DJ Fargetta Anima Le Terrazze

DJ Mario Get Far Fargetta special guest star al Forever Young a Le Terrazze.

stampa articolo Scarica pdf

Prosegue a Le Terrazze, all’Eur, l’estate romana a suon di musica e colpi da DJ.

Venerdì 21 giugno, altra serata di successo per il Forever Young, serata a tema anni ’80 – ’90, in programma per tutta l’estate ogni venerdì sera.

L’atmosfera sulla grande terrazza del Palazzo dei Congressi, illuminata a festa con giochi di luci e proiezioni a parete straordinarie, ha iniziato a scaldarsi sin dai primi pezzi, con un pubblico gremito e pronto a muoversi per tutta la notte sulle note di canzoni che hanno fatto sognare generazioni passate di ragazzi (oggi grandicelli ma pronti ancora a dare il massimo sulla pista da ballo) e che continuano a coinvolgere anche generazioni moderne. Da The power a Get down on it, passando per Pupo e la Berté, senza tralasciare i mitici Queen, i DJ Resident hanno regalato grandi successi anni ’80 – ’90 con diversi salti indietro ai favolosi ’70 e qualche salto avanti alla musica del 2000, per accontentare tutti i presenti, senza fare torto a nessuno.

A darsi il cambio alla console dalle 23.30 sono stati diversi DJ Resident, tra cui Marco Gioia, Faber Cucchetti e Double Fab, mentre Lele Sarallo e Lory Voice hanno intrattenuto pubblico presente con la loro splendida voce. Impeccabili e bravissimi, hanno tenuto viva la serata e scaldato gli animi di chi voleva divertirsi e godersi una bella serata in compagnia, creando un clima di gioia in un ambiente accogliente.

E poi, finalmente, alle 2 di notte, nel pieno della serata, quando gli animi erano già belli caldi, si è affacciato alla console lui, il grande ospite della serata, l’intramontabile Mario Get Far Fargetta, accolto da una grandissima ovazione.

Lo storico DJ del Deejay Time, programma cult-dance di Radio DEEJAY sulla cresta dell’onda fino a qualche anno fa, non ha lesinato la sua bravura, e, tra un saluto e una battuta, ha fatto tremare Le Terrazze, con la musica sparata a palla che risuonava ovunque, braccia alzate al cielo, cori di voci a urlare le canzoni più famose, come l’eterna The rhythm of the night, e centinaia di piedi che si muovevano frenetici nonostante il caldo e l’ora tarda. Come nel suo stile, ha saputo, anche stavolta, tenere banco e conquistare tutti i presenti, che telefonini alla mano, non si sono persi nemmeno un minuto dell’esibizione del DJ, registrando e fotografando ogni attimo, trascinati e incantanti dal suo stile e dalle sue mani che si muovevano rapide alla console.

Una bella iniziativa il Forever Young che merita la pena di essere vissuta per scappare per qualche ora dalla routine quotidiana e rifugiarsi un po’ nel passato ritornando agli albori della musica dance.

Alessia Graffi

© Riproduzione riservata