CHIANTI CLASSICO RISERVA E VINO NOBILE DI MONTEPULCIANO RISERVA

CHIANTI CLASSICO RISERVA E VINO NOBILE DI MONTEPULCIANO RISERVA

Gli evergreen di CARPINETO attraverso gli anni a LIFE OF WINE

stampa articolo Scarica pdf

QUESTIONE DI TEMPO

Si annuncia particolarmente interessante la partecipazione di CARPINETO a LIFE OF WINE – Viaggio nelle età del vino che si tiene al Radisson Blu Hotel di Roma domenica 18 ottobre, la manifestazione creata per andare alla scoperta dell'evoluzione del vino nel tempo attraverso il confronto e l’assaggio di grandi etichette italiane.

Life of Wine prevede l'assaggio dell'annata in commercio e almeno due vecchie annate di una stessa etichetta, Carpineto oltre l'annata corrente, la 2016, di vecchie annate ne porta 6!

Per il Chianti Classico Riserva la 1990, 1995, 2007 e per il Vino Nobile di Montepulciano la 1989, 1997, 2010.

Un evento originale nel panorama complessivo e un'occasione preziosa per avvicinare un'azienda nota tra l'altro anche proprio per l'eccezionale longevità dei suoi vini, anche grazie ad un grande lavoro sull'elevazione e l'affinamento dei vini in botte e in bottiglia. Un'azienda con uno degli archivi enoici delle denominazioni storiche della Toscana più forniti.

Strutture importanti, estrazioni di rilievo, una trama raffinata di grande profondità e al tempo stesso slancio vivace e tuttora in divenire che regala una beva di felice pienezza mai adagiata. E questo che ci si troverà davanti e nel calice domenica 18. Vini diversamente giovani, potremmo definirli…

53 anni fa i loro padri, Giovanni Carlo Sacchet e Antonio Mario Zaccheo, fondarono la Carpineto col proposito di produrre il miglior Chianti Classico che il terroir potesse offrire, e il Chianti Classico fu il loro primo vino, in controtendenza rispetto agli standard produttivi di allora.

Oggi la giovane generazione di Carpineto perseguendo quel sogno in questa denominazione produce tre etichette, il Chianti Classico d'annata, il Chianti Classico Riserva e il Chianti Classico Gran Selezione.

"Il Chianti Classico nelle tre diverse declinazioni è l'esito di una visione lungimirante, il coronamento del sogno dei nostri padri, che proprio nel 1967 fondarono l'azienda a Greve in Chianti", raccontano Caterina Sacchet, enologa, e Antonio Michael Zaccheo. "Un prodotto di grande razza ed eleganza che premia la lungimiranza, la costanza nella qualità, il lavoro nel tempo."

Un uvaggio che prevede oltre l'80% di Sangiovese, Canaiolo e altre varietà a bacca rossa come da disciplinare, posto in botti di rovere per 12 mesi e poi in serbatoi di acciaio, affina in bottiglia almeno 10 mesi prima del rilascio.

L'Appodiato di Dudda, località originaria dell’azienda, nota da secoli proprio come “Carpineto”, è situato sulle colline a un’altezza di 300 metri, nella zona del Chianti Classico. E' il cuore storico dell'azienda, emblematicamente rappresentato anche da un archivio enoico tra i più forniti, con un grande numero di annate storiche. Oltre all'archivio, molto spazio in cantina è dedicato all’elevazione nei legni: la barricaia contiene circa 1000 botti e barrique. Mentre l'affinamento dei vini imbottigliati avviene in una cella sotterranea a temperatura costante che può ospitare fino ad un milione di bottiglie. Il complesso, dove attualmente sono in corso lavori di ampliamento della cantina, è circondato da 8 ettari di vigneti a Sangiovese del Chianti Classico.

La Tenuta di Montepulciano è la più ampia e paesaggisticamente spettacolare, cuore moderno e green. Un wine retreat di 184 ettari di terreno dedicati a vigneto, uliveto, seminativo, bosco. Una vera e propria oasi di natura e ambiente all'insegna della sostenibilità. E' anche l'Appodiato dove negli ultimi vent'anni si è assistito e si assiste alle operazioni più vivaci di rinnovo e reimpianto: nell’arco dei prossimi 5 anni massimo saranno impiantati/rinnovati 15 nuovi HA, le varietà che si impianteranno saranno tendenzialmente rosse, Sangiovese e Canaiolo.

Quella per il Vino Nobile di Montepulciano per CARPINETO è una vera e propria vocazione, un'attitudine che iscrive l'azienda nella storia della denominazione alle più alte performance, massima espressione di valorizzazione.

CARPINETO e il NOBILE, questione di tempo... potremmo dire a ragione. Lunga evoluzione in bottiglia nello stile dell'azienda ma anche un progetto di alta valorizzazione nato oltre 20 anni fa. Unica azienda a produrre solo Riserva e un Cru di Nobile, sangiovese in purezza con vent'anni di storia

Un Vino Nobile di Montepulciano, entrato per 3 anni anni (annata 2010, 2011, 2013) tra i top 100 al mondo nella classifica di Wine Spectator, a testimonianza della costanza degli standard qualitativi d’eccellenza della produzione di Carpineto. Un vino icona per l'azienda.

Il Vino Nobile di Montepulciano Riserva Carpineto un uvaggio nel solco pieno della tradizione e che prevede, come da disciplinare, accanto al Sangiovese l'uso in quantità minore di varietà locali come il Canaiolo, il Colorino, il Mammolo è prodotto nel numero di 150.000 bottiglie.

Fondata in Chianti Classico nel 1967 dalle famiglie Sacchet e Zaccheo, CARPINETO, tuttora gestita dalle due famiglie, coltiva in modo sostenibile e neutrale all’impronta del carbonio 500 ettari di terreni di proprietà suddivisi tra 5 tenute nelle zone storiche della Toscana vitivinicola: Chianti Classico, Vino Nobile di Montepulciano, Brunello di Montalcino, Alto Valdarno e Maremma. Esporta in oltre 70 Paesi nel mondo.

www.carpineto.com

© Riproduzione riservata