II Concerto Di Galeffi All'Atlantico Live

II Concerto Di Galeffi All'Atlantico Live

Un grande successo con tanti artisti straordinari sul palco.

stampa articolo Scarica pdf

Galeffi chiude il suo tour con il concerto all'Atlantico di Roma

Con lui sul palco i The Lira e Scrima

Il 21 dicembre all’Atlantico Live si è svolto il concerto che ha concluso il tour di Galeffi, pseudonimo di Marco Cantagalli. Cantautore romano, classe 91’, attivo da neanche un anno. Le sue passioni? Calcio, cinema e Beatles.Inizia scrivendo canzoni inglesi, continuando poi con testi in italiano. “Occhiaie” è il singolo con cui Galeffi si è fatto conoscere al pubblico. Il 30 novembre ha presentato il suo nuovo lavoro, “Scudetto”, al Monk, locale romano noto nel circuito Indie, dove registra un sold out ad una settimana dall'uscita dell'album. Da quando ha debuttato, Galeffi non ha mai smesso di accrescere il suo successo.Nonostante il concerto non fosse Sold Out, Galeffi ha avuto grande successo e il pubblico era entusiasta. Ha aperto con Uffa e ha poi continuato con canzoni del suo ultimo album come Puzzle, Tazza di te, Polistirolo, Burattino, Mamihlapinatapai, Camilla, che hanno trascinato il pubblico che le cantava insieme a lui. Durante il concerto ha fatto una breve pausa per cantare delle cover inglesi, dicendo che siccome non poteva fare sentire al pubblico niente di nuovo, avrebbe cantato qualcosa di vintage che lui però amava.Ad aprire il concerto di Galeffi si sono esibiti, come gruppi spalla, la band The Lira e il giovane cantante Scrima.Federico Scrima, in arte Scrima, romano di 25 anni, diplomato in chitarra classica, ha debuttato il 14 settembre su Spotify con il suo inedito “Sofia”, che ha registrato circa 50.000 ascolti in meno di due settimane. E’ in arrivo anche un EP con tutti nomi femminili.Ho incontrato Scrima dietro al palco e gli ho chiesto cosa avesse provato a stare sul palco e quali sensazioni avesse avuto. Ha risposto dicendo che ha avuto ottime sensazioni, soprattutto dal pubblico, che ha reagito positivamente alle canzoni, al di là delle sue aspettative, nonostante fossero quasi tutti inediti. Se si fosse esibito con qualche canzone famosa, ha detto che sarebbe stato più facile, ma era ugualmente soddisfatto per l'accoglienza che ha ricevuto dal pubblico.Gli ho anche chiesto cosa ne pensasse di Sanremo giovani. “Mi è piaciuta molto una canzone di Federica Abbate”, ha risposto.I The Lira, progetto di Richard Green, anche lui romano, che aveva già condiviso il palco con i Tiromanicino e Thegiornalisti, è un gruppo nato nel 2016.Dietro le quinte ho chiesto loro quale sensazione avessero avuto sul palco e che reazioni avessero ricevuto dal pubblico. Gianmarco Amicarelli ha risposto dicendo che sul palco è stato un successo, si sono divertiti e il pubblico ha reagito bene. Ha aggiunto, per finire, che hanno fatto una nuova canzone che per adesso si chiama “Amsterdam”.

Domiziana Barreca



© Riproduzione riservata