Accademia Moda Maiani Ad AltaRoma

Accademia Moda Maiani Ad AltaRoma

Accademia Moda Maiani: quando un ostacolo si trasforma in opportunità - Legati alla Vita - di Alessia de Antoniis

371
stampa articolo Scarica pdf

Da oggi al 7 luglio, l'ex deposito ATAC di Viale Angelico, riqualificato, si trasforma nel quartier generale di AltaRoma e, al PratiBus District, l'alta moda è anche un modo per riprendere in mano la propria vita dopo aver perso il posto di lavoro. 

Questa mattina hanno debuttato gli aspiranti stilisti dell'Accademia Moda Maiani, allieve giovani e meno giovani che, grazie ad un corso finanziato dalla Regione Lazio, hanno la possibilità di intraprendere un nuovo percorso dopo un licenziamento.

Il legame che unisce queste sedici stiliste, l'aver perso il lavoro e aver ricominciato proprio dalla moda, diventa il tema scelto per la collezione, e che si concretizza in cordoni, lacci e fili, nonché il titolo della sfilata: "Legati alla Vita".

In passerella abiti bianchi dal taglio impero, decorati da zip, impreziositi da bordure, ma anche tessuti di tweed, corpetti con nastri che decorano le braccia, coprispalla sfrangiati e abiti di tulle ispirati ai tentacoli delle meduse.

Eleganti i modelli di Tiziana Ceraso, ispirati all'unico albero fossile vivente, il Ginco Biloba. “Per le sue qualità l'ho considerata come esempio di resistenza, resilienza, adattabilità, forza e cura per l'uomo” - spiega la stilista – esprimendo con le sue parole anche lo spirito che anima queste donne che stanno dando un nuovo corso alla loro vita.

Elisabetta Umbro fa invece sfilare i Mandala, simbolo della ciclicità della vita, espressione di un universo in continua trasformazione, di un mondo che torna in vita dopo ogni distruzione. Esattamente quello che lei e le sue colleghe stanno facendo grazie all'Accademia Moda Maiani.

Coraggioso è poi il messaggio di Sara Santelli, che fa sfilare un abito premaman. “Voglio portare in passerella una donna  che indossa con orgoglio la sua maternità e che sfida apertamente le dinamiche che la marginalizzano e penalizzano nel mondo del lavoro” - afferma, spiegando il messaggio legato alle sue creazioni.

La sfilata Legati alla Vita dell'Accademia Moda Maiani, che apre questa kermesse romana di alta moda, ha il pregio di dare visibilità al lavoro di donne che hanno trasformato uno dei grandi drammi che la nostra società sta vivendo, quello del licenziamento, in un'opportunità per creare valore. Rappresenta, inoltre, un esempio del beneficio che possiamo ottenere dal recupero dei nostri valori, come quello dell'artigianato, che possono rifiorire grazie ad un corretto uso delle risorse economiche che la Comunità Europea e la Regione Lazio mettono a disposizione delle aziende: in questo caso grazie anche all'esperienza e alla dedizione della titolare dell'accademia, Maria Maiani.

Alessia de Antoniis



© Riproduzione riservata