Lazio-Celtic 1-2 Europa League Gli Scozzesi Ribaltano Il Risultato E Passano Il Turno

Lazio-Celtic 1-2 Europa League Gli Scozzesi Ribaltano Il Risultato E Passano Il Turno

La Lazio passa in vantaggio con il solito Immobile, ma spreca troppo. Il Celtic è bravo e cinico, all'ultimo secondo il gol vittoria e qualificazione

93
stampa articolo Scarica pdf

Verrebbe da dire severo, ma giusto. All'Olimpico il Celtic batte la Lazio per 2 a 1, ribaltando il risultato con un gol all'ultimo secondo che firma il passaggio del turno degli scozzesi con due partite di anticipo. La Lazio ha disputato un buon primo tempo, è passata in vantaggio, ha avuto le sue buone occasioni,  ma ha commesso troppi errori. Il Celtic ha fatto la sua gara: trovato il pareggio alla prima occasione, ha rischiato a più riprese di condannare i biancocelesti e alla fine  ha trovato il gol vittoria. 

Il discorso qualificazione per la Lazio ora è complicatissimo: il discorso qualificazione è difficile, ma ancora non impossibile. 

Questa la cronaca del match:  

25 minuti di assedio, un gol. Il solito di Ciro Immobile al 7^ minuto di gioco: Lazzari dalla destra e piatto al volo dell'attaccante che batte Forster. E' il gol numero 101 in biancoceleste per Immobile, un gol pesantissimo e fondamentale per poter continuare a lottare per la qualificazione. 


Un gol meritato della Lazio che ha letteralmente dominato la prima parte di gara.
Al 3^ la prima occasione da gol con Jony che ha tentato il tiro al volo da limite dell'area. Al 21^ altra occasione importante per i padroni di casa, ancora con Immobile: lancio perfetto di Luiz Felipe per Immobile che supera Elhamed con un ottimo controllo, ma Ajer riesce a recuperare e chiudere. 

Dopo un avvio di gara impressionante, la Lazio cala nel ritmo e nella qualità favorendo la crescita degli ospiti.
Deludono Caicedo, che non permette ad Immobile di sviluppare il suo gioco rimanendo un po' troppo statico nella parte alta del campo, e Milinkovic-Savic: troppi errori in mezzo al campo e troppe palle perse.
Al 37^ il pareggio degli ospiti è favorito da una serie di errori dei biancocelesti. Prima il rinvio sbilenco di Acerbi, dove comunque riesce ad arrivare Milinkovic che sbaglia il disimpegno: la palla supera Acerbi ed è buona per Forrest che pareggia i conti.
Al 40^ la Lazio cerca subito il riscatto. Prima Forster salva su Milinkovic, poi dagli sviluppi di un angolo, dalla mischia spunta Vavro, ma la difesa del Celtic riesce a rinviare. Insistono nella stessa azione gli uomini di Simone Inzaghi: di testa svetta Marco Parolo e il pallone termina alto. 

Termina 1 a 1 il primo tempo. Un risultato sicuramente favorevole agli ospiti, che va stretto alla Lazio sia per quanto mostrato in campo sia per una questione di classifica: la Lazio ha assoluta necessità di vincere. 
Avvio a stento dei biancocelesti nella ripresa. Al 48^ il tiro di Edouard impegna Strakosha, un minuto dopo sinistro pericoloso di McGregor che termina sopra la traversa. Fa fatica la Lazio ad uscire dalla propria area.  Al 52^ clamoroso l'errore in disimpegno di Leiva che perde il pallone, si fa superare e avvia un contropiede rapidissimo del Celtic. Bravo Lazzari a recuperare e bravissimo Luiz Felipe a deviare in angolo. Il Celtic prende coraggio e cresce la qualità del gioco. Altra palla gol al 54^: da corner palla fuori per Elyounoussi, ottima la coordinazione, destro alzato da Lazzari. 
La Lazio è in difficoltà: il Celtic attacca praticamente a tutto organico ed è su tutte le seconde palle.  Inzaghi corre ai ripari con il suo uomo qualità del periodo: Luis Alberto in campo al posto di Leiva e Lulic per Jony, cambio giusto visto che dalla sua parte sono arrivate tutte le scorribande di Forrest. Al 62^ bella occasione per la Lazio. Perfetto l'assist di Lulic per Milinkovic che sul secondo palo fa da torre in mezzo dove Caicedo può sfondare con la sua fisicità, ma non è nella serata migliore, anche a motivo dell'infortunio alla spalla rimediato in Milan-Lazio, e permette a Jullien di recuperare per i suoi. Ci prova la Lazio. Al 66^ Luis Alberto lancia in verticale per Immobile, ma il suo destro è neutralizzato con il braccio da Jullien, ma l'arbitro fa proseguire. Al 68^ ancora biancocelesti pericolosi con un colpo di testa di Milinkovic, ma Forster reagisce d'istinto e riesce a respingere.  Al 70^ si supera Vavro che fa la cosa migliore della sua partita salvando la Lazio: errore in disimpegno questa volta di Acerbi e corsa fulminea di Edouard dove arriva incredibilmente Vavro che salva il risultato.  Tenta l'assedio l'undici di casa. Ci prova Milinkovic Savic con un pallone a giro che viene deviato in angolo, imprendibile per Forster. Ci prova anche Lazzari con un gran tiro dalla distanza, ma termina alto sopra la traversa. 

E' una partita dalle mille emozioni: al 76^ Edouard ha la palla del ko, ma il suo tiro dalla sinistra termina di poco fuori. E' la serata di Edouard che al 78^ ci prova anche da calcio da fermo con una punizione dai 20 metri che termina alta. 

La Lazio ci prova fino alla fine, con un assedio forsennato, ma male organizzato.
 All'85^ ottimo tentativo di Berisha, entrato al posto di Vavro, il suo tiro dalla destra viene respinto. Recupera ancora e serve in mezzo dove arriva di testa, debole e centrale, Caicedo. Si arrabbia Ciro Immobile che se servito era in una posizione più favorevole.
Ancora biancocelesti un minuto più tardi. Gran giocata di Luis Alberto che fa tutto benissimo e dal cappello si inventa una magia, ma Forster quando vede i biancocelesti si esalta e salva nuovamente i suoi. 

Chiude in attacco il Celtic che non si accontenta del pareggio e approfitta dell'ennesimo errore dei biancocelesti. E' Berisha a perdere malamente il pallone e all'ultimo secondo Ntcham supera Strakosha firma il 2 a 1 che porta gli scozzesi ai sedicesimi e lascia la Lazio appesa ad un filo. 

Enrica Di Carlo

Foto Emanuele Gambino  

© Riproduzione riservata