CINZIA MONTAGNOLI

Una donna dovrebbe essere costretta a scegliere tra la maternità e il lavoro? Credo che l’attenzione da parte di chi amministra dovrebbe spostarsi piuttosto su come agevolare la vita delle mamme lavoratrici, istituendo servizi come asili nido aziendali o cose del genere…

stampa articolo Galleria multimediale Scarica pdf

CINZIA MONTAGNOLI : il cavallo è  l’empatia in purezza, una creatura scevra da qualunque sovrastruttura. se ognuno di noi stesse anche solo per poco tempo in suo contatto imparerebbe che comunicare e comprendere chi ci sta accanto è più semplice di quanto sembri.

Grazie per aver accettato la nostra intervista e per i nostri lettori una tua breve presentazione ...

Ciao a tutti, mi chiamo Cinzia e sono una neolaureata in Medicina Veterinaria. Attualmente sto svolgendo il tirocinio post-laurea in una clinica qui a Roma. La passione per gli animali mi accompagna sin da quando ero piccola, sia per i cosiddetti ‘’piccoli animali’’, ovvero cani e gatti, che, in particolar modo, per il cavallo e tutto ciò che ruota attorno al suo mondo. Altri interessi sono la recitazione ed il teatro in generale, come anche la passione per la natura ed i trekking a piedi o a cavallo.

Parliamo di donne in particolare di Belen Rodriguez che ha voluto regalare ai suoi fan una 'nuotata sexy' in un video con tanto di musica sensuale al seguito. La clip, postato dalla soubrette su Instagram, ha acceso gli spiriti bollenti dei followers che si sono scatenati con più di 5.000 clic nel giro di pochi minuti...Che idea hai del suo sfrenato egocentrismo ?

Sinceramente la questione non ha mai suscitato in me un interesse tale da portarmi a fare delle considerazioni … che dire, ognuno è libero di esprimersi come meglio crede e se lei è riuscita a fare del suo egocentrismo il suo lavoro, ottenendo considerazione da parte di molte persone e riscuotendo successo con il suo agire, buon per lei!

Nella vita essere spregiudicati porta in questa società a raggiungere i traguardi sognati ?

Se per ‘’spregiudicato’’ si intende essere libero da pregiudizi e non lasciarsi influenzare da giudizi preformati e tradizionali , assolutamente si ! In questa società fatta di stereotipi ed una sempre più crescente omologazione direi che questa attitudine possa rappresentare una marcia in più, sempre se accompagnata da un contenuto valido, ovviamente. Se invece il termine viene considerato con l’ accezione ‘’privo di ogni scrupolo’’ le cose cambiano, almeno dal mio punto di vista. Per me il rispetto e la correttezza sono elementi imprescindibili per una vita in armonia con se stessi e con il prossimo.

Dopo aver parlato di Belen vorrei raccontarti di questa storia che mi hanno raccontato : Vivere senza nulla e creare bellezza: la sfida di una clochard a Roma Laura Galletti che ha colorato sua baracca ricoprendola di disegni allegri e luminosi. Questa donna è un’ex-grafica pubblicitaria,ha deciso di devolvere la sua pensione ha chi ha bisogno trattenendo per se solo 27 euro. Il suo prossimo progetto è quello di dipingere tutti i muraglioni a ridosso del gazometro per renderlo meno cupo e lasciare un ricordo dopo la sua scomparsa : ecco ora ho invogliato la tua curiosità di conoscerla e di darmi una tua opinione ?

Si, ne ho sentito parlare … la chiamano la ‘’povera allegra’’. Secondo me è qualcosa di più, quello che ho percepito ascoltando una sua intervista è una donna serena, profondamente libera, tanto che per lei il denaro ha perso seriamente ogni valore. Di fronte ad una persona del genere non posso che provare rispetto ed ammirazione. Inoltre penso che è davvero meritevole portare bellezza ed umanità nel degrado urbano, offrendo un servizio alla comunità, tra l’altro gratuitamente!

Una blogger londinese si scattava 50 foto al giorno fino a quando ha scoperto che la luce del suo smartphone è più dannosa dei raggi solari: le stava causando macchie e l’invecchiamento precoce della pelle che rapporto hai con questa nuova forma espressiva ?

Oddio ! (ride) Ma che necessità aveva di farsi tutte queste foto?! Personalmente non sono un’ amante del selfie, mi piace fare delle foto se qualcosa mi colpisce o se c’è una situazione carina con gli amici.

Continuando a parlare di neologismi : Petaloso è il nuovo "must" del momento ti è mai capitato di usarlo (visto che ultimamente non se ne può fare a meno)...

Sinceramente no … anzi, lo trovo anche un po’ ridicolo come termine, vagamente mi ricorda la parola ‘’peto’’ ! (ride)

Parliamo di politica : Dopo l'ultima frase infelice di Guido Bertolaso nei confronti di Giorgia Meloni, "deve fare la mamma", a proposito della sua candidatura a Sindaco di Roma: un tuo commento ?

Penso che ciò che sia accaduto è molto grave. Tale affermazione non è una offesa solo per la politica in questione, ma significa offendere tutto il genere femminile, rivela infatti una forte misoginia di fondo. Io non ho figli, quindi posso solo immaginare quanto sia impegnativo fare la mamma, ma conosco molte donne madri e lavoratrici, che riescono a conciliare perfettamente la vita privata e quella lavorativa, se pur tra mille salti mortali. E poi di che stiamo parlando? Una donna dovrebbe essere costretta a scegliere tra la maternità e il lavoro? Credo che l’attenzione da parte di chi amministra dovrebbe spostarsi piuttosto su come agevolare la vita delle mamme lavoratrici, istituendo servizi come asili nido aziendali o cose del genere…

Che idea hai della "movida romana " la ritieni all'altezza delle grandi capitali europee ?

Assolutamente si! Ogni giorno e a qualunque ora la nostra città offre eventi diversi e per ogni gusto, ed anche se non si hanno le idee chiare su cosa si voglia fare, basta fare un giro al centro o, come lo chiamo io, ‘’due passi a perdersi’’, che qualcosa di interessante salta sicuramente fuori!

Meglio Testaccio ,Trastevere,oppure una cena a casa con gli amici "quelli veri" ?

Io amo Trastevere! E’ il mio quartiere preferito, sarà che sono nata lì… dovendo scegliere direi una bella uscita a Trastevere con i miei amici, quelli veri!

L’ultima moda facebook è il “chelfie”, l’autoscatto dal camerino di un negozio per chiedere un parere sugli abiti che si stanno provando - lo fa piu’ del 70% degli italiani - i giudizi social su un prodotto sono determinanti per il suo successo commerciale : ti piace fare shopping alla "vecchia maniera" cioè farti accompagnare da una amica ,oppure sfiancando il partner in un centro commerciale ?

Premesso che io non amo lo shopping, in genere è mia madre che mi accompagna. A dire il vero lo trovo molto stressante, soprattutto quando cerco qualcosa in particolare e mi viene mostrato ogni sorta d’abito!

Anna e Lucy DeCinque, trentenni italo-australiane, sono considerate le gemelle più "identiche" del mondo: indistinguibili non solo per l'occhio umano, ma anche per le tecnologie di riconoscimento facciale che, come è accaduto durante un programma televisivo giapponese, vanno in tilt senza riuscire a stabilire chi sia l'una e chi sia l'altra.lo stesso fidanzato: «Vogliamo restare incinte contemporanemente» Io come giornalista ho una opinione ma non la posso svelare magari per i nostri lettori mi piacerebbe ( e non puoi rifiutare) sapere la tua.....

Oh mio Dio! Alle storie bizzarre non c’è mai fine ! (ride) Volendo considerare l’argomento più seriamente posso solo azzardare l’ipotesi che queste sorelle possano soffrire di qualche serio disturbo d’identità o dipendenza maniacale… In quanto a lui e alla questione ‘’inseminazione sincronizzata’’ che dire… due piccioni con una ‘’fava’’ (ride). In generale non credo molto al ‘’triangolo’’, che sia amoroso o d’amicizia e su quest’ultimo parlo per esperienza personale. Alla fine c’è sempre un’intesa maggiore tra due dei componenti e le gelosie, le tensioni sono inevitabili, a maggior ragione non vedo come possa funzionare serenamente e armonicamente una relazione stabile di ‘’trio’’. Allo stesso tempo se tutti e tre stanno pensando di allargare la famiglia, mi viene da pensare che un loro equilibrio lo abbiano raggiunto quindi, alla fine dei conti, contenti e felici loro, contenti e felici tutti!

Cosa detesti dell'uomo 2.0 ?

Ma cos’è? Un nuovo profumo?! (ride) Ah, l’uomo del terzo millennio … vediamo un po’, forse la mancanza di un po’ di ‘’cavalleria’’, quella fierezza, forza, gentilezza e sicurezza che per me un uomo dovrebbe trasmettere di più. Ho come l’idea che i ragazzi di oggi, oltre che dei peli, tendano a liberarsi sempre più facilmente delle responsabilità.

Visto che si avvicina la festa del papa consideri importate questa figura in quest'era tecnologica dove tutto è sostituito dai social e dalle app ?

Direi proprio di si! Tra l’altro mio padre detesta gli smartphone e i nuovi sistemi di comunicazione, perciò diciamo che il nostro rapporto non è stato minimamente influenzato dalla tecnologia contemporanea

Che idea hai del sessismo nella società che vivi come donna e come professionista nel tuo lavoro ?

Penso che l’uguaglianza uomo-donna per molti versi è ancora un’utopia, credo che il sessismo sia a volte un’abitudine ormai assimilata dai maschi, ma anche dalle femmine. C’è sessismo sulle strade, dagli apprezzamenti urlanti e volgari di alcuni uomini ai detti ormai popolari come ‘’donna al volante pericolo costante’’, c’è sessimo sui mezzi pubblici con le palpatine più o meno di straforo e c’è sessimo nel lavoro, dove ancora molte donne si trovano a subire discriminazioni per il proprio sesso di appartenenza. Tale discorso vale anche per la Medicina Veterinaria, come pure per la Medicina Umana. Basti pensare che pochi mesi fa un premio Nobel per la Medicina ha dichiarato ad un congresso mondiale che non si dovrebbe lavorare con le donne perché ci si può innamorare di loro, loro possono innamorarsi di te e quando vengono criticate non contengono le emozioni e si mettono a piangere. Nel mondo scientifico, così come in tutto il mondo lavorativo in generale, molte donne non riescono a raggiungere determinate posizioni proprio perché tacciate di essere incapaci di gestire razionalmente le emozioni e le crisi, conciliare il lavoro e la famiglia, oltre poi che per una eventuale e scomoda maternità. Personalmente fino ad oggi non ho subito dei torti legati al sessismo, anche se devo ammettere che, come ad altre colleghe, è successo di essere scambiata per la segretaria, di non essere chiamata con il mio titolo ma con ‘’signorina’’, veder richiedere la presenza di un dottore per avvalorare le nostre competenze.

L’età più critica per una donna ? Secondo ricerche ed esperti in pochi decenni si è abbassata da quella prossima alla pensione ai venti-trent’anni.Tu l'hai superata .....in che modo?

Io credo che non ci sia un’età critica ma piuttosto un periodo critico. Si, ne ho avuti di periodi critici, come tutti, e per fortuna con un po’ di grinta e forza di volontà sono riuscita a superarli!

Anche se l'abbiamo superato vorrei parlare con te dell '8 marzo, 70 anni fa le donne d’Italia al voto per la prima volta. E tre comuniste scelsero la mimosa come simbolo: come lo hai festeggiato ?

Lavorando in clinica, per giunta col turno di notte! Se mi è dispiaciuto? Affatto.

Una bambina autistica impara a parlare e a nuotare grazie al suo gattino - la piccola era conosciuta già per i suoi dipinti in stile monet- Sei una sostenitrice della pet terapia ?

Assolutamente si! Sono convinta che il contatto e la comunicazione con un animale giovi ad ognuno di noi, e quindi in particolar modo alle persone con disabilità. Infatti, la capacità che hanno gli animali di instaurare un rapporto empatico e privo di rielaborazioni razionali con il paziente porta ad una sicurezza affettiva che favorisce il relazionarsi con il mondo esterno, l’esplorazione e l’equilibrio emotivo. Inoltre, tramite questo rapporto, l’animale riesce a stabilire anche un canale di comunicazione paziente-animale-medico, facilitando perciò le cure. Addirittura ci sono alcune discipline della riabilitazione equestre che possono essere applicate alle patologie neuro-motorie, sfruttando l’andatura basculante del cavallo. Infatti il movimento sinusoidale del cavallo è simile all’andatura dell’uomo e il cavaliere riceve impulsi marcati e ritmici sotto forma di ‘’stimoli-ricordo’’ propriocettivi, con notevoli miglioramenti posturali e motori.

Senti Cinzia ,dopo il Pil arriva il Pif che misura la felicità: l'Italia è al 50esimo posto....

Eh, lo immagino! Che frustrazione appartenere ad un paese meraviglioso, pieno di eccellenze e con una storia grandiosa alle spalle e dover patire disagi ogni giorno a causa di generazioni politiche dannose al paese stesso…

Quale canzone ti rende felice ascoltare ?

Io sono una sorcina, quindi per me dove c’è Renato c’è gioia! Però devo dire che in particolari momenti emotivi di contentezza o di tristezza la canzone che cerco è ‘’Heavy Horses’’ dei Jethro Tull, ha una sonorità, un’energia che mi fa vibrare forte e mi invita a ballare.

Parliamo di moda e andiamo a scontrarci contro i canoni imposti dalla moda : il brand “addition elle” gioca la carta ''plus size'' alla New York fashion week: sfilano in lingerie la top model Ashley Graham e altre bellezze taglia 48...

Finalmente un po’ di carne su quelle passerelle!

Primavera 2016, la borsa diventa protagonista : ne hai un guardaroba pieno ?

In realtà si, ne ho tante ma alla fine indosso le solite tre!

Quale accessorio reputi fondamentale nel tuo modo di vestire ?

Decisamente la borsa, senza non saprei organizzarmi!

Contraria all'utilizzo di prodotti di origine animale ?

Eh, che domandone! Temo che la risposta richieda dei tempi troppo lunghi per essere esaustiva, di cose da dire al riguardo ce ne sarebbero davvero molte!

Ami il vintage ?

Mi piace molto il vintage, lo trovo uno stile divertente e raffinato al tempo stesso

Possiamo parlare della tua passione per i cavalli come è nata e se sogni in futuro di aprire un bel maneggio ?

E’ nata a Villa Borghese, quando a 2 anni ho montato per la prima volta un pony, Stellina ! Per tanti anni ho saltato gli ostacoli, fatto trekking per l’Italia ma finito il liceo iniziava a pesarmi il modo ‘’classico’’ di vivere l’equitazione; ha iniziato a darmi seriamente noia la modalità con cui in genere ci si approccia a questo meraviglioso animale. Così ho iniziato a sperimentare nuovi metodi, diciamo più naturali, sia di monta che di doma, vivendo esperienze che si possono definire mistiche. Infatti il cavallo è l’empatia in purezza, una creatura scevra da qualunque sovrastruttura, animale che per natura è portato a vivere in sincronia con il suo simile. Rivoluzionando quindi il modo di approcciarmi a lui ho scoperto il suo delicato e gentile linguaggio, che mi ha concesso di provare cosa significa il concetto di totale unione e profondo rispetto reciproco. Sono convinta che se ognuno di noi stesse anche solo per poco tempo in suo contatto imparerebbe che comunicare e comprendere chi ci sta accanto è più semplice di quanto sembri. Mi piacerebbe molto in futuro, se mai ne avrò la possibilità, aprire un centro di recupero per cavalli con problematiche comportamentali, sequestrati o maltrattati.

Progetti per il futuro ?

Sicuramente accrescermi professionalmente e fare ciò che mi fa sentire bene!

Sei riuscito a realizzare un sogno nel cassetto ?

Conquistare la persona che amo!

Valerio De Benedetti

© Riproduzione riservata

Multimedia