Il Matrimonio Perfetto

Un importante corso di formazione per avviare alla professione di Wedding Planner

stampa articolo Scarica pdf

Era il 2001 quando Jennifer Lopez nella pellicola “prima o poi mi sposo” interpretava Mary Fiore, un'americana di origini italiane dedita con successo all’attività di organizzazione di matrimoni. Il film fu un successo ma, soprattutto, importò in Italia la figura del “Wedding Planner”, l’organizzatore di matrimoni, il regista di quello che da sempre viene considerato il giorno più bello della vita.

L’interesse per questa affascinante figura professionale è cresciuto in maniera esponenziale, ma chi realmente opera nel settore del wedding con professionalità e dedizione ben sa che non sono tutte rose, anzi. Dietro l’apparenza di un universo fatto di pizzi, nastri, fiocchi e merletti si celano in realtà sacrifici, fatica, nottate, orari improponibili e weekend inesistenti per arrivare a saper organizzare “Il matrimonio perfetto”.

Si può apprendere questa professione? Si, se alla base c’è comunque un profondo senso di abnegazione, molta umiltà ed infinito amore per il lavoro. Come spiega Barbara Vissani, ormai famosa wedding planner e wedding designer di conclamata professionalità che ha strutturato una straordinaria Wedding Experience ed ha ideato e realizzato per le aspiranti wedding planner “Il Matrimonio Perfetto”, uno straordinario momento di formazione andato in scena nella deliziosa ambientazione di Villa Fiore. Un corso decisamente fuori dagli schemi, che ha stupito le partecipanti per la quantità e la qualità dei contenuti orchestrati dalla sapiente regia di Barbara Vissani che ha saputo creare una atmosfera conviviale calda e partecipata, coinvolgendo corsisti e docenti in un reciproco scambio di emozioni.

Un programma estremamente aggiornato e ricco di novità, in cui le lezioni canoniche per conoscere gli elementi fondamentali nell’organizzazione del matrimonio perfetto come il ruolo della Wedding Planner, lo studio e la creazione del mood dell’evento, della mise en place, l’armonizzazione di tutti gli elementi o la relazione con gli sposi, si sono alternate a graditissimi contenuti sulla comunicazione social, sull’eleganza della sposa, sulle regole del bon ton, sul dress code, sullo stile e sull’architettura nel wedding, impreziosendo con piccole ma importanti perle di saggezza, il proficuo percorso formativo culminato nel workshop pratico con il quale le corsiste hanno appreso le tecniche base delle decorazioni, dei bouquet e delle perfette scenografie floreali del matrimonio.

Il corso ha evidenziato l’importanza di affidarsi a partner seri ed affidabili e si è concluso con un prestigioso Vin d’Honneur alla presenza di tanti giornalisti ed istituzioni, come il Sindaco di Palombara Sabina Alessandro Palombi e Attilio Cornacchia, Assessore all’Ambiente di Sant’Angelo Romano che hanno apprezzato l’attenzione riposta dall’organizzazione al territorio della Sabina.

Di Erika Gottardi

© Riproduzione riservata