Torino Imbattuto Nel Derby (1-1): Onorato Il Ricordo Degli Eroi Di Superga

Torino Imbattuto Nel Derby (1-1): Onorato Il Ricordo Degli Eroi Di Superga

Avanti con Sasa Lukic al 18', i granata vengono raggiunti a pochi minuti dalla fine. Ma va bene ugualmente: la corsa europea continua.

stampa articolo Scarica pdf

Il derby della Mole finisce in parità, con un 1-1 comunque utile per la corsa europea del Torino.

Certo, i granata, passati a condurre al 18' con una rete di Sasa Lukic, giustamente già pregustavano il colpaccio, ma un'incornata di Cristiano Ronaldo all'84' ha ristabilito la parità.

Al di là della vittoria sfumata a pochi minuti dalla fine (ma, onestamente, i più avrebbero messo la firma per un pareggio), resta la bella prova di un Torino cuore, polmoni e cervello: un complesso “tutti per uno, uno per tutti”, dove si cerca di giocare la palla (senza buttarla “alla viva il parroco”), dove ci si difende senza fare le barricate.

Insomma, un buon Torino, che con una prova gagliarda ("da Toro", appunto) ha reso onore al ricordo degli eroi di Superga (il 4 maggio ricorre il settantesimo anniversario della tragedia).

Il pareggio conseguito con la "Vecchia Signora" attesta la maturità dei granata, che restano in piena corsa per l'accesso all'Europa.

Per Europa s'intende anche la Champions League?

Ebbene sì, anche la Champions League, poiché (al di là di questi due punti “bruciati” a pochi giri di lancette dal traguardo) tutto è ancora aperto: con un successo, il Toro avrebbe compiuto un grande balzo verso la massima competizione continentale, ma anche il pari consente di restare in corsa per l'ex Coppa dei Campioni, soprattutto alla luce del calendario, che vedrà i granata affrontare (nell'ordine) il Sassuolo in casa, l'Empoli in trasferta e la Lazio in casa (in un “Grande Torino” che conoscerà sicuramente il tutto esaurito).

Senza dimenticare, inoltre, che c'è sempre il “piano B”, cioè la qualificazione all'Europa League (iniziale obiettivo stagionale dei ragazzi di mister Walter Mazzarri).

Il Toro supera "l'esame derby": la corsa europea continua.

Giuseppe Livraghi

© Riproduzione riservata