Lazio Bologna 1 2 Successo In Rimonta Per La Squadra Di Motta

Lazio Bologna 1 2 Successo In Rimonta Per La Squadra Di Motta

La Lazio passa in vantaggio con Isaksen, ma si fa rimontare e non riesce a reagire. La sfida Champions è degli uomini di Motta

stampa articolo Scarica pdf

Esulta il Bologna all’Olimpico che batte in rimonta la Lazio nella gara valida per la 25^ giornata di Serie A grazie alle reti di El Azzouzi e Zirkzee e raggiunge l’Atalanta al quarto posto in classifica. Ottimo primo tempo della Lazio che trova il gol del vantaggio con Isaksen e manca l’occasione di aumentare il proprio legittimo vantaggio. Bruttina la ripresa, con tanti errori e pochissime occasioni, cresce il Bologna di Thiago Motta che si conferma una bella realtà. 

Le scelte – Obbligate quelle del tecnico Maurizio Sarri: out Romagnoli e Vecino squalificati, e quest’ultimo anche infortunato, al loro posto Patri, che fa coppia con Gila, e Danilo Cataldi che ritrova la maglia da titolare dopo l’ottima prestazione contro il Bayern Monaco. In mezzo al campo ancora Guendouzi e Luis Alberto, guidano l’attacco Ciro Immobile con Isaksen e Felipe Anderson.

Cronaca - Dopo appena tre minuti di gioco il primo tiro di Ferguson termina sopra la traversa. La Lazio però entra subito in partita. Al l 7^ sfuma  un’occasione ghiotta: ottimo recupero di Isaksen che serve Immobile. Doppio tentativo di tiro per lui respinto una volta da Skorupski e una volta dalla difesa schierata rossoblù. Al 10^ primo cambio forzato per la Lazio: alza bandiera bianca Patric, al suo posto dentro Casale. Al 13^ strozzata l’esultanza biancoceleste: Ciro Immobile gonfia la rete, ma la bandierina del fuorigioco è alta, si resta sullo 0 a 0. Fino al 18^: ottimo lo scambio Ciro Immobile – Isaksen, bravissimo anche a recuperare il pallone,  e il danese non sbaglia. Preciso e potente il suo tiro che porta la Lazio in vantaggio. 23^ vicina al raddoppio la Lazio con Ciro Immobile:  verticalizza per lui Cataldi, buono lo stop e il tentativo del capitano, ma il suo tiro è un passaggio per Skorupski. Ci prova ancora Isaksen, particolarmente ispirato: supera tutti, libera il tiro, deviato in volo in angolo da Skorupski.

Al 35^ giallo per Cataldi per un fallo al limite dell’area: si scaldano gli animi perché appena un minuto prima Maresca non aveva sanzionato un fallo identico di Fabbian ai danni di Immobile.

Al 38^ clamoroso gol del pari del Bologna : errore di Luis Alberto che pasticcia con Provedel, ma ad averne la meglio è il Bologna con El Azzouzi che firma il gol del pari convalidato dal Var dopo un presunto fuorigioco.  Si scuote immediatamente la Lazio, ci prova Guendouzi, ma la difesa del Bologna è un muro. Chiude il primo tempo 1 a 1 con la Lazio in attacco, trascinata da un super Isaksen.

Più basso il ritmo nel secondo tempo da parte della Lazio che sembra lasciare il pallino del gioco all’avversaria, cominciano a scaldarsi i componenti della panchina, ma oggi Sarri ha poche alternative per cambiare il passo. Al 64^ dentro Castellanos per Ciro Immobile e Pedro al posto di Isaksen, migliore in campo indiscusso nel primo tempo, leggermente calato nella ripresa come tutta la Lazio, ma è lui a lasciare il posto al numero 9. Poche  le azioni da raccontare sia da una parte che dall’altra: dopo un primo tempo molto vivace, tanti gli errori in campo. Al 75^ gli ultimi cambi della Lazio: dentro Pellegrini al posto di Manuel Lazzari e Kamada per  Luis Alberto responsabile di tanti errori nonché di quello clamoroso che ha portato al pari felsineo.

Al 78^ completa la rimonta il Bologna: è Zirkzee a portare in vantaggio i suoi: conclusione al volo del numero 9 in maglia rossoblù, bravo a costruire e raccogliere un assist dalla sinistra di Kristiansen.  Non riesce a recuperare la Lazio: ci prova nei minuti di recupero, ma è un assalto feroce e caotico, che non trova sbocchi.  Resta bloccata la classifica a 37 punti, con un a partita in meno, e qualche rimpianto.

Foto Official Lazio

Enrica Di Carlo 

© Riproduzione riservata