Addio All’attore Renato Scarpa

Addio All’attore Renato Scarpa

Artista poliedrico, fu (tra l’altro) Sergio di “Un sacco bello”

stampa articolo Scarica pdf

È deceduto oggi a 82 anni, nella sua abitazione romana, l’attore Renato Scarpa.

Nato a Milano il 14 settembre 1939, Scarpa era un artista poliedrico, in grado di farsi valere sia in ruoli drammatici sia in parti comiche: tra le sue interpretazioni, ricordiamo quelle del severo padre Corazza di “Nel nome del padre” (1972) di Marco Bellocchio, del professor Verdegast di “Suspiria” (1977) di Dario Argento, di Robertino di “Ricomincio da tre” (1981) di Massimo Troisi, del dottor Cazzaniga (capo del personale dell’Alfasud di Pomigliano d’Arco) di “Così parlò Bellavista” (1984) di Luciano De Crescenzo e del cardinal Gregori di “Habemus Papam” (2011) di Nanni Moretti, senza dimenticare quella di Sergio di “Un Sacco bello” (1980) di Carlo Verdone.

In quest’ultimo film impersona un tranquillo amico che Enzo (Verdone) convince a prender parte a una vacanza a Cracovia partendo dal “palo della morte” (un traliccio dell’alta tensione, ora non più presente) ubicato a Roma, in via Giovanni Conti (quartiere di Vigne Nuove): Sergio, assai titubante circa tale gita oltrecortina, avrà un malore che lo porterà al ricovero ospedaliero, costringendo Enzo a cercarsi un altro compagno di viaggio (che poi sarà "l'amico di Martucci", interpretato da Giuseppe Romano).

Giuseppe Livraghi

Fonte della fotografia: fotogramma del film "Un sacco bello" (1980) 

© Riproduzione riservata