A Giugno Un Grande Compleanno Per Il Salone Del Mobile Di Milano

A Giugno Un Grande Compleanno Per Il Salone Del Mobile Di Milano

Una importante manifestazione per fortificare legami e amicizie riconciliandosi con la natura: Design come luogo di pace.

stampa articolo Scarica pdf



Dopo due anni di sospensione e uno slittamento di alcuni mesi è ufficiale che la 60esima edizione del Salone del Mobile si terrà dal 7 al 12 giugno 2022

Il Presidente del Salone del Mobile Mario Porro, nel presentare la manifestazione si è detto sconvolto dalla guerra in Ucraina, intristito dal futuro incerto e già compromesso da una pandemia globale, dal rincaro energia e dalla difficoltà di reperire materie prime, ma sicuro e fiducioso dell'importanza della manifestazione. Il Salone del Mobile è ben più di una vetrina per addetti ai lavori, ma crocevia importante per culture, tradizioni e stili provenienti da tutto il mondo. Mai come ora è necessario aprirsi a livello internazionale, fortificare legami e amicizie e riconciliarsi con la natura, design come luogo di pace.

All'insegna del "Progettare la sostenibilità e celebrare la bellezza" si annuncia un grandissimo evento per Milano sostenuto dal sindaco Sala che afferma in conferenza stampa: "...pochi eventi sono in grado di celebrare il saper fare e il saper fare bene. A Milano ispirazione e originalità sono una certezza". I grandi temi protagonisti della 60esima edizione del Salone del Mobile sono: la qualità, l'innovazione, la bellezza e la sostenibilità. Agli espositori un metaforico foglio bianco su cui progettare la propria identità, raccontare le proprie storie servendosi di un approccio etico al design. Ci saranno rigide linee guida per l'organizzazione del progetto e dei padiglioni espositivi, contenitori di eccellenze italiane e internazionali.

Tutto sarà all'insegna della "sensibilizzazione ecologica" dai materiali riutilizzabili come il legno, a quelli di recupero up-cycling, a quelli di basso impatto ambientale, certificati FSC - PEFC. Particolare attenzione alla sostenibilità logistica delle fonti di approvvigionamento dei materiali stessi e allestimenti affini a regole il riutilizzo, evitando sprechi e abbracciando scelte "green". Benessere ambientale e sociale, equilibrio tra spazi e territori, in sintonia con le risorse a disposizione. Un delicato bilanciamento armonico richiesto ai giovani talenti, che grazie alla loro capacità tecnologica e alla visione del futuro ecologico, possano "salvare il mondo". Su 2000 espositori 600 sono giovani design sotto i 35 anni.

A giugno saranno anche celebrate le Biennali: Euro Cucina, Ftk (Tecnologyfor the Kitchen), Salone Internazionale del Bagno, con grande attenzione al consumo idrico.

Nell'unione tra arte e tecnica si fonda "Design with Nature" progetto di Mario Cucinella, importante architetto, accademico e design italiano. A lui si è rivolti per un ambizioso progetto che possa raccontare il legame tra uomo e natura. Presenterà in 1400mq un ecosistema virtuoso che possa predire il futuro, ma che sia fautore di temi attualissimi, quali la socialità e la condivisione. Sarà la piazza il luogo d'incontro e crocevia di realtà diverse avendo alla base una ritrovata amicizia tra uomo e natura. In sintonia con il carattere ecologico della manifestazione, a fine fiera, il progetto avrà una nuova vita, diventando parte integrante della quotidianità di qualcun'altro.

Il Salone del Mobile è da sempre evento molto atteso, che non si limita alla fiera di Rho ma che si espande e anima, per una lunga settimana, tutta Milano con interessanti iniziative, installazioni, manifestazioni, dibattiti e straordinarie aperture. Importante collaborazione con la Fondazione Teatro di Milano che avrà in calendario un attesissimo balletto con Roberto Bolle protagonista. Un'altra importante novità per rimarcare l'eccezionalità celebrativa dell'evento saranno i 6 manifesti ideati dall'illustratore Emiliano Ponzi, il cui stile essenziale è riconosciuto ed apprezzato in tutto il mondo. Produrrà 6 manifesti per ciascun decennio della manifestazione, una sorta di narrazione in episodi.

Tutto è pronto per far sì che il 60esimo anniversario sia all'insegna di un nuovo modo di vita, senza sprechi, soprusi esaltando le competenze, le tradizioni e le sinergie. Un augurio affinché per una settimana, Milano e l'Italia tutta possa essere ammirata ed emulata.

Chiara Sticca

© Riproduzione riservata