Lazio Lecce 1 A 0 Un Gol, Tre Punti E Vista Europa

Lazio Lecce 1 A 0 Un Gol, Tre Punti E Vista Europa

Contro il Lecce ci pensa Felipe Anderson: un gol che vale tre punti e il quarto posto

stampa articolo Scarica pdf

Ancora 1 a 0, ancora tre punti e la Lazio aggancia la Fiorentina al quarto posto. Sono cinque i successi consecutivi della Lazio di Maurizio Sarri che annulla le distanze dall’Europa e chiude nel migliore dei modi la settimana che l’ha vista festeggiare i 124 anni di storia. Dopo il successo nel derby e conseguente qualificazione alla semifinale di Coppa Italia, tre punti anche in campionato. Partita bruttina, sì, ma il risultato è pesantissimo e permette alla squadra biancoceleste di volare alla volta dell’Arabia per le final four di Supercoppa con una classifica che le sorride.

Primo tempo – Non piace neppure a Sarri l’approccio dei suoi al match, che faticano ad entrare in partita, troppi gli errori che concedono ampie ripartenze alla squadra ospite. Una sola è l’occasione buona capitata tra i piedi della Lazio: bello l’appoggio, col tacco, di Luis Alberto per Isaksen che ci mette la punta del piede, ma il Lecce fa muro e Falcone riesce a schermare la porta. Al 24^ è costretto al primo cambio Maurizio Sarri: dentro Romagnoli, tornato titolare nel derby, al posto di Patric per un problema alla spalla. Al 33^ occasione per Il Lecce: palla precisa in mezzo di Almqvist, liscia Oudin, ci arriva Kaba, ma Provedel è reattivo e devia in angolo.

Possesso palla Lazio, ma accelerazioni improvvise e pericolose del Lecce: attento Provedel, solo una sbavatura nel lanciare Guendouzi, errore subito rimediato.

Nel finale di primo tempo si accendono gli animi: ammonito Zaccagni che ha tirato la maglia a Gendrey, giallo anche per lui. Mattia Zaccagni, tornato ai livelli di qualche mese fa, era diffidato e salterà la prossima gara di campionato contro il Napoli. Termina a reti inviolate un primo tempo piuttosto brutto e noioso.

Secondo tempo – Cambia subito Sarri: Isaksen è il peggiore dell’undici biancoceleste e dopo 45 minuti lascia il posto a Pedro. In avvio è un errore di Guenndouzi, che scivola sulla palla, ad aprire all’ inserimento di Gonzalez. Ottimo il recupero di Gila. Al 51^ ci prova Pedro con un tiro dal limite. Al 54^ palla gol enorme della Lazio con Mattia Zaccagni: alza troppo il piattone il giocatore e la palla termina alta. La Lazio alza i giri e D’Aversa corre ai ripari: dentro Venuti per Gendrey, ammonito e sistematicamente saltato da Zaccagni.

Si sblocca al 57^: Stop e tiro di Felipe Anderson, su assist di Luis Alberto. Torna al gol all’Olimpico, dopo mesi, quando torna a muoversi da falso nueve il brasiliano e mette in discesa la gara della Lazio. Luis Alberto avrebbe anche al 62^ l’occasione del raddoppio: questa volta è Anderson a fare la sponda per lasciare il numero 10 libero di tirare, ma la conclusione termina alta.

Serie di cambi dalla panchina: nella Lazio dentro Vecino e Lazzari per Luis Alberto e Pellegrini.

Prova a reagire il Lecce: cross di Almqvist dalla sinistra, ci arriva di testa Krstovic, ma non inquadra la porta. Al 71^ ancora Lecce con il tiro di Kaba: troppo strozzato, termina fuori.

Cambia qualcosa anche il Lecce: dentro Strefezza e Alexis Blin per Gonzalez e Kaba.

Si rivede Ciro Immobile: al 79^ fa il suo ritorno in campo il capitano biancoceleste che prende il posto di Mattia Zaccagni. Ultimi sei minuti di gioco e D’Aversa aggiunge uomini in attacco: dentro Piccoli e Dorgu per Oudin e Gallo. Primo pallone e primo errore di Dorgu che lascia il pallone a Guendouzi: bravissimo a mettere palla in mezzo dove sono Vecino e Immobile ben posizionati, ma non riescono a centrare la deviazione decisiva e guadagnano solo un angolo.

Al 92^ occasione d’oro del Lecce: si accende Almqvist, corre a sinistra e entra in area dove trova un super Gila a risolvere tutto.

Scontro nel finale tra Falcone e Ciro Immobile: l’attaccante biancoceleste termina a terra, se le dicono i due, ma alla fine la decisione dell’arbitro penalizza maggiormente la Lazio. Giallo per Pongracic e  Immobile, anche lui diffidato, anche lui salterà Lazio-Napoli al ritorno dalla Supercoppa.

Enrica Di Carlo – Foto Official S.S. Lazio 

© Riproduzione riservata