Alone Vol.1 Il Disco Progetto Di Gianni Maroccolo

Alone Vol.1 Il Disco Progetto Di Gianni Maroccolo

Gianni Maroccolo è uscito il giorno 17 dicembre 2018 con l’album “Alone vol.1”.

stampa articolo Scarica pdf

Gianni Maroccolo è uscito il giorno 17 dicembre con l’album “Alone vol.1”.

Gianni è un musicista, compositore e produttore nonché cofondatore dei Litfiba e dei CSI, la sua musica ha spesso dialogato con teatro, cinema, arte contemporanea e scienza.

Il disco è un progetto strumentale diviso in molteplici tappe a scadenza semestrale; infatti il 17 dicembre e il 17 giugno di ogni anno verrà pubblicato un nuovo episodio dell’avventura che alle psichedeliche creazioni musicali di Gianni affianca le splendide illustrazioni dell’artista visivo Marco Cazzato e i racconti visionari e fantasiosi dello scrittore e critico musicale Mirco Salvadori.

Il disco si presenta abbastanza bene, è prettamente strumentale ovvero non vi è presente la parte cantata fatta eccezione per due tracce “L’Altrove” dove sono presenti dei cori che ricordano le tribù africane e “Sincaro” con la voce profonda di Luca Swanz Andriolo.

Lo stile varia ad ogni canzone dal free jazz alla musica da rave passando per ritmi tribali e psichedelici.

Non è un genere che può piacere a tutti ma un ascolto non si nega a nessuno anche perché in questo album è presente del talento e rimanere indifferenti risulterà difficile.

L’album è molto rilassante le melodie sono mixate alla perfezione ogni suono è limpido; con un buon orecchio si possono anche distinguere gli strumenti presenti.

L’album si chiude, si fa per dire, con la traccia “Alone to be continued”, la fine che però è già l’introduzione al volume successivo.

Le doti e le abilità tecniche non si discutono ogni artista ha dato il suo contributo per realizzare questo disco.

Gianni ha dimostrato con questo disco di avere talento creando questo progetto, non è facile far uscire ogni 6 mesi un lavoro nuovo, vediamo se col prossimo disco confermerà il grande lavoro fatto fino adesso, senz’altro sarà un altro disco sensazionale che magari riserverà qualche sorpresa.

Valerio Mirata.

© Riproduzione riservata