Roberto Onofri: La Nuova Sfida Internazionale è Cibor PortTV

Roberto Onofri: La Nuova Sfida Internazionale è Cibor PortTV

Nuove e intriganti sfide internazionali, prima fra tutte quella nel settore croceristico

stampa articolo Scarica pdf

E’ definito per antonomasia l’Ambasciatore d’Italia, conquistando il titolo di Dj dell’anno, durante la notissima trasmissione televisiva di Rai Tre, Discoinverno.

Ebbene sì, stiamo parlando di Roberto Onofri, amato e acclamato personaggio del mondo dello spettacolo, che a soli 28 anni ha richiamato l’attenzione del jet set internazionale, accumulando un susseguirsi di successi, grazie al suo talento, e i tanti progetti futuristici realizzati. 

Come nasce Roberto Onofri?

Bella domanda – replica Onofri – toccandosi il lobo frontale. Direi proprio con Discoinverno, quando durante l’evento, venni premiato da Renzo Arbore, presidente dell’A.I.D. e maestro di clarinetto. La vera consacrazione risale però al 1989 al trionfante successo che ottenni durante il Word International Dj, che si è svelse all’interno del Madison Square Garden di New York, gremito all’inverosimile.

La sua carriera è stata costellata di collaborazioni prestigiose, vuole raccontarci qualche aneddoto?

Memorabile per duratura, quella con Angelo De Luca, il suo produttore e la fiducia dimostratami dell’arrangiatore di sempre Bruno Milioni. Poi sono venuti gli incontri significativi con personalità del calibro di Rosalinda Celentano, con cui dal 1994 ho condotto VideoOne, un programma trasmesso in tutto il mondo via satellite Sky e ora in Italia su Port TV.

Un anno che ha segnato la sua carriera?

Senza ombra di dubbio Il 2000, quando ho avuto il privilegio di partecipare al matrimonio esclusivo di Liza Minnelli a New York, evento che rafforzò ulteriormente il mio legame con l’inseparabile Franco Nero, per il quale nutro un profondo legame di puro affetto.

Altre tappe fondamentali?

Effettivamente, ho fatto molta strada, ma non ho mai perso di vista le mie radici. L’Italia occupa sempre il primo posto nei miei pensieri – prosegue Onofri – Paese verso il quale, provo un’immutabile amore e senso di appartenenza.

Il suo percorso lo ha visto anche a fianco di Stefano Tacconi, leggenda della Juventus e della nazionale. Inoltre, spesso si è trovato ad affrontare sfide professionali di rilievo. E’ soddisfatto dei risultati?

Credo di aver lasciato un’impronta indelebile nel mondo della musica e dello spettacolo. Da “Girotondo rap” e “Castello rap”, premiati con due dischi d’oro, fino alla conduzione di trasmissioni di successo come “Cibor Port” su Raiuno. Ho sempre cercato di innovare, di stupire, e sinceramente penso in parte, di esserci riuscito.

Cosa bolle oggi nella pentola di Onofri?

Sono impegnato in un disegno ambizioso, il Cibor PortTV. Un’iniziativa che mira a valorizzare gli scali navali a livello globale, partendo dall’Italia. Questo progetto prevede la creazione di una televisione innovativa, che trasmette contenuti vari, da cinema a moda, direttamente nei porti e a bordo delle navi da crociera, con l’obiettivo di arricchire l’esperienza di viaggiatori e croceristi, e le oltre 22 puntate trasmesse su Rai Due, programma che ha  raggiunto uno share del 10%, elemento non secondario, in quanto  indica che siamo nella giusta direzione.

Onofri si conferma quindi, come un promotore televisivo di successo, pronto a rivoluzionare,  com’è nel suo stile, anche il settore crocieristico con Cibor PortTV. Il suo cammino, è un inno alla perseveranza, al talento e all’amore per l’Italia. Un percorso che spazia dalla musica al mondo televisivo, passando per incontri con VIP internazionali, e che non si ferma mai, grazie alla passione e all’innovazione che alberga in Roberto Onofri. Non ci resta quindi, che attendere le prossime mosse di questo straordinario ambasciatore dell’italianità nel mondo.

Marco Dal Puppo 

  

© Riproduzione riservata