Udinese 0 - 1 Milan 05.11.18

Romagnoli porta il diavolo in paradiso. Come tre giorni fa contro il Genoa, il difensore rossonero decide la vittoria ad Udine

307
stampa articolo Scarica pdf

Nel posticipo tra Udinese e Milan, alla “Dacia Arena”, Romagnoli regala tre punti all’ultimo respiro, propriocome contro il Genoa tre giorni fa, fondamentali per agguantare la Lazio vittoriosa nel pomeriggio contro la Spal. Molte le assenze in casa rossonera: oltre a Caldara si sono aggiunti Biglia, Bonaventura e all'ultimo minuto Calhanoglu, con Gattuso costretto ad inventarsi il centrocampo.

Il ritmo imposto dall’Udinese è indiavolato, il Milan crea densità in mezzo al campo e, appena trova gli spazi, non perde occasione per rendersi pericoloso. La prima capita sul destro di Higuain che, dopo un velo di Cutrone, tira a lato. Passano 5’ minuti ed è Suso che, con il suo classico rientro, prova a sorprendere Musso ma la palla esce di poco.

Gli uomini di Velasquez alzano il ritmo e creano problemi ai rossoneri: Samir crossa per Lasagna che, dopo essersi liberato di Romagnoli, calcia verso la porta di Gigio ma la sua volèe esce alta. La sfortuna sembra essersi accanita contro gli uomini di Gattuso: al 35’ il pipita rimedia un colpo alla schiena dopo uno scontro con Mandragora, prova a stringere i denti, ma dopo alcuni minuti chiede il cambio. Al suo posto entra Castillejo, autore di una buona prestazione.

La ripresa si apre con l’Udinese più convinta ma è sempre il Milan ad avere le occasioni migliori per sbloccare il risultato. Tra il 57’ e il 60’ è Musso a negare il vantaggio ai rossoneri: il portiere bianconero, prima devia in angolo una conclusone di Castillejo, successivamente si oppone a Suso che, dopo un’azione del suo connazionale, calcia alto un rigore in movimento. E' sempre la coppia spagnola Suso - Castillejo ad impensierire il portiere friulano, con un tiro angolato ma debole.

L’Udinese prova a reagire, Lasagna dalla sinistra tira a colpo sicuro costringendo Donnarumma a deviare in angolo. A fine partita Di Bello espelle Nuytinck per un fallo da dietro su Castillejo  Al 96’ in pieno recupero, in piena zona Milan, i rossoneri sbloccano il risultato.  Romagnoli, dopo un passaggio di Suso, conclude a rete con un sinistro potente che batte Musso, riagguanta il quarto posto e  porta il diavolo in paradiso.

Dario Trione

© Riproduzione riservata