturale ricca ed appagante.

© Riproduzione riservata