MILA OGLIASTRO THE WISTERIA SUITES

MILA OGLIASTRO THE WISTERIA SUITES

Prodotto nella collana Koinè dall'etichetta pugliese Dodicilune, distribuito in Italia e all’estero da IRD e nei migliori store on line da Believe Digital, martedì 20 aprile

stampa articolo Scarica pdf


Nel suo esordio discografico, la cantante, compositrice e arrangiatrice ligure propone alcuni brani originali che guardano nella direzione del jazz contemporaneo ("7 Meters Tall", "Waltz Me To The Moon", "Wisteria", "Prima" e "The Consequences of Love"), alcuni "grandi classici" del repertorio del rock internazionale ("Message In A Bottle" dei Police, "Move Over" di Janis Joplin, "Come Together" dei Beatles e "We Will Rock You" dei Queen) e un'intensa versione di "‘Na Stella" di Fausto Mesolella, compianto chitarrista degli Avion Travel.In questo viaggio sonoro l'artista sceglie come compagni di strada il batterista Giorgio Griffa, il bassista elettrico Nicola Bruno e il pianista Andrea Pozza, «il cui profondo rapporto con la storia del jazz non solo italiano è un dato di fatto testimoniato dalla sua biografia artistica», scrive nelle note di copertina Pietro Leveratto. «Registrare un disco significa anche decidere cosa si vuole fermare nel tempo e mai come in questi anni la scelta del repertorio, inteso come il veicolo che rende esplicita la propria poetica musicale, rappresenta una sfida», prosegue il musicista e scrittore. «Se il giacimento della canzone americana storica pare sfruttato fino all’ultima pepita, è altrettanto vero che molto del catalogo del song moderno e contemporaneo non sembra sempre adatto a contenere le peculiarità del linguaggio del jazz, vuoi per la forma, vuoi per l’evidente modestia del substrato armonico, vuoi per la difficoltà di scindere l’interprete - la pop star - da quello che esegue. Occorre quindi avere coraggio per mettere le mani su materiale che proviene da altre derive, magari estraneo al songbook tipicamente jazzistico e ancora più ne occorre per scrivere la musica che si vuole cantare e suonare».«Quanti musicisti straordinari, nel corso degli anni, ci ha dato la Liguria! Ed ecco un nuovo bellissimo regalo. Una gran voce, un senso del jazz fuori del comune e soprattutto una notevole originalità sia come cantante che come compositrice: Mila Ogliastro. Benvenuta"», è il messaggio di Enrico Rava. «Ho avuto il piacere di ascoltare in anteprima “The wisteria suites” e subito sono rimasto colpito dalla freschezza di questo lavoro: composizioni raffinatissime e mai banali», sottolinea Fabrizio Bosso. «Una voce quella di Mila che oltre ad essere tecnicamente ineccepibile, regala all’ascoltatore tante sfumature e colori diversi. Importante il contributo di bravissimi musicisti tra cui spicca il sempre ispirato pianoforte del grande Andrea Pozza».

© Riproduzione riservata