WELCOME TO OZ ART AD ORVIETO

WELCOME TO OZ ART AD ORVIETO

Giuseppe Rosella è l’artigiano che trasforma i sogni in realtà e poi la leggenda vuole che visitare il Mago di Oz porti fortuna.

stampa articolo Scarica pdf

Persi fra le caratteristiche viuzze del centro storico di Orvieto, con ancora la infinita bellezza del suo Duomo negli occhi, ci si imbatte in un’altra meraviglia inaspettata che, anche se non figura nelle guide turistiche, finisce per attirare quasi per un influsso magico catapultando il visitatore in un mondo parallelo dove gli adulti, soprattutto quelli dotati di una certa sensibilità, possono riscoprire la sensazione di tornare ancora bambini. Benvenuti nel meraviglioso mondo incantato di "Oz", che prende vita in due botteghe a 50 mt di distanza l'una dall'altra chiamate "Il Gioco” situata in Via dei Magoni,4 e "Luci e Ombre" in Via Pedota, 9.

Giusto il tempo di cominciare a scrutare l’infinità degli oggetti sistemati in vetrina che Giuseppe Rosella, ormai più noto come Mago di Oz, ti invita a entrare nel suo universo per una visita guidata destinata a lasciare il segno di un’esperienza davvero incredibile. Eh già, perché basta un cenno della mano e gli scaffali cominciano ad animarsi quasi come la scena di un film Disney dove ogni cosa può avere un’anima. Si accendono così le luci delle giostre, piccoli personaggi cominciano a muoversi e a cantare fino a un teatro in miniatura dove eleganti ballerine classiche interpretano “Lo Schiaccianoci”. Maschere, lampade, stampe, cartoline, giornali, carillon, chincaglierie varie…tutto ha una sua originalità in grado di portare ad ogni casa il gusto della favola. Basta scegliere uno spartito e un orsacchiotto pianista eseguirà proprio quella musica o cambiare cappello e un altro orsacchiotto canterà proprio il motivo ispirato al suo copricapo.

Rosella, con il suo sguardo da eterno ragazzo, è un visionario ma anche un abilissimo artigiano che crea miniature in grado di raccontare tutta una vita. Infatti, fra le sue opere più interessanti ci sono le vetrinette e le biblioteche fatte a mano che raccontano, con grande accuratezza di particolari, le biografie di chiunque voglia lasciare una traccia della sua esistenza. L’artista raccoglie gli hobbies, la professione, le foto, i viaggi, i libri, le musiche amate dai committenti per renderle immortali in piccoli volumi con tanto di pagine che possono sfogliarsi. Come dichiarato dallo stesso Mago di Oz, la sua non è una interpretazione ma una vera e propria immedesimazione per esprimere effettivamente una persona come si vede. Un oggetto unico che continua nel tempo, considerato che si può continuare ad aggiornare la biblioteca con i nuovi eventi e i nuovi particolari che la vita riserva. Il Mago di Oz con le sue collezioni di soldatini, di aerei vintage, e ogni tipo di modellino alla fine vende sogni ed emozioni riuscendo a creare un mito che ha fatto proseliti sia in Italia che all’estero per un bisogno dappertutto sempre più pressante di fantasia e buoni sentimenti. Un uomo che non solo fabbrica sogni ma che è capace anche di raccontarli.

Rosario Schibeci

© Riproduzione riservata