Franz, Il Cuore Di Monteverde

Franz, Il Cuore Di Monteverde

Nel cuore di Monteverde, nel 1987, ha aperto quello che, oggi, è un vero e proprio punto di riferimento del quartiere: la pizzeria gastronomia Franz.

1018
stampa articolo Scarica pdf

Nel cuore di Monteverde, nel 1987, ha aperto quello che, oggi, è un vero e proprio punto di riferimento del quartiere: la pizzeria gastronomia Franz. In un locale rinnovato da poco, che però ha mantenuto il carattere della tradizione, abbiamo incontrato Paolo Spini, uno dei titolari della storica attività, per scoprire il segreto del loro successo.

Com’è iniziata la storia di Franz?

Come si può intuire dal nostro logo, la storia di Franz inizia nel 1987. Inizialmente era la classica pizza al taglio, un piccolo locale di una sola serranda, dove acquistare buone pizze in teglia e qualche prodotto di gastronomia. Devo però dire che era già caratterizzato da due elementi che, ancora oggi sono tra i nostri punti di forza: la cucina a vista, che è poi diventata un must dei locali più glamour e i supplì. Inizialmente li preparava la moglie di Franz, la “Regina del supplì”.

Il locale è stato ampliato e rimodernato negli ultimi anni. Come avete affrontato questo cambiamento?

Principalmente con serietà. Abbiamo creduto molto nella nostra attività e nei nostri clienti. In effetti posso affermare con serenità che la gente ci vuole bene. Al vecchio locale, soprattutto nelle ore di punta, si accontentavano di mangiare appoggiati negli angoletti, affianco al girarrosto. Questa è una grande attestazione di stima. Una conferma del fatto che stiamo seguendo la giusta direzione. Così, quattro anni fa, abbiamo deciso di lanciarci in questa nuova sfida, rimodernarci, mantenendo però la nostra anima. Siamo convinti che le idee vengano premiate, al di là della crisi. E così è stato.

Siete a Monteverde dal 1987, come vivete il rapporto col quartiere?

Franz è parte di Monteverde. Trentadue anni in un quartiere hanno un significato, soprattutto oggi dove poche cose sono durature. Nella mia esperienza all’interno del locale ho potuto toccare con mano l’affetto della gente. I nostri sono clienti fedeli ed affezionati. Basti pensare che ho visto alcuni dei nostri avventori essere accompagnati qui dai nonni ed oggi li vedo entrare mano nella mano coi propri figli. Quello che rende questo locale, Franz, è sicuramente il clima che si respira entrando. Oltre che gestore sono anche cliente e penso che la cordialità e la giovialità che offriamo noi, siano uno dei motivi per cui la gente continua a parlar bene di noi e a tornare.

Cosa offrite oggi ai vostri clienti?

In realtà non ci siamo lasciati sedurre dalla modernità delle nuove etichette dello street food. E’ vero, oggi c’è molta più concorrenza. Tanti lanciano i propri prodotti promuovendo, che ne so, la pizza con un impasto di 36 ore di lievitazione, usano prodotti particolari, ecc. Noi proponiamo prodotti creati con ingredienti di qualità, ma manteniamo la semplicità della tradizione. Oggi offriamo un menù più vario, rispetto al passato, ma i nostri fritti, i nostri supplì, per i quali siamo molto conosciuti, i filetti di baccalà e le pizze restano il nostro fiore all’occhiello.

© Riproduzione riservata