ROMAETERNA By International Couture: Terminata La Prima Edizione

ROMAETERNA By International Couture: Terminata La Prima Edizione

Bilancio della prima edizione che si è svolta dal 2 al 5 luglio 2024

stampa articolo Scarica pdf

L’obiettivo di ROMAETERNA by International Couture è di riportare alto il nome di Roma nel mondo all’insegna della bellezza espressa nelle sue forme più suggestive, quattro giorni di eventi hanno racchiuso una vera e propria celebrazione della cultura italiana e internazionale, dell’arte e della capacità di stringere legami attraverso opere uniche di Alta Moda, Alta Sartoria, Gioielleria e eccellenze del buon vivere all’italiana celebrati in diverse location dell’Eur, dalla Vaccheria, alla Scalea “Carlo Mosca” SS Pietro e Paolo per concludersi al Salone delle Colonne.

ROMAETERNA nasce da un idea del Maestro Luigi Borbone, patrocinata dal Municipio Roma IX, Eur, e fortemente appoggiata dalla Presidente del Municipio Titti Di Salvo. L’organizzazione del progetto è stata affidata a Maria Christina Rigano nel contesto dell’evento ormai consolidato di International Couture. Il look delle modelle è stato affidato alla maestrie di due direttori artistici: Giovanni Salerno coadiuvato dal team di TheBestClub by Wella per le pettinature e da Pablo Gil Cagné per il trucco avvalorato dalla Face Place Academy by Pablo.

 

DAY 1 - 2 luglio: Opening ROMAETERNA INMOSTRA tra Moda & Cinema alla Vaccheria. Il nuovo Format di International Couture ha presentato oltre alle sfilate di stilisti Italiani e Internazionali, in apertura, ROMAETERNA INMOSTRA tra Moda & Cinema,  che ha visto la partecipazione di Istituzioni, Stampa e Ospiti. Ha inaugurato l’evento, il saluto istituzionale della Presidente del Municipio Roma IX, Eur, Titti Di Salvo, seguito da apprezzamenti e commenti di personaggi Istituzionali e del settore moda. In Esposizione, alla Vaccheria, per il Made in Italy: pellicce naturali che interpretano i valori forti di una moda senza tempo, certificati FurMark® e Fur Cycle dell’Associazione Italiana Pellicceria, L’alta sartoria della Maison Luigi Borbone e la moda di Marinella Piccinno Roma.

Esibiti sempre in Vaccheria, il kaftano Couture di Hayat Karimi, l’abito dedicato a Maria Anglona di Natasha Pavluchenko, la Cerimonia di Missaki Couture e il concept eco-sustainable di Poet-Lab. Nelle varie teche sono stati esposti  I gioielli di Officine Talenti Preziosi, realizzati dalle varie socie.  Accessori scultura di Francesca Petroni, designer romana del brand Exati. Le seducenti borse Mespecta Italia, pezzi unici in vero pitone, coccodrillo e struzzo e le calzature di Maestri artigiani Villani creati su disegno del Maestro Luigi Borbone. Oltre a questa speciale collettiva curata dal creatore di Moda Luigi Borbone, da Giuliano Gasparotti e Francesco Mazzei che racconta la moda, in esposizione anche la mostra straordinaria dedicata al maestro Silvano Campeggi. A poco più di 100 anni dalla nascita. Silvano Campeggi, è stato tra i più importanti artisti grafici nella storia del cinema americano noto con lo pseudonimo Nano. Nelle opere in mostra è evidente la sua poliedricità: dai manifesti di alcuni film mito di Hollywood  come “Colazione da Tiffany" alle opere dedicate a Puccini una volta rientrato a Firenze. A rallegrare l’Opening la musica del dj Mirko e l’Aperishow organizzato da “Le nuove Viti MondaneAtelier Morini Via Montenapoleone. INMOSTRA è rimasta aperta al pubblico sino al 5 luglio.

DAY 2 - 3 luglio: Sfilata Maison Luigi Borbone alla Scalea “Carlo Mosca” SS Pietro e Paolo.

Con lo sfondo del tempio monumentale dei Santi Pietro e Paolo e la sua cupola emisferica, tra le più imponenti di Roma nel punto più elevato dell' EUR adornano la Scalea Mosca corpi femminili disegnati da reti scintillanti costruite per vivere in un club come una diva che ballava allo Studio 54 o al Piper con mille versioni di una Couture e di un mondo che sta ricomparendo. Non solo una donna ma tante donne, tante anime eleganti, raffinate, ironiche, infantili e super sensuali.

Luigi Borbone dedica a ROMAETERNA la collezione Club Borbone, Le nuove forme del femminile, raccontando il suo immaginario racchiuso tra il sogno e la realtà dell’Alta Moda. Dai richiami cromatici di silhouette anni Sessanta fino alla bellezza e alla libertà sessuale del nudo coperto da trasparenze degli anni Ottanta. Sete, lane di Biella e Swarovski si fondono come elementi naturali di una immagine straordinaria. Le forme a volte liberano il corpo con tagli scivolati e ampiezze morbide, altre lo circondano con reti eseguite a mano nei laboratori dei Maestri dell’azienda Transfermania che da anni trasformano semplici fili da cucito in vere sculture tridimensionali che vivono di luce. La scenografia dell’evento è stata animata dalla musica è ritmata da dj Mirko e dalla regia di Alessandro Mazzini.

 

DAY 3 - 4 luglio: Tableau Vivant “Inside the Dream” al Salone delle Colonne. Il Tableau Vivant, Inside the Dream, che evoca un club, anni 80, raffigura cinque ragazze e due ragazzi che inseguono il sogno di una serata all’insegna dell’alta moda, della bellezza e del divertimento. A rallegrare il Tableau Vivant, l’Aperishow organizzato da Le nuove Viti Mondane Atelier Morini Via Montenapoleone. Inside the Dream vede gioielli Made in Italy creati artigianalmente a mano da Socie dell’Associazione Officine Talenti Preziosi, abbinati ad abiti Heritage del couturier Luigi Borbone. I gioielli sono realizzati da Gioia Capolei Jewelry Design, Angela Pezzino Design, Marina Valli Design, Orietta Montanari Design, Crim Creazioni Materiche, Melomani jewellery, MaitaiJewels, Marco Serra Designer, Designer Elena Voci, Spirituel Gioielli, Maria Raissa Risivi Design e infine, Christel Deliege Design.

DAY 3 - 4 luglio Sfilata ROMAETERNA by International Couture al Salone delle Colonne. La sfilata di International Couture ispirata al personaggio di Sibilla Cumana che con il suo nome evoca mistero e profezia, emblema di stile e di bellezza che troviamo nelle varie collezioni presentate al Salone delle Colonne. Il mood di questa edizione sembra dividersi in Black & Colours. Il black ha fatto da padrone nella collezione Wings, della stilista Polacca Natasha Pavluchenko, nei Kaftani Couture di lusso, realizzati completamente a mano dalla stilista Italiana di origini marocchine, Hayat Karimi, in  Moroccan Elegance… Royal Black e in parte nel Londinese di adozione, Poet-Lab con la collezione Status che narra l’unione tra la storia, la bellezza e l’intelligenza.

Invece il Made in Italy mostra splendidi colori del mediterraneo con il brand Marinella Piccinno Roma, e la collezione Entropia, che si ispira a un mondo senza contorni né equilibri, e per catturarne l’allure prende a prestito la varietà dei colori e il caleidoscopio di vivaci patterns della fine degli anni Settanta. Il Sole e il Mare sono impressi nel Mood Galoppante di A’biddikkia dove le emozioni si trasformano in colori dai quali nascono grandi Capolavori come la Collezione Flamingo ideata dalla designer Giovanna Mandarano.

E sempre a International Couture una moda senza tempo, Timeless. Presentata  dall’Associazione Italiana Pellicceria, una collezioni in pellicce naturali. 15 capi certificati FurMark® e Fur Cycle. In un focus moda sull’attenzione ai dettagli e sono le sapienti filettature che uniscono pelli diverse giocando su pesi e volumi di Amedei. Giacchini cropped che creano silhouette disegnate sull’effetto “puffed” del sopra di Bertoletti, azienda tra le fondatrici dell’alta moda insieme alle sorelle Fontana, Litrico e Schubert nel 1957. La sapienza del colore sulle pelli più preziose, per interpretare con ironia il mood golden age di Ferrario, la lineare essenzialità dei toni naturali delle scelte quiet luxury di Artico. E infine la raffinatezza etno-chic delle lavorazioni effetto tricot di Pajaro.

 

In Chiusura, la grande soirée di Missaki Couture, from Lebanon with Love, ha presentato la collezione Aetheris che racchiude una connotazione poetica ed eterea, spesso associata a qualcosa di celeste o divino. Sulla catwalk di International Couture, hanno accompagnato alcune collezioni gli accessori scultura di Francesca Petroni, designer romana del brand Exati e le seducenti borse Mespecta Italia, pezzi unici in vero pitone, coccodrillo e struzzo ideati, progettati e realizzati artigianalmente e le calzature di Fleur D’oranger.

 

DAY 4 - 5 luglio: Evento CNA,  RMI 2024 al Salone delle Colonne. Si è svolta la 34ma edizione del Concorso Nazionale Professione Moda Giovani Stilisti – RMI 2024, manifestazione promossa e organizzata da CNA Federmoda che ha ribadito la passione che tanti giovani rivolgono al mondo della moda esprimendo creatività ed attenzione alla sostenibilità. La Vincitrice assoluta del XXXIV Concorso Nazionale Professione Moda Giovani Stilisti è stata Mira Ascoli dell’Istituto Modartech, che si è aggiudicata anche il Premio Sezione Abbigliamento consegnato da Filomena Sannino, per la cura dei dettagli, la coerenza di un progetto che prende in considerazione il prodotto, il packaging e il labelling, l’attenzione ai tessuti e agli accessori, ingranditi e resi co-protagonisti”. Il look delle Modelle solo per la sfilata CNA è stato curato da I Sargassi per le pettinature e da Pablo Gil Cagné per il trucco avvalorato dalla Face Place Academy by Pablo.

 

Photo Credits: Augusto Frascatani

© Riproduzione riservata