SONIA MONGILLO PROFESSIONE WEDDING PLANNER

SONIA MONGILLO PROFESSIONE WEDDING PLANNER

Ho seguito corsi di pianificazione eventi, decorazione e flower design, ho compreso l’importanza di proporre idee che siano davvero inedite.

stampa articolo Scarica pdf


Fiori, candele e sorprese non possono mai mancare. E poi, ancora: che si mangi bene, che ci si diverta e che l’atmosfera sia bella. La differenza la fa lo stile e la classe di un allestimento che rimanga impresso nella mente degli ospiti. La ricetta per un matrimonio perfetto sta tutta qui, perfetta sintesi di quello che è il lavoro di Sonia Mongillo, professione wedding planner. originaria dell’hinterland di Milano, ma ormai abituata a girare in lungo e in largo con le “sue” coppie. Trent’anni da compiere, un Diploma in Lingue, una Laurea in Fashion Design, una quotidianità che la porta a “sposare” coppie di innamorati in ogni parte d’Italia. Dal mare alla città, dalle ville isolate a ristoranti extra-lusso, il suo mondo è quello dei matrimoni.

Benvenuta Sonia Mongillo, come si diventa wedding planner?

Ho seguito corsi di pianificazione eventi, decorazione e flower design, ho compreso l’importanza di proporre idee che siano davvero inedite. Aver studiato è stato decisivo per approcciarmi nel giusto modo a questo mondo. A differenza delle colleghe, mi caratterizza l’impostazione da fashion designer e la ricerca del bello coniugato all’utile. Ed ho capito che il segreto del mio lavoro sta nel capire la coppia, nello studiare i loro valori, le loro abitudini, le curiosità e le passioni che le caratterizzano. Da lì scocca l’idea…

Ed è da lì che nascono le idee migliori ?

Proprio così… qualcosa posso svelare! In un caso insieme alla sposa abbiamo progettato di invitare tutti alla cerimonia per il battesimo della loro figlia… ed invece si sono ritrovati tutti al matrimonio! E in altri casi, abbiamo organizzato location da favola a Sankt Moritz, a Montecarlo, sul Golfo di Napoli. Luoghi da sogno, invitati incantati e… matrimonio riuscito! Il mio lavoro è far sì che ogni cosa sia perfetta, costi quel che costi.

Quali sono i must?

Fiori, candele, lanterne. Questi tre elementi non possono mancare. Ma si può aggiungere molto altro, con una certezza: una wedding planner fa risparmiare, anziché spendere. Fa risparmiare tempo, soldi, energie. È una persona che si ha al proprio fianco nel momento della necessità. Poi bisogna essere pronti ad ogni esigenza last minute; mi è capitato di dover correre in farmacia per un acquisto salva-cerimonia o di dovermi arrangiare all’ultimo istante con l’arte del fai da te. L’importante è che la coppia non se ne accorga e tutto rimanga magico.

Dopo aver fatto sposare decine di coppie, resti poi in contatto con loro ?

Si’, assolutamente, resto in ottimo rapporto! Si stringono amicizie, si cammina passo dopo passo insieme alleggerendo la loro fatica e soddisfando le loro esigenze. È normale che poi il rapporto rimanga…

Breve digressione. Una wedding planner… è una donna sposata?

Parliamo di me: dopo 6 anni di straordinario fidanzamento, nel 2022 convolerò a nozze col mio amato Alberto! Naturalmente progetterò il mio matrimonio, ma mi farò aiutare da una collaboratrice. Questo perché non vorrei che al mio matrimonio si inceppasse qualcosa che non riuscirei a controllare perché indaffarata a festeggiare!

Sonia Mongillo “nasce” pero’ come Miss e fotomodella, giusto?

Esperienze favolose… ormai lontane quasi dieci anni nel tempo! Ho partecipato a Miss Universe Italia, a Miss Italia, ho vinto il concorso di Mia Cara Miss. Sono state esperienze che mi hanno aiutata a crescere , che mi hanno trasmesso l’adrenalina del momento, il piacere di affrontare nuove sfide. Non mi sono mai montata la testa, ho sempre fatto tutto per divertimento. E poi…

C’è un filo conduttore che unisce il passato e il presente ?

Proprio così, mi piace dirlo: prima ero io che partecipavo ai concorsi e mettevo in gioco la mia bellezza, ora la bellezza la rendo negli eventi delle persone che mi scelgono per le mie qualità professionali.

E il passaggio da un lavoro di immagine al desiderio di fare impresa ?

Diciamo che ho imparato a comprendere l’importanza di risolvere i problemi, anziché guardarli e basta. E poi credo che il mondo wedding sia nelle mie corde e nel mio destino. D’altronde nella mia carriera di fotomodella, ho sfilato spesso con abiti da sposa…

C’è un augurio che rivolgi alle coppie che sposi?

Ai miei sposi dico sempre di imparare a sostenersi a vicenda, che mirino alla felicità della coppia e non solo a quella individuale. Quello è il segreto della longevità di una relazione.

E loro ricambiano questo augurio ?

Con sorrisi felici e con gesti che toccano l’anima del cuore! Le coppie restano sorprese quando l’idea pianificata viene messa in atto, quando vedono che l’aspetto coreografico lascia amici e parenti senza parole.

Sempre più clienti stranieri scelgono l’Italia per convolare a nozze e chi come me fa questo lavoro, sa che dovrà farsi trovare pronta ad esaudire ogni desiderio. Perché il giorno del “fatidico sì” ormai per molti è diventata un’occasione per lasciare un ricordo indelebile negli invitati. L’atmosfera resta per sempre nel cuore di chi ha partecipato ad un matrimonio, ed è così che ogni dettaglio può far la differenza. Dalla scelta dei colori a quella dei cantanti, nulla può essere trascurato. E siccome l’imprevisto è sempre dietro l’angolo, c’è da star certi che in corso d’opera qualcosa dovrà essere “aggiustato”.

di Francesca Rasi

© Riproduzione riservata