Katia Colavecchi

Incontriamo la prof.ssa Katia Colavecchi, docente di docente di tematiche relative alla Sicurezza preso il prestigioso istituto di formazione privato GL3000 services.Al GL3000 Services La Sicurezza è Nelle Nostre Mani!

283
stampa articolo Scarica pdf

Katia Colavecchi è laureata in scienze della comunicazione indirizzo “Marketing e comunicazione d’impresa”.

Ci racconti come è arrivata ad occuparsi di sicurezza sul lavoro.

Durante il percorso universitario sognavo di lavorare nelle risorse umane, tanto che appena finito gli studi ho iniziato in Adecco, apparentemente un sogno divenuto realtà, ma non era proprio così: dentro di me avevo una spinta propulsiva che mi portava a focalizzare sempre di più l’attenzione sulla “Salute e Sicurezza sui luoghi di lavoro”.Nonostante avessi approfondito l’argomento e sviluppato una tesi di studio, la mia laurea umanistica ostacolava un po’ la ricerca. Non mi davo per vinta, ho iniziato a fare progetti sulla “sicurezza comportamentale” nelle scuole perché è proprio da lì che si deve partire per gettare le basi di quella che oggi definiamo “cultura della sicurezza”.Inaspettatamente tra progetti, studio e lavoro arriva la chiamata per un colloquio in una società di ingegneria, un sogno per me!

Ebbene sì, loro hanno creduto e scommesso in me. Ho iniziato a vedere da vicino la sicurezza, il cantiere e dare un senso a mille sigle che leggevo solo sulle normative e sui testi di studio. Ad oggi sono una libera professionista, ho deciso di intraprendere questa strada sette anni fa’, una strada non sempre lineare, ma le curve e le salite fanno parte del cammino.

Da quando insegna nella scuola? 

Avevo già sette anni di esperienza, quando tre anni fa’ sono stata selezionata dalla GL 3000 SERVICES, inizialmente per insegnare nel corso per Operatori addetti al controllo, (i cosiddetti buttafuori), per poi avere altre opportunità all’interno di altri corsi.

Ci parli di questo Istituto.La GL 3000 Services è una scuola autorizzata e riconosciuta dalla Regione Lazio e dalla provincia di Roma. La struttura vanta una solida esperienza nel settore. Organizza corsi di formazione per giovani e adulti, volti a fornire adeguate competenze per entrare nel mondo del lavoro. GL 3000 Services è in grado di offrire una formazione professionale efficace completa e ben aggiornata, dalla conoscenza delle norma e della legislazione in vigore, all’apprendimento di tecniche all’avanguardia. 

I corsi professionali prevedono il rilascio di un attestato ed il conseguimento di una qualifica professionale validi e riconosciuti in ambito nazionale in diversi corsi, Io sono inserita nel campo docenti nei corsi:-Operatori Addetto al controllo;-Assistente Familiare, (le cosiddette badanti);-Imprenditore Agricolo Professionale.

Ci dica qualcosa in più di questi corsi.

La sicurezza non è più marginale: oggi questa materia è inserita in tutti i corsi professionali e non è vista solo come un peso o un mero adempimento burocratico ma la sicurezza è “cultura”, la “sicurezza” deve essere interiorizzata e gestita da ciascuno di noi. Ogni corso è diverso, ogni corso prevede un particolare approccio alla materia e un approccio diverso in aula. Il corso per gli addetti al controllo è un corso indispensabile per lavorare nei luoghi pubblici, discoteche, pub, eventi di vario genere. Corso frequentato prevalentemente da giovani uomini. Io in questo corso tratto fondamentalmente la parte dell’antincendio. Ma, come possiamo parlare di protezione se non parliamo di prevenzione?Sensibilizzare i ragazzi a riconoscere il pericolo ed il rischio, è creare consapevolezza. Il riconoscimento del ruolo è il primo vero obiettivo del corso; dopo questo importante passaggio si passa ad analizzare e studiare le procedure di sicurezza e antincendio, le diverse classi di fuoco e le sostanze estinguenti. 

Il corso per Imprenditore Agricolo Professionale è un corso dove la sicurezza deve essere trattata in chiave proattiva. Ci rivolgiamo ad imprenditori o futuri imprenditori ed in quanto tali hanno l’obbligo di rispettare quanto disciplinato dal testo unico per la salute e sicurezza sui luoghi di lavoro (D. lgs  81/08).Si affrontano tutti i rischi legati al settore, da quelli legati alle macchine agricole a quelli che derivano dall’uso di fitofarmaci o prodotti chimici in generale alla protezione dai raggi solari. Infine, c’è il corso di assistente familiare. Un corso di 300 ore di cui 180 ore in aula e 120 ore di stage. Questo corso prevede ben 30 ore di sicurezza e 30 di gestione degli ambienti, pertanto un corso molto impegnativo per me. I temi trattati sono diversi, ma alla base di tutto c’è sempre il concetto di prevenzione. Gli assistenti familiari si troveranno a lavorare o nell’ambiente domestico o nelle strutture sanitarie.L’interazione con il paziente non è mai così facile e dato che si lavorerà con persone anziane e/o malate, il pericolo numero uno sono loro: i pazienti o gli assistiti. È fondamentale che l’assistente familiare prenda dimestichezza e soprattutto consapevolezza delle corrette procedure e dei rischi che spesso pensiamo di conoscere ma in realtà non si conoscono e si attuano e applicano in modo errato procedure di protezione e di prevenzione. Il secondo pericolo sono gli ambienti di lavoro, si legge dalle statistiche che gli infortuni domestici sono sempre molto alti ed è un dato che ogni anno si conferma. 

Forse perché nel nostro ambiente familiare abbassiamo la guardia?

Come concluderebbe?

Io credo che la sicurezza deve essere parte di noi, insita in ciascuno di noi perché … la sicurezza è nelle nostre mani!

Articolo di Gioia G. Di Mattia

© Riproduzione riservata