L' Artigianato Italiano è Diventato Materia Di Studio Parliamo Di Mustart

L' Artigianato Italiano è Diventato Materia Di Studio Parliamo Di Mustart

Una piccola grande idea, dunque, per incoraggiare la cultura del saper fare verso il futuro : la storia di Valentina

stampa articolo Scarica pdf

Ha dedicato la sua tesi alle strategie difensive che l’antica azienda di cappelli fiorentina, “Grevi Mode”, ha adottato durante la pandemia, e da allora non si è più fermata. Per Valentina, giovane studentessa di economia, l’artigianato italiano è diventato materia di studio e ricerca partendo da Instagram, piattaforma sempre più gettonata dall’and made. “Mi si è aperto un mondo pieno di giovani che, durante la pandemia, chiusi in casa, hanno seguito corsi online di taglio e cucito, macramè o ceramica, pur di non perdere tempo, affinare le tecniche, e creare pezzi unici”, - spiega Valentina. - “C’è chi si prodiga per rinnovare le tradizioni di famiglia all’insegna dell’innovazione, per seguire le orme dei genitori, dei nonni o dei maestri dai quali hanno imparato l’arte della manifattura, e chi invece propone progetti completamente nuovi, sempre più orientati verso il riciclo e l’eco sostenibilità”. Una sequenza di vetrine filtranti di creatività in movimento, che dagli oggetti di design fino ai gioielli e ai tessuti riciclati, incanta e inorgoglisce. “Così ho deciso di aprire una pagina tutta mia”, - dice Valentina, - “che ho chiamato Mustart, parola che rimanda alla Mostarda, la cui ricetta è di origini italiane”. Un piccolo tributo al Made in Italy, dunque, e a tutte le micro imprese che in Italia rappresentano un’altissima percentuale del totale delle aziende. - “La mia pagina vuole essere un punto di riferimento, un trampolino di lancio da irradiare nel mondo”, - aggiunge Valentina, - “perché nel mio piccolo voglio contribuire alla crescita del mio Paese”. Nel frattempo Mustart si sta facendo conoscere; la piattaforma online Homify, che tratta di progettazione e design, le ha già dedicato un articolo, promuovendo inoltre alcuni artigiani. “Dietro ogni post c’è un lavoro quotidiano non solo di ricerca, ma anche di conoscenza, di piccole interviste, di approfondimento sulla storia che c’è dietro a ciascun manufatto”. Una piccola grande idea, dunque, per incoraggiare la cultura del saper fare verso il futuro.

Michele Stentella 

© Riproduzione riservata