Roma-Udinese 1-0. Le Pagelle Giallorosse

Si sblocca Edin, muro Manolas. Sorpresa Marcano, male Jesus e Schick

207
stampa articolo Scarica pdf

 di Simone Dell'Uomo

La Roma conquista altri tre punti pesantissimi battendo 1-0 l'Udinese, una vittoria che bissa il successo di Marassi e proietta i giallorossi ad una sola lunghezza da quel quarto posto occupato dal Milan. Roma dunque, complice una serie di risultati incredibili, ancora clamorosamente (e più che mai) in corsa per la prossima Champions. Con ardore e sofferenza battuti i friulani sotto l'acquazzone dell'Olimpico: una Roma testaccina, proprio come vorrebbe il suo allenatore, Claudio Ranieri. 

LE PAGELLE GIALLOROSSE

Mirante 6 Bel riflesso nel primo tempo su Mandragora, mantiene la porta imbattuta e questo è senz'altro un dato a favore di un portiere. Va però registrato un passo indietro rispetto alle ultime uscite: stilisticamente discutibile sul colpo di testa di Okaka, esce malissimo sul palo di De Maio. 

Juan Jesus 5 (46' Florenzi 6.5) Male il brasiliano. In fase di spinta è quello che è, oggi fatica anche in fase difensiva, e ciò costituisce sorpresa. Ingenua ammonizione su De Paul, Ranieri lo cambia all'intervallo. Entra Florenzi, che spinge finalmente bene, determinato, concentrato, senza disattenzioni. Ottima qualità di cross, stavolta bene anche in copertura. 

Manolas 7 Parte bene, recuperando e tamponando le verticalizzazioni su Lasagna: provvidenziali interventi sul velenosissimo centravanti ospite. Nella ripresa sale in cattedra, come sempre, e chiude tutto. 

Fazio 6.5 Ranieri sta vincendo la sua scommessa. In una Roma più bassa e più corta c'è spazio finalmente per la sua esperienza: perentorio di testa, movimenti alla vecchio Fazio. Era ora. 

Marcano 6.5 Nota più lieta della serata. Manca Kolarov, gioca a sinistra, ma nel primo tempo spinge benissimo, con discreta tecnica e ottima intelligenza. Nella ripresa tiene benissimo Pussetto. 

Zaniolo 6 Parte a destra, converge e apre il gioco. Manca l'ultimo guizzo, ma si fa trovare spesso tra le linee pronto ad usare il suo fisico. Non la sua miglior prestazione, ma comunque sufficiente. 

De Rossi 6 (Under 5) Ordine e pulizia. Abbandona il campo quando il fisico lo saluta. Gioca come può, nonostante i grandi problemi fisici che giustamente affliggono il corpo di un calciatore così esperto. Entra Under: disordinato, frettoloso, inconcludente. 

Cristante 5.5 Parte malissimo, cresce nella ripresa. Non è abbastanza. Un centrocampista centrale di una squadra importante deve far molto di più. Non bastano gli inserimentini, oggi, tra l'altro, anche sbagliati. 

El Shaarawy 6.5 A chi contesta il suo primo tempo va ricordato come il Faraone sia costantemente uno degli uomini più pericolosi. Impreciso, ok, ma difende e corre a gogò. Nella ripresa sale in cattedra: assist sopraffino per il vantaggio firmato Edin. 

Schick 5 (Pellegrini 6.5) Non ci siamo, non incide. Ostacola Dzeko, ormai anche Ranieri l'ha capito. Esce dal campo, il cigno si sblocca. Un caso? Mmmm. Al suo posto entra Pellegrini: 4-2-3-1. Lorenzo ispira bene, si muove correttamente, fornisce suggerimenti interessanti. 

Dzeko 7 Uno dei migliori in campo, se non altro perchè è tornato a fare all'Olimpico quello che uno come lui deve fare: gol. In particolare, i gol decisivi. Bel taglio, bel guizzo, bel diagonale sul palo lontano. Esperienza.  

© Riproduzione riservata