Roma-Bologna 2-1. Le Pagelle Giallorosse

Le pagelle romaniste. Finalmente Olsen, delude ancora Kluivert

248
stampa articolo Scarica pdf

di Simone Dell'Uomo 

Finalmente continuità. La Roma batte 2-1 il Bologna e conquista il suo terzo successo negli ultimi 10 giorni. Vittoria necessaria, vittoria chiave per staccare Lazio e Atalanta e restare attaccata alle milanesi, in particolare a quel Milan quarto ad una lunghezza in più graduatoria. A dispetto del risultato, la partita ha raccontato un Bologna risorto, aggressivo e combattivo grazie alla cura Mihajlovic. Primo tempo dominato dai felsinei che sciupano diverse grosse palle gol; nella ripresa il doppio colpo giallorosso firmato Kolarov-Fazio, prima del gol di Sansone che impaurisce l'Olimpico. Alla fine è 2-1: Roma fortunata. Squadra giovane, difficoltà di gestione, primo tempo completamente sbagliato. Una grande squadra non sottovaluta mai un avversario in lotta per la salvezza come il Bologna. 

PAGELLE GIALLOROSSE

Olsen 7 Migliore in campo dei giallorossi. Riflessi importanti e parate chiave nel corso del primo tempo, prima degli interventi decisivi nella ripresa. Più volte miracoloso su Soriano, impotente sul gol di Sansone. 

Florenzi 6 Fanno male i fischi del pubblico. E Flo ne risente, si vede. Nonostante tutto regala sempre tutto sè stesso ai compagni.  

Manolas 6 Ennesima solida prestazione del centrale greco. Fisicità a chiudere gli spazi lasciati liberi dal mancato filtro nel primo tempo, intelligenza tattica nella ripresa. 

Fazio 6.5 Merita mezzo voto in più del suo compagno di reparto, se non altro per quello che si rivelerà il gol decisivo. Difensore goleador, ormai è reputazione. 

Kolarov 6.5 Uno degli esterni più forti del campionato. Pericolo pubblico per le corsie destre avversarie. Attributi da vendere, rigore perfetto. 

Cristante 5.5 Disordinato, più del solito. Ammonito al tramonto del primo tempo, DiFra lo sostituisce per lasciar spazio ad El Shaarawy e aumentare la mole offensiva. 

Nzonzi 6.5 Cala nel finale, ma nel complesso una delle sue migliori performance in maglia giallorossa. Vero ago della bilancia, oltre a mostrare la sua imperiosità stavolta distribuisce palloni intelligenti ai compagni pulendo pressing e manovra. 

Pellegrini 6 Sarebbe uno dei peggiori. Spento e privo di idee. Ma cresce bene nella ripresa, e cresce bene. Preziosa la sua tecnica nel finale. Protezione del pallone impeccabile.

Zaniolo 6 Riproposto ala destra, come col Porto. Nella ripresa torna playmaker offensivo. Prestazione senza particolari acuti, ma sempre positiva.

Dzeko 6 Sembra il solito Edin. Spento, svogliato, frustrato. Sbaglia controlli e appoggi. Ma quando c'è da portare a casa il risultato sale in cattedra, eccome: gran corsa e spallate fino al 94', segno tangibile di una condizione tornata al top.

Kluivert 5 Delude ancora. Inesorabilmente. Sia a destra che a sinistra completamente avulso dal gioco dei suoi compagni. Cerca costantemente l'uno contro uno senza successo, mostra scarsa propensione al dialogo coi suoi colleghi. Ancora acerbo. Bocciato.

I nuovi entrati: 

El Shaarawy 6.5 46' Punta l'uomo e crea apprensione tra Danilo, Helander e Mbaye. Conquista il rigore, conduce contropiedi. Ingresso perfetto.  

De Rossi SV

Santon SV 

© Riproduzione riservata