Piatti Autunnali: Alcune Idee Su Cosa Mettere In Tavola Nei Prossimi Mesi

Piatti Autunnali: Alcune Idee Su Cosa Mettere In Tavola Nei Prossimi Mesi

In questo articolo troverai diversi piatti autunnali da cui prendere ispirazione, per portare in tavola colori, profumi e sapori di questa meravigliosa stagione.

stampa articolo Scarica pdf

Se ti stai chiedendo quali piatti autunnali portare in tavola per rallegrare pranzi e cene ad amici e parenti, sei nel posto giusto!

Piatti autunnali da portare in tavola

Prima di partire con i piatti autunnali per pranzi e cene in compagnia o mentre si guarda la TV la domenica, a tal proposito potresti leggere l’articolo legato alla formula 1, è bene sapere quali siano gli ingredienti di stagione.

Tra gli ingredienti di stagione da aggiungere alla lista della spesa troviamo:Per quanto riguarda la frutta: fichi, datteri, castagne, pere, pistacchi, uva, arance, avocado, cachi, kiwi, mandarini, mandaranci, melograno etc.Invece, per quanto riguarda la verdura: zucca, funghi, cavolfiore, broccoli, patate, rape rosse, topinambur etc.

Di certo, ciò che regna sovrana in questa lista di ingredienti è lei: la zucca.

Diamo ora un’occhiata più da vicino su come usare questi ingredienti freschi, che si possono trovare sia al supermercato che dal fruttivendolo, con cui realizzare i nostri sani piatti autunnali.

Crema di zucca e funghi

Un buon piatto tipico per riscaldarsi nelle giornate fredde ed uggiose nel mese di ottobre è la crema di zucca e funghi, che piace sia a grandi che piccini.

È molto semplice realizzare la crema di zucca e funghi (se non ti piacciono i funghi, puoi variare con i ceci), ti basterà inserire all’interno di una casseruola capiente: zucca pulita e tagliata a cubetti, patate senza buccia e tagliate a cubetti, funghi champignon, rosmarino, olio extravergine di oliva, una manciata di sale grosso ed acqua fredda.

Metti sul fuoco (inizialmente a fuoco medio) il tutto con il coperchio, mescolando di tanto in tanto, per circa 35-40 minuti, fin tanto che le patate e la zucca non si saranno ammorbidite. Successivamente, utilizza il mixer ad immersione per realizzare un composto denso e cremoso (prima di procedere con il mixer, puoi rimuovere gli eventuali rametti di rosmarino).

La quantità di funghi e patate deve essere circa la metà della quantità di zucca, ad esempio: per 500 gr di zucca, usa 250 gr di patate e 250 gr di funghi. Olio e rosmarino a piacere.

Alternativamente, puoi aggiungere anche altri ortaggi all’interno (come le cimette di broccoli o di cavolfiore) oppure, anziché usare la zucca, usa delle rape rosse (in tal caso, il procedimento per la realizzazione della ricetta è il medesimo).

Lasagne alla zucca

Tra i primi piatti autunnali troviamo anche le lasagne alla zucca.

Si tratta di un piatto sfizioso, nonché una valida alternativa alle classiche lasagne al ragù, ideale per riunire la famiglia la domenica.

La ricetta di questo piatto non si discosta molto da quella delle lasagne al ragù, perché il procedimento di creazione è lo stesso, ciò che cambia sono gli ingredienti: anziché usare la carne, si usa la zucca, la scamorza affumicata, funghi a piacere e la besciamella.

Prima di infornare la pirofila con le lasagne è necessario preparare la zucca e tagliare a cubetti la scamorza: dopo aver pulito e tagliato a dadini la zucca, inseriscila in una padella con dell’olio, del rosmarino tagliato finemente ed uno spicchio d’aglio, quindi procedi con la cottura a fuoco medio aggiungendo un mestolo di brodo vegetale ed un pizzico di sale. Cuoci con un coperchio per 15 minuti a fiamma bassa.

Una volta che la zucca sarà pronta, la puoi tritare con il mixer ad immersione prima di metterla nelle lasagne. Dopo aver ottenuto un composto cremoso, puoi mettere la zucca nelle lasagne con i cubetti di scamorza. Una volta che la lasagna sarà pronta da cuocere, inforna la pirofila (nel forno preriscaldato) per 30 minuti a 180 gradi.

Verdura sbollentata

Tra i contorni dei piatti autunnali troviamo anche la verdura sbollentata, un contorno leggero e salutare.

Sbollentare la verdura è molto semplice: riempi una casseruola d’acqua con una manciata di sale, quindi metti la casseruola sul fuoco ed attendi che l’acqua bolla. Una volta che l’acqua avrà raggiunto i 100 gradi, inserisci le verdure pulite e tagliate (ad esempio, cimette di broccoli e cavolfiori) ed attendi 10-15 minuti che si cuociano (puoi attendere anche di più, se preferisci che siano ben cotte).

Per sbollentare correttamente, dopo aver cotto la verdura, raccoglila con una schiumarola ed inseriscila in una ciotola con dell’acqua gelida, in questo modo interromperai la cottura e le verdure non potranno scuocere. Successivamente, scola nuovamente la verdura con un colino, rimuovi quindi l’acqua in eccesso e servi come contorno.

Infine, ricorda che: gli ortaggi che crescono sottoterra (come le patate, le rape, le carote etc.) vanno inserite in acqua fredda prima di metterle sul fuoco, mentre quelli che crescono sopra la terra (cavolo, cavolfiore, tegoline, zucchine, coste etc.) vanno in acqua bollente. Questo perché le verdure che crescono nel sottosuolo necessitano di una cottura più lenta per ammorbidirsi, perché sono molto più compatte rispetto le verdure che crescono alla luce del sole.

Dai un’occhiata alla nostra pagina dedicata, per non perderti altre novità culinarie ed enogastronomiche!

Cristiano De Giorgio 

© Riproduzione riservata