Calciomercato Lazio: Badelj Torna In Viola, I Biancocelesti Puntano Fofana

Calciomercato Lazio: Badelj Torna In Viola, I Biancocelesti Puntano Fofana

In attesa di conoscere il futuro di Milinkovic Savic, continua il calciomercato della Lazio. Badelj dopo un anno torna alla Fiorentina, in entrata occhi puntati su Fofana

134
stampa articolo Scarica pdf

Prende forma la nuova Lazio di Simone Inzaghi: poche settimane ancora e poi il via della stagione 2019-2020. Intanto, si lavora sia in campo che nel calciomercato. Mentre c’è da capire dove giocherà Milinkovic Savic, che, nonostante le tante voci, ad oggi è ancora un giocatore della Lazio, la società è impegnata in altre operazioni che riguardano sempre il centrocampo. Ceduto in queste ore Badelj, che torna alla Fiorentina dopo appena un anno: per lui si parla di un prestito con diritto di riscatto, un’operazione di circa 5 milioni di euro totali. In casa Lazio al momento non si pensa a sostituirlo: preso per essere il vice Leiva, non ha affatto lasciato il segno e il suo posto sarà preso da Danilo Cataldi. Al centrocampista cresciuto nella Capitale sarà chiesto di ricoprire un ruolo in cui già era stato impiegato con risultati altalenanti. Ha dimostrato maturità e ora Simone Inzaghi lo pone un gradino dietro rispetto a Lucas Leiva.

Eppure qualcosa si muove. Gli occhi dei laziali si sono posti con insistenza su un altro centrocampista, con altre caratteristiche e il nome che gira con insistenza è quello di Fofana dell’Udinese. L’ivoriano, classe ’95, sembra possedere tutte le caratteristiche richieste da Inzaghi. Intanto conosce perfettamente il campionato italiano, quindi sarebbero scongiurati problemi legati all’adattamento. Inoltre il mediano fa della fisicità la sua carta forte: bravo in fase di interdizione, non manca di qualità e sa inserirsi bene in area avversaria. Non sarà di certo un vice Milinkovic, ma per 12 milioni di euro (questa la cifra richiesta dai friulani) potrebbe essere il profilo giusto per il centrocampo biancoceleste.

Enrica Di Carlo

© Riproduzione riservata