Gemitaiz

Gemitaiz

Tutto esaurito ieri sera all'Atlantico Live di Roma per la prima delle tre date capitoline del rapper italiano Gemitaiz, pseudonimo di Davide De Luca.Articolo di Domiziana Barreca

327
stampa articolo Scarica pdf

Tutto esaurito ieri sera all'Atlantico Live di Roma per la prima delle tre date capitoline del rapper italiano Gemitaiz, pseudonimo di Davide De Luca.

Il Paradise Lost Live Tour continua a registrare concerti sold out con folle di fan in coda dalle prime ore del pomeriggio per conquistare un posto nelle prime file.Cantante controverso, nei suoi testi parla di sofferenza, di amori che fanno male, di amicizia, di politica, attualità, droga. Tutti temi che richiamano un pubblico sempre maggiore di ragazzi che si identificano nelle sue canzoni.

La prima data del concerto di Gemitaiz si è aperto con il suo nuovo singolo Rollin' uscito nel 2018, testo dove attacca Matteo Salvini, vice-presidente del consiglio, per una loro precedente lite virtuale su Instagram, scatenata da un commento negativo da parte del rapper. Ha continuato cantando alcune canzoni del suo ultimo album Davide, a cui ha dato il suo stesso nome, per sottolineare la natura personale dei testi, perché come dice il rapper “La musica è una delle poche cose pure rimaste” e aggiunge che “Nel bene o nel male unisce le persone”Davide collabora da parecchi anni con altri rapper che definisce la sua famiglia, come Achille Lauro, Gue Pequeno, Fabri Fibra, Madman e Coez.La canzone di Gemitaiz feat. Coez, “Davide”, rimasta in testa alle classifiche per molto tempo, è diventata disco d'oro. Durante il concerto il cantante racconta che Coez ha scritto la sua parte di brano in 14 minuti e glil'ha mandato via Whatsapp.La produzione questa volta è stata affidata a collaboratori storici, come Mixter T, e nuovi come Dub.lo.Ha proseguito il concerto cantando canzoni del precedente album “Quello che vi consiglio vol. 7”, del 2016, dove ha collaborato con altri cantanti come Achille Lauro, Madman, Caneda, Cane secco e Coez. Il pubblico è andato in delirio con pezzi famosi quali “Gigante” e “A me mi”.Sul palco si sono alternati, insieme a Gemitaiz, compagni storici come Achille Lauro, Coez, Boss Doms, e la cantante Priestess. Numerose le canzoni eseguite al grido di “Dai flaviè mannala”, grido di battaglia del rapper romano.

Domiziana Barreca

© Riproduzione riservata