LA JUVE DOMINA L'INTER BEN OLTRE IL PUNTEGGIO. CONTE ANNICHILITO

LA JUVE DOMINA L'INTER BEN OLTRE IL PUNTEGGIO. CONTE ANNICHILITO

Male la prima da ex di Antonio Conte contro una Juve che domina a San Siro.

156
stampa articolo Scarica pdf

Prima della seconda sosta per la nazionale, si sfidano le prime della classe. Conte contro il suo passato vincente di calciatore e di allenatore. Sarri parte con una formazione che inizia a consolidarsi, con Bernardeschi confermato trequartista come in Champions e Dybala accanto a Ronaldo in attacco. Difesa e centrocampo schierate come contro la vittoriosa sfida europea con il Bayer.

L’Inter arriva a questa sfida con miglior attacco e migliore difesa e tutte vittorie. Juve a due punti per il pareggio di Firenze. Un minuto di doveroso raccoglimento in memoria del patron del Sassuolo, Squinzi e si parte. Minuto numero 4, Ronaldo subisce fallo, chiuso da tre avversari, la palla resta alla Juve e Dybla, servito in profondità da un pasticcino di Pjanic, entra in area, prende il tempo al difensore e incrocia. Per Handanovic non c’è scampo, Juve in vantaggio, 0 a 1!! Dybala volitivo e rinfrancato dal goal, pressa alto a dare fastidio alla fonte del gioco nerazzurro. Minuto 8, Ronaldo lanciato a rete viene chiuso miracolosamente da Godin. Non è neanche corner. Ma la Juve c’è. Poco dopo ripartenza Inter, ma Lukaku tocca di mano. Sulla ripartenza traversa di Ronaldo che parte da sinistra, si accentra e calcia forte sul legno a portiere battuto! Partita bellissima. Sulla ripartenza Bonucci ferma Lukaku lanciato a rete e si fa male, ma si rialza. Inter stordita che trova il rigore al diciottesimo su un presunto tocco di braccio di De Ligt, in un batti e ribatti dove anche l’attaccante nerazzurro tocca di braccio. Rigore molto generoso. Martinez dal dischetto e arriva un pareggio assolutamente immeritato. La Juve stava dominando e solo la discutibile decisione arbitrale ha rimesso in corsa un’Inter sottotono. 1 a 1. Juve che torna a macinare gioco e Inter molto fallosa. Dybala servito da Pjanic si procura una punizione al minuto 21. Batte Ronaldo, palla sulla barriera, ma sul proseguimento dell’azione Rocchi non rileva un fallo su CR7. Ancora Ronaldo atterrato al minuto 24 e Rocchi che fa proseguire. Arbitro non così presente fino ad ora e Juve superiore, nettamente superiore all’Inter che non fa gioco ed ha trovato il goal solo su un rigore decisamente casuale. Martinez si fa notare due volte in area introno al minuto 29. Bellissima azione avvolgente della Juve al minuto 32, possesso prolungato di palla che viaggia diverse volte sul fronte d’attacco fino ad un fallaccio su Cuadrado non sanzionato da Rocchi. Ancora falli dei nerazzurri, stavolta su Alex Sandro e poi ancora su Cuadrado con Barella che lo atterra mentre cerca di lanciarsi a rete, ma i cartellini non arrivano. Pasticcia l’Inter e regala un corner senza esito alla Juve. Altro fallo su Pjanich e Rocchi non vede nulla. Azione avvolgente che porta al tiro Ronaldo su assist di Dybala, Handanovic mette in angolo. Ma è il preludio al bellissimo goal del raddoppio bianconero che viene annullato per fuorigioco di Dybala che ha appoggiato su CR/ che aveva calciato a rete. Giusto, millimetrico il fuorigioco, ma Juve che meriterebbe abbondantemente il vantaggio. Palleggio preciso e fraseggi stretti tra Pjanic, Dybala, Matuidi e Ronaldo. Un po’ assente Bernardeschi. L’Inter invece si fa notare solo per il gioco falloso, ancora su Dybala ma senza vedere mai il giallo dei cartellini di Rocchi. Punizione battuta da Dybala sugli sviluppi della quale Lukaku respinge con il braccio la conclusione di Pjanic. Rocchi non vede nulla e fa giocare anche quando Dybala, lanciato a rete, viene messo a terra al limite dell’area da Godin. Arbitraggio davvero inguardabile. Si chiude con tre minuti di recupero un primo tempo stradominato dalla Juve con Dybala, Pjanic e Ronaldo in evidenza. Si riparte con la Juve subito aggressiva sui portatori di palla, fino al limite dell’area. Spinta su Ronaldo al limite dell’area al minuto 47 ma Rocchi lascia giocare, permettendo il gioco falloso dell’Inter. Juve in pianta stabile nella metà campo avversaria. Bernardeschi arriva alla conclusione parata da Handanovic alla fine di una bella azione manovrata al minuto 49. Juve che da l’impressione di poter colpire ancora. Ronaldo calcia fuori dopo una bella azione manovrata sulla fascia sinistra al minuto 53. Inter non riesce più ad uscire, Juve padrona del campo. Al minuto 55 grande occasione per Dybala che calcia sul portiere, servito in area da Khedira dopo un bellissimo lancio di Cuadrado per CR7. Bernardeschi messo a terra, ma ancora una volta Rocchi non vede nulla! Imbarazzante l’arbitraggio odierno. Doppio cambio in casa Juve, Bentancur al posto di Khedira e Higuain al posto di Bernardeschi, allo scoccare dell’ora di gioco. Ancora un fallaccio su Dybala di D’Ambrosio e nessuna sanzione per un Rocchi che, un minuto prima, aveva ostacolato involontariamente Pjanic, dando il va ad una azione dell’Inter. Vecino calcia sulla schiena di De Ligt e palla in corner al minuto 68. Fraseggio tra Higuain e Ronaldo che calcia sul primo palo. Handanovic respinge. Terzo cambio Juve con Emre Can che prende il posto di un ottimo Dybala. Inter che prova a pressare alta e Juve che prova ad aggirare la pressione. Contatto falloso in area di rigore su Bentancur che calciava a rete, Rocchi non vede nulla neanche stavolta! Inter stanca e molto fallosa. Cuadrado in dribbling messo a terra, ovviamente Rocchi lascia proseguire anche stavolta. Finalmente Rocchi al minuto 77 concede punizione sull’ennesimo fallo su Cuadrado. Punizione senza esito. Al minuto 80 Higuain chiude in goal una doppia triangolazione di prima che annichilisce l’Inter, con la difesa immobile a guardare, ubriacata dalla tecnica della Juve. 1 a 2 meritatissimo! I gialli arrivano, ma son per Emre Can e Pjanic, a testimonianza di una gestione quantomeno bizzarra di Rocchi. Inter che cerca il pari ma il portiere polacco in maglia Juve esce due volte in maniera positiva. Pjanic ancora colpito duro da Vecino, stavolta Rocchi non può esimersi dall’estrarre il giallo al minuto 87. L’Inter spinge ma si espone alle ripartenze. Squadre lunghe e stanche. 4 minuti di recupero concessi da Rocchi che ammonisce Barella per una simulazione. Asamoah colpisce Emre Can sulla spalla. Punizione Juve sulla quale si chiude il match. La Juve stravince, insegnando calcio ad Antonio Conte. Buone le scelte di Sarri che ha visto Higuain e Bentancur in evidenza dopo il loro ingresso in campo. Il gioco inizia a farsi vedere.

Di Massimiliano Piccinno

© Riproduzione riservata