La Pergola Di Heinz Beck Compie 30 Anni E Festeggia Con Un Nuovo Abito

La Pergola Di Heinz Beck Compie 30 Anni E Festeggia Con Un Nuovo Abito

L’11 giugno si riaprono le porte di uno dei “templi gastronomici” della Capitale, l’unico a vantare le tre stelle Michelin. La Pergola riaccende il sogno

stampa articolo Scarica pdf

La firma dell’attenta ristrutturazione di uno dei ristoranti più famosi di Roma, è quella di due architetti specializzati nel restyling di luoghi di ristoro da sogno. Patrick Jouin e Sanjit Manku hanno unito le loro “menti” nel famoso studio di architettura JOUIN – MANKU e da anni “firmano” riaperture spettacolari in giro per il mondo.

Qui a La Pergola hanno dedicato ben sette mesi di attento lavoro di ristrutturazione. Uno dei luoghi più iconici a Roma e non solo, romanticamente adagiato sulla collina di Monte Mario, all’interno dell’affascinante Rome Cavalieri Waldorf Astoria, albergo di lusso e da sogno.

Radici tedesche e passione italiana

Heinz Beck, classe 1963, nato in Germania, comincia la sua carriera come pastry chef. Poi nel 1994, la sua fama ha inizio sulla magnifica terrazza del Rome Cavalieri con la creazione di un luogo in cui la cucina italiana viene reinterpretata con quell’inconfondibile tocco di classe ed eleganza. Una grande attenzione a quelle che sono le materie prime italiane, reinterpretate in modo sublime. Lo Chef tedesco conquista il Mondo.

I piatti iconici de La Pergola sono da sempre stati apprezzati da tutti coloro che costantemente hanno transitato nel Ristorante Tristellato. Capi di Stato, attori, star mondiali, solo per citarne alcuni. Ma anche viaggiatori di culture diverse, clienti che soggiornano in albergo o semplicemente di passaggio per gustare quella cucina firmata dallo Chef Heinz Beck con tutta Roma ai propri piedi.

Tra i piatti signature e tradizionali de La Pergola ci sono i famosi “Fagottelli La Pergola” una sorta di carbonara, piatto iconico della tradizione romana, ma cucinati con i passaggi al contrario. La cucina ha avuto nel tempo dei grandi riconoscimenti come le Tre Stelle Michelin, unico ristorante nella Capitale ad averne il primato.

Le due firme per una nuova Pergola: gli architetti

Oggi La Pergola festeggia 30 anni dalla sua apertura e lo fa con una “veste” nuova. La firma è quella di due archistars. Patrick Jouin, francese e una firma nota a Parigi e Sanjit Manku, canadese. Il loro lavoro di restyling ha puntato ad una grande attenzione al lusso, come è giusto che sia, ma sempre nel rispetto della linearità.

La nuova sala

 

Linee leggere e armoniose per la nuova Pergola, i colori sono quelli caldi e avvolgenti ispirati alle tonalità della Città Eterna, che dalla terrazza del ristorante fa capolino in tutta la sua bellezza. Il tangibile e l’intangibile si incontrano creando una magia unica.

Travertino, alcantara, terracotta e seta i materiali scelti, si fondono creando un ambiente caldo ed accogliente. La luce gioca un ruolo importante grazie anche ad un tessuto ondulato sul soffitto il quale crea degli effetti ottici particolari. Non mancano gli elementi della collezione d’arte del Rome Cavalieri, tra cui la collezione di vetri di Gallè e alcuni dipinti.

La mise en place

La tavola si arricchisce con vasi di fiori in ceramica creati a mano da Madlen Ceramics, un’artista romana di Trastevere, piatti di attesa di Feeling’s, il marchio francese specializzato nella produzione di ceramica di Limonges. I piatti hanno il motivo floreale che si ritrova ricamato anche sulla seta delle pareti delle nicchie della prima sala.

La posateria è stata attentamente selezionata in base alle portate. Per quelle salate è stata scelta la linea Infini di Christofle. Per quelle dolci è stata scelta la linea Jardin d’Eden in cui ogni posata riporta incisioni di un intreccio di viti, piante e fiori.

La filosofia dei piatti e il menù

Gli aggettivi che da sempre definiscono la cucina di Heinz Beck sono salutare, leggera e dai profumi mediterranei.

Il menù è fedele a quella filosofia che da sempre rappresenta la cucina di Heinz Beck. Si basa sui concetti di salute, benessere e cucina circolare con l’impiego al 100% delle materie prime. Ridurre drasticamente gli scarti è la mission.

Heinz Beck, con il suo team di cucina punta su una forte attenzione al mondo vegetale, combinando le tecniche di conservazione più antiche con quelle più moderne.

I piatti rappresentano anche la visione che lo Chef ha della convivialità Italiana. Gli ospiti avranno la possibilità di iniziare il loro percorso con l’aperitivo, il quale si presenta come un “viaggio” nelle tradizioni più antiche della nostra Italia.

Si passerà dai sapori del mare a quelli della montagna non solo attraverso il cibo, ma anche attraverso i supporti scelti per il servizio.

Tra i nuovi piatti, lo “0,1%“ è quello che meglio rappresenta il messaggio che lo Chef Heinz Beck vuole trasmettere. Molto spesso l’uomo tende a costruire e produrre risorse in maniera superflua senza porre attenzione a ciò che in natura già esiste. Il nome 0,1% è la percentuale dello spazio occupato dall’uomo rispetto alla biomassa mondiale, e sta a rappresentare come l’uomo nella sua piccola biomassa impatta spesso con materiali freddi e asettici.

Nel piatto di Heinz Beck la narrazione è affidata ad un sanpietrino, quel tipico cubetto di porfido del lastricato delle antiche strade romane. Il piatto è realizzato con un liofilizzato di pomodoro e carbone, viene riassorbito dalla forza della natura, ossia le erbe spontanee che lo circondano e che riconquistano il territorio occupato dall’uomo.

Roma viene omaggiata con un piatto in particolare: l’“Agnello sull’Antica Appia” che miscela l’intensità della carne ovina con i legumi germoattivati. La disposizione nel piatto disegna il motivo del lastricato di una delle strade più belle e significative della Città Eterna: L’Antica Appia.

Save The Date

A partire dall’11 giugno la nuova Pergola riapre ai clienti del Rome Cavalieri e a tutti coloro vogliano rivivere un sogno gustando piatti iconici e senza tempo, in nome dell’innovazione.

********

La Pergola

Rome Cavalieri, A Waldorf Astoria Hotel

Via Alberto Cadlolo, 101 - 00136 Roma

Filly Di Somma

© Riproduzione riservata