Luca Grieco

Dalla passione per il vaping alla realizzazione di un business

328
stampa articolo Scarica pdf

Come nasce il tuo business? E la passione per il tuo lavoro?

Svapoint è figlio della mia passione per la sigaretta elettronica nata tra la fine del 2012 e l'inizio del 2013. Correvo da qualche anno quando realizzai che, per lo sport che amo, fumare è deleterio... Così smisi di farlo senza troppe difficoltà nel gennaio 2013, con l’ausilio della sigaretta elettronica. Nel giugno dello stesso anno, decisi di coniugare alla mia attività familiare di pub ciò che da mesi appassionava molto me, lo svapo. Nacque l'idea iniziale del primo "svapo pub" in Italia, idea che negli anni è cresciuta e si è traslata in un business.

Parlaci di Svapoint.

Da gennaio 2019, Svapoint è una realtà diurna di barshop con un servizio prevalentemente atto (come la legge impone) alla vendita di sigarette elettroniche e liquidi adatti al suo utilizzo. Ad oggi, infatti, la legge prevede che ci debba essere una prevalenza di vendite legate allo svapo per mantenere in piedi anche due business, ecco perchè la somministrazione bar è un discorso minoritario e diurno.

Quali sono i benefici dello svapare al posto di fumare?

I benefici per chi smette di fumare con o senza l'ausilio della sigaretta elettronica sono pressochè identici... Già dopo pochi giorni, i livelli di monossido di carbonio fisicamente calano molto e le percezioni dei sapori e degli odori diventano più nitide nell'organismo. Senza contare che, al mattino, molte reazioni fisiche di un fumatore abituale (quali la produzione eccessiva di catarro e simili) vanno scomparendo. In 10 anni senza fumo, inoltre, si può tornar ad avere polmoni sani quanto quelli di chi non ha mai fumato in vita propria... A me ne mancano 3 circa. Nel mio caso, oltretutto, da appassionato di running e di musica, notai in pochi mesi un considerevole passo in avanti nella gestione del fiato durante lo sforzo sportivo e un aumento del tono vocale quando canto.

Nella tua vita, hai affrontato tante avversità. Invece che scontrarti con l’altro da te, hai lavorato per cambiare te stesso e il modo di porti dinnanzi agli eventi. Quando hai capito che si tratta di una strategia vincente?

Come giustamente sottolineavi tu nella domanda, la vita non mi ha regalato nulla... Perdere 35 kg per avere un fisico e una salute migliore credo sia l'esempio più solare di quanto il mio esser caparbio sia stato molto spesso positivo. Credo molto nella capacità dell'uomo e che la possibilità di avere successo nella vita non sia legata tanto a cosa si scelga di fare, quanto a come lo si fa...Tempo addietro, un cliente mi chiese quale fosse il miglior prodotto che avessi in negozio in vendita; la risposta fu: “io”. Semplicemente perchè, in una società dove tutto è massificato, prodotti inclusi, la differenza nella vendita la fa la passione e la caparbietà con la quale si intraprende una strada. E questo vale anche nello sport, sentimentale e in qualsiasi altro campo.

Passiamo agli scandali di questi giorni. Lo scorso 11 settembre, Donald Trump ha manifestato la volontà di ritirare dal mercato tutte le sigarette elettroniche aromatizzate. Dietro alla mobilitazione dell’amministrazione, vi sono le 7 morti dovute a una non meglio specificata “vaping illness”. Di cosa si tratta?

Quello che sta accadendo negli Usa credo debba far riflettere tutti...Il fatto che la sigaretta elettronica sia un valido strumento per smettere di fumare con liquidi idonei al suo utilizzo è ormai comprovato. La cosa che fa tristezza è che, invece di sfruttarne le potenzialità, a volte si va a demonizzare questo strumento con timori spesso infondati... Nell'esempio recente dei casi negli Stati Uniti, non è la sigaretta elettronica ad aver danneggiato le persone che avrebbero accusato determinati malesseri, ma ciò che hanno inalato: sostanze liquide (probabilmente estratte dal THC) prive di controlli opportuni e certificazioni... Ciò si discosta da quel che noi definiamo liquidi 'tradizionali' per e-cig, ossia miscele di glicole propilenico, glicerolo vegetale (presenti in campo alimentare e farmaceutico da sempre), aromi alimentari e nicotina se richiesta (peraltro la nicotina non è cancerogena seppur crei dipendenza).

Il mese scorso, i Centers for Disease Control and Prevention hanno formalmente consigliato di non acquistare prodotti illegali e, soprattutto, di non modificare i device inserendoci sostanze alteranti. Sai dirci cosa è successo nello specifico?

In Europa, i liquidi che utilizziamo per il vaping subiscono almeno 6 mesi di controlli specifici prima di essere immessi sul mercato globale. Oltre oceano, suppongo si debba prestar maggior attenzione al mercato -in specie illegale- di liquidi "alternativi" rispetto a quelli a norma. Altrimenti, non si spiegherebbe come mai solo di recente e solo oltre oceano siano capitate determinate circostanze.

Secondo i dati Nielsen riportati da TechCrunch, il 75% del mercato statunitense di sigarette elettroniche è oggi controllato dall’azienda fondata nel 2015 da James Monsees e Adam Bowen, la Juul. Perché si trova adesso al centro delle polemiche?

L'azienda Juul, da quel che ho potuto apprendere, si trova nell'occhio del ciclone ingiustamente. Da azienda leader nel settore si trova a dover rispondere del perchè siano accaduti determinati fatti... Ma domando ai lettori una cosa: se bevessi un bicchiere di veleno liquido potrei mai prendermela con chi ha fabbricato il bicchiere?

Il mercato italiano delle sigarette elettroniche risente di queste notizie. Ci spiegheresti perché, a tuo avviso, si tratta di reazioni dei consumatori infondate? Mi riferisco, ovviamente, alle differenze in quanto a legislazioni e prodotti commercializzati.

I consumatori di e-cig, di tabacco o i non fumatori di tutto il mondo, trovandosi di fronte a titoli sensazionalistici nei quali si è detto "Sigaretta elettronica... Morto in USA", dovrebbero prestare più attenzione alle fonti. Come sostieni nella domanda, questo ha inciso sulla sensibilizzazione degli acquisti ma credo la bontà del prodotto avrà la meglio sugli erronei utilizzi che se ne fanno e le informazioni che ne possano conseguire. Chi utilizza la sigaretta elettronica con liquidi idonei avrà sempre un beneficio salutare enorme rispetto al fumo tradizionale. Ciò detto, è bene che la legge tuteli i consumatori prevedendo controlli qualitativi e nei device, così come nei liquidi. Negli UK, la sigaretta elettronica viene venduta anche negli ospedali e ci son molti incentivi nell’utilizzarla, questo la dice lunga…

Quali sono le tue altre passioni? Come le hai sviluppate nel tempo?

Le mie passioni? Oltre al vaping, come detto prima, amo correre da quasi 10 anni. Strimpello più strumenti, scrivo canzoni, amo leggere, soprattutto libri di psicologia e filosofia. Amo altresì la cinofilia, il Giappone e la sua cultura, la metereologia e tanto altro... Insomma, mi tengo impegnato. Sin da piccolo, ho sempre avuto interesse per questi hobby ai quali ho dedicato molto tempo e credo sia impossibile per me discostarmi anche solo da uno di loro.

Che consigli daresti ai giovani imprenditori?

Ai giovani imprenditori consiglio di curare molto la passione per ciò che fanno e se ne vogliono fare un lavoro, che si distinguano per la qualità di ciò che offrono prima umanamente poi a livello di competenza e prodotti. Questo credo sia un buon punto di partenza...E se il lavoro duro premia gli audaci, fare impresa anche nel nostro paese non è così difficile, nonostante la crisi degli ultimi anni. Ecco perchè sostengo di più chi ha il coraggio di provare "a casa nostra" a farsi spazio nel mercato rispetto all'esterofilo in cerca di fortuna altrove.

Cosa ne pensi della crisi ambientale e del movimento Fridays for Future?

Riguardo alla crisi ambientale, credo questo pianeta stia subendo da troppo tempo il prosciugarsi delle proprie risorse da parte dell'uomo. Ne risente il clima, l'ambiente e, in futuro, lo farà l'uomo stesso. Per fortuna, sembra la sensibilizzazione di massa inizi a far presa sull’opinione pubblica, come ad esempio le politiche di sensibilizzazione sullo smaltimento di materiali plastici nell'ambiente. Da quel che so, il movimento Fridays for Future manifesta in favore dell'ambiente scioperando dalle attività scolastiche in momenti prestabiliti. Il fatto che siano giovani studenti ad occuparsene dà speranza in un futuro migliore per questo pianeta. È bene ricordare che noi siamo ospiti di passaggio nel mondo ed è nostro dovere inquinarlo il meno possibile. Io, nel mio piccolo, togliendomi il vizio del fumo, di sicuro do un modesto contributo in tal senso.

Grazie,

Chiara Zanetti

© Riproduzione riservata