GiusyPre “ Canzoni Indigeste” , Tra Rimorsi, Rimpianti E Decisioni Importi.

GiusyPre “ Canzoni Indigeste” , Tra Rimorsi, Rimpianti E Decisioni Importi.

L’ ep si presenta con sonorità che richiamano gli anni ’80 con influenze punk fino a fare un salto al trip hop anni ’90, con riferimenti musicali a Franco Battiato, Gianna Nannini e Blondie.

stampa articolo Scarica pdf

Dopo aver pubblicato quest’estate il singolo d’esordio Caos Contemporaneo, dal 15 Ottobre è possibile ascoltare sulle più importanti piattaforme musicali l’ ep di 5 brani, d’esordio, di GiusyPre.

L’ ep si presenta con sonorità che richiamano gli anni ’80 con influenze punk fino a fare un salto al trip hop anni ’90, con riferimenti musicali a Franco Battiato, Gianna Nannini e Blondie. I brani sono critiche, “ Indigeste” devono spingere alla riflessione, all’autocritica e ad accettare anche verità scomode. Ogni brano è un richiamo all’attenzione sulla realtà filologica per comprendere l’ essere umano. Nella canzone “Monade” avviene una critica ad una società claustrofobica dai social e dalla rete , e come le monadi di Leibeniz che non hanno né porte né finestre e non possono comunicare con l’esterno, oggi più che mai dovremmo imparare a sentenziare meno quello che il web cerca di propinarci e vivere più con un bisogno di aria e di luce invece che creare un circolo vizioso chiudendo le nostri menti.

Il progetto di questo ep è stato autoprodotto ha visto la collaborazione, per la composizione e gli arrangiamenti, del polistrumentista Daniele Giulli e del produttore e fonico Nicola d’Amati, con registrazione e post-produzione presso il Merlo Studio di Roma (2020). La masterizzazione è di Eugenio Valla.

Federica Isopo

© Riproduzione riservata