VALENTRIO AL BEARDCOFFEEHOUSE

VALENTRIO AL BEARDCOFFEEHOUSE

Il pubblico della deliziosa caffetteria di Largo Orazi e Curiazi conquistato dalla splendida voce di Valentina Aulisi giovane promessa del nuovo panorama musicale della Capitale

369
stampa articolo Scarica pdf

Un aperitivo molto speciale quello celebrato al BeardCoffeeHouse il particolare bar caffetteria dei  Colli Albani a Roma che ha ospitato la musica dal vivo di “Valentrio” per un sofisticato viaggio fra jazz e pop eseguito magistralmente dalla splendida voce di Valentina Aulisi accompagnata alla tastiera dal papà Ruggiero e alla chitarra dallo zio Guido artisti veterani dei club della Capitale.

Un pubblico di affezionati ma anche tanti nuovi amici non hanno perso l’occasione di vivere una serata dai ritmi distensivi favoriti da un ambiente capace di garantire una degna accoglienza grazie anche all’affabilità del proprietario. Infatti, Marco De Rocco, in soli due anni, è riuscito a fare del locale in Largo Orazi e Curiazi un luogo d’incontro dove è facile sentirsi a casa coccolati con ottimi prodotti che vengono preparati con una cura quasi maniacale. La sua è una storia fatta anche di coraggio avendo lasciato una posizione di certezze per inseguire il sogno di realizzare qualcosa di tutto suo dove offrire prima di tutto qualità.

Grande protagonista è il caffè sia nelle diverse tipologie che abbracciano tutto il mondo sia nella tecnica di preparazione, non a caso su una parete è scritto a caratteri cubitali “Coffee is always a good idea”. Si va dal Colombia supremo al Tanzania Kilimangiaro, dal Tucano verde Honduras al gusto forte e ruvido del Jawa, dall’Etiopia fino al pieno e intenso Messico Montana Maya. Oltre al classico espresso, Marco elabora le sue miscele con metodi di altre culture come quello “Syphon” importato direttamente dal Giappone, l’”Aeropress” e il caffè a filtro “V60” che deve il nome alla forma della caffettiera che è conica a “V” con un angolo di 60°.

E il caffè diventa l’ingrediente principale anche per cocktail che anche senza alcool sono riusciti a conquistare il palato di fini intenditori come l’”Hot Summer Breezer” a base di cannella, arancia, cioccolato e peperoncino o anche il “Summer Breezer” con arancia, cannella e menta. Un’ottima alternativa che porta il caffè ad essere gustato anche per l’aperitivo. Degni di nota i tè infusi a foglia e frutta e i drink che nella preparazione più classica trovano il loro punto di forza.

Grazie alla personalità di chi lo gestisce al BeardCoffeeHouse, aperto dal lunedì al sabato dalle 7 del mattino alle 21, si respira anche un’atmosfera molto artistica. A cominciare dalla struttura realizzata tutta in legno con materiali di riciclo e arricchita con piccole opere che denotano una certa originalità. Ma la vera ciliegina sulla torta in tema di arte è il cappuccino con il ritratto che Marco riesce a disegnare sulla tazza all’istante stupendo sempre chi lo beve. Per una conferma su bravura e somiglianze basta visitare la pagina Facebook del BeardCoffee una vera vetrina di simpatia e curiosità. 

                                                                                     Rosario Schibeci 

© Riproduzione riservata