Tuttonero Il Primo Singolo Di Arianna Manca

Tuttonero Il Primo Singolo Di Arianna Manca

Arianna Manca e il suo mentore Zibba propongono Tuttonero un singolo che racconta un periodo di vita realmente vissuto

306
stampa articolo Scarica pdf

Arianna Manca, cantante ventenne di Savona, si propone al grande pubblico con “Tuttonero”, il suo primo singolo. Reduce dalla Kermesse televisiva di “Amici”, in cui aveva già dato modo di far apprezzare le sue qualità vocali, Arianna tenta oggi il grande salto.

Il singolo, nato dall’incontro e dalla collaborazione con l’autore, cantautore e produttore Zibba e accompagnato da un video ufficiale diretto dalla videomaker Megan Stancanelli, viene presentato da Arianna come “un viaggio introspettivo alla ricerca del significato dell’amore … è la visione del mondo nei miei momenti peggiori, del mio modo di cercare un equilibrio fra quei momenti e il bisogno di soluzioni”.

Arianna canta questo brano con voce sottile ed intima, sottolineando nei ritornelli le parole con sfumature vocali un po’ più drammatiche. Anche il video, in cui appunto il nero è il colore dominante, negli abiti e nell’ambientazione notturna, Arianna interpreta l’emotività e l’angoscia di un amore che sta finendo, con sguardi e gesti che bene accompagnano il testo. Unica immagine chiara è rappresentata da un ragazzo, che, appoggiato svogliatamente ad un palo, ascolta senza guardare.

Arianna Manca è una ragazza semplice, ma dall’interiorità complicata, che si pone mille domande e che, come lei stessa ha dichiarato in diverse interviste, dopo l’esperienza, che giudica comunque positiva, fatta ad “Amici”, si è trovata ad un’impasse, personale ed artistica, da cui non riusciva ad uscire, in cui appunto vedeva “Tuttonero”. Zibba, avendo creduto in lei prima di lei stessa, è riuscito a trarla fuori da questa fase di stallo della sua creatività, dando una svolta alla sua carriera artistica. “Tuttonero” quindi per Arianna rappresenta un periodo di vita realmente vissuto, qualcosa sicuramente di molto sentito, anche e soprattutto per questo ben interpretato, nonostante la sua giovane età.

Così, dopo questo riuscito esordio, restiamo in attesa di nuove performance di Arianna Manca, in cui diventi maggiormente evidente la sua personale crescita artistica, che renderà certamente più cariche di significati e più caratterizzanti le sue interpretazioni.

Barbara Gottardi

© Riproduzione riservata