LAZIO EMPOLI 2 - 2

LAZIO IN TOTALE CONTROLLO FINO AL 2 A 1 DI CAPUTO CON I GOL DI ANDERSON E ZACCAGNI, POI IL CROLLO MENTALE E FISICO COSI COME A LECCE. SARRI DEVE TROVARE LA SOLUZIONE.

stampa articolo Scarica pdf

Lazio in controllo totale fino al 2 a 1 di Caputo, poi ennesimo crollo mentale e fisico come accaduto a Lecce. Marin firma un pareggio allo scadere che porta solo fischi ai giocatori laziali.

Cronaca

Ritorna il mago Luis Alberto, rientra Anderson dopo la panchina iniziale di Lecce, il resto è la solita vecchia Lazio di Sarri, Provedel in porta, Lazzari e Marusic i terzini, Casale e Romagnoli i centrali, Luis Alberto, Cataldi e Milinkovic a centro campo, Anderson, Zaccagni e Immobile il trio avanzato. Per Zanetti, squalificato l’ex Akpa Akpro, Caputo e Costa in avanti. Arbitra Pezzuto, sezione di Lecce.

Parte combattiva la Lazio, 55 secondi palla recuperata e tiro di Cataldi deviato in corner. Luis Alberto dalla bandierina, primo palo con spizzata di Anderson, leggera deviazione di un difensore empolese e palla in rete. Lazio in vantaggio al primo affondo. 8’ si vede Immobile, Anderson ruba palla a centrocampo, palla in velicità per il napoletano che entra in area e colpisce forte ma alto sopra la traversa di Vicario. 16’ ci prova Zaccagni dal limite ma la difesa respinge in fallo laterale. Lazio in controllo, Milinkovic giganteggia a centrocampo, Luis Alberto prova a illuminare quando ha il pallone e il resto è puro palleggio. 18’ Zaccagni si divora il raddoppio dopo un ottima uscita da dietro, Anderson per Lazzari, allungo e cross per l’esterno che tutto solo spara a lato di Vicario. 19’ Ciro Immobile entra in area da destra, palla in mezzo ma nessuno compagno trovato. Empoli che resta a guardare una Lazio dominante ma che non trova il raddoppio, un po come era successo a Lecce. Al 25’ dopo un breve possesso palla Empolese Luis Alberto trova la ripartenza e il tiro sul primo palo e deviato in angolo. Ottima intesa Lazzari, Anderson, Lazzari con il terzino che copre l’intero campo, palla a Immobile, destro violento e deviazione in angolo. Corner successivo con Casale che non trova lo specchio con un ottimo colpo di testa. Empoli chiuso che non riparte e Lazio che prova a raddoppiare, Immobile svaria su tutto il fronte offensivo cercando il varco giusto. 43’ Casale toglie palla a Caputo appena un secondo prima di entrare in area, ottimo intervento del centrale difensivo laziale, oramai sembra entrato a far parte dei titolari in maniera continuativa. L’arbitro dopo un minuto di recupero fischia la fine del primo tempo.

Seconda frazione senza cambi, Cataldi prova subito la conclusione come nel primo tempo e palla ancora in angolo. La Lazio è ripartita come aveva chiuso la prima parte di gara, all’attacco. Ci prova anche Immobile, di testa, al 50’ ma palla sull’esterno della rete. Pressing continuo e attacchi da destra e sinistra ma per adesso nessuna conclusione verso Vicario. 54’, la Lazio trova il raddoppio, azione che parte dalla destra, Felipe Anderson prova il tiro, palla dentro che arriva a Zaccagni sul filo del fuorigioco e scavetto di esterno a battere Vicario. 2 a 0. Si fa vedere l’Empoli dalle parti di Provedel, cross dalla destra e Caputo tutto solo colpisce di testa ma pallone alto. 62’ Milinkovic prova dalla tre quarti di precisione, Vicario ci arriva e devia sul palo, Immobile manca il tap-in per un nonnulla. La Lazio continua a premere, sulla destra Lazzari e Felipe Anderson sono un agonia per i difensori empolesi. Dentro Pedro e fuori Zaccagni per la Lazio, fuori Grassi e Baldanzi e dentro Cambiaghi e Bandinelli per l’Empoli. Dentro anche Pjaca e Ebuehi per Satriano e Stojanovic, Zanetti le prova tutte. Al 68’ giallo per Romagnoli per fallo sulla tre quarti e per Pedro per aver scagliato il pallone lontano a gioco fermo. Dentro Hysaj e Vicino per Lazzari e Cataldi. Contropiede veloce al 73’ ma Luis Alberto non trova il giusto varco per Pedro. Ultimo cambio per l’Empoli, fuori Fazzini, dentro Bajrami. Splendida azione di rimessa biancoceleste, Milinkovic, Anderson, Milinkovic, Hysaj e palla che stava per arrivare a Pedro tutto solo, salva in extremis la difesa empolese. 80’ Bajrami tiro cross che taglia tutta l’area laziale ma nessun compagno appostato e palla fuori. 83’ contropiede micidiale empolese, Bajrami per Cambiaghi che gira subito per Caputo, ben appostato e Provedel battuto. Fuori Luis Alberto, dentro Toma Basic. 89’ Anderson per Hysaj che apre a Milinkovic, sinistro alto sopra la traversa. 4 sono i minuti di recupero designati dall’arbitro di Lecce Pezzuto. 93’ calcio d’angolo per l’Empoli, Bajrami salta Pedro, rimpallo in area su Felipe Anderson, palla al limite a Marin, destro preciso sotto la traversa, Provedel avrebbe dovuto e potuto fare di più. 2 a 2. Pezzuto fischia la fine delle ostilità dopo un altro minuto di recupero tra i fischi dell’Olimpico.

GIUSEPPE CALVANO

FOTO GIANANDREA GAMBINI 

© Riproduzione riservata